28 novembre 2022
Aggiornato 01:30
A Milano il cerchio si chiude su Parisi?

Il Pd ha Sala. E ora tocca al Centrodestra

Polemiche sul voto cinese a parte, le primarie del centrosinistra hanno incoronato Beppe Sala come candidato a Palazzo Marino. E ora che il Pd gioca a carte scoperte, tocca al Centrodestra. Che potrebbe a breve schierare il proprio asso nella manica: Parisi

Parla Lelio Alfonso, coordinatore del movimento

Italia Unica: Dimissioni Marino? Fallimento Pd, colpevole per calcoli politici

Il movimento di Corrado Passera, Italia Unica, punta il dito non soltanto contro la politica sconsiderata del sindaco di Roma Ignazio Marino ma anche e soprattutto contro la politica renziana che ha «bellamente ignorato per oltre un anno lo sfascio che stava impossessandosi della Capitale sia sul fronte amministrativo che su quello dell'immagine»

Tutte le tappe che hanno portato alle dimissioni di Cassano

Alitalia, storia di una turbolenza continua

Era il 16 settembre del 1946 e veniva fondata a Roma, con capitali privati, la Alitalia-Aerolinee Internazionali Italiane, che aveva come simbolo una caratteristica freccia alata. Da allora la compagnia non ha cambiato solo il logo, o il nome, ma ha avuto almeno tre vite differenti

Corrado Passera contro la scelta di Cameron

Italia Unica: «L'Inghilterra penalizza l'Europa»

Secondo il movimento di Corrado Passera, le cose da fare in questo momento sono molte, ma tra le prioritarie ce ne sono tre: «la politica sull'immigrazione deve passare subito dalle competenze del Consiglio a quelle della Commissione, va rivisto l'Accordo di Dublino e devono essere stabiliti criteri comuni a tutti i Paesi della UE sul diritto d'asilo»

La scelta dopo una chiacchierata con Cluadio Descalzi

Le sliding doors della Farnesina portano all'ENI

Il viceministro degli Esteri, Lapo Pistelli, ha annunciato che lascerà il governo per diventare vicepresidente senior del Cane a sei zampe dal prossimo 1 luglio. «Mi occuperò di promuovere il business internazionale e di tenere i rapporti con gli stakeholders – in Africa e Medio Oriente – e dei progetti sulla sostenibilità»

Italia Unica su legge elettorale

Passera: Italicum? Una riforma elettorale sbagliata

«La prova di forza sull'Italicum tenacemente perseguita dal presidente del Consiglio si conclude come da copione: una legge decisiva per gli equilibri politici del Paese arriva al traguardo priva di quel consenso condiviso che in tanti, a partire proprio da Renzi, avevano considerato indispensabile». Così Corrado Passera commenta l'Italicum.

Pavoni lo ha letto sui giornali

Contro rassegnastampa

* Per Bersani la natura di Renzi non è bella. Direbbe la stessa cosa della Boschi? * La lista degli evasori ? Ci sono voluti 5 anni per leggerla * Della Valle scende in campo: deve essere stato abbagliato dal successo di Passera

Si allarga il consenso sulla lista civica del sindaco di Assisi

Italia Unica appoggia Ricci in Umbria

I fondatori umbri del Partito Italia Unica dell'ex ministro Corrado Passera, appoggeranno il candidato della lista civica L'Umbria Popolare, del sindaco di Assisi Claudio Ricci alle prossime elezioni regionali. «Condividiamo il progetto politico di Ricci di convergenza di tutte le forze di centro destra».

La legge elettorale viene calendarizzata al 27 aprile

Le opposizioni contro Renzi: «E' un colpo di stato»

La riforma della legge elettorale, su richiesta del capogruppo del Pd, Roberto Speranza, è stata calendarizzata per il 27 aprile in Aula, ma le opposizioni gridano tutte allo "strappo" per l'improvvisa accelerazioni dei tempi. Forza Italia è stato il primo partito a far sentire la sua voce e Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera dei Deputati, parla addirittura di "colpo di Stato".

Dalla possibile convergenza Tosi-Passera al corteggiamento del Cav su Salvini

In arrivo le strane coppie e le geometrie variabili di Berlusconi

Con l’avvicinarsi delle regionali inizia a definirsi, con molte difficoltà, il quadro delle alleanze in un centrodestra sempre più frammentato. La formula scelta da Silvio Berlusconi, che sottoporrà a Matteo Salvini in un incontro previsto ad Arcore all’inizio della prossima settimana, è quella delle alleanze a geometria variabile.

Sullo scontro che sconquassa la Lega

Flavio Tosi, l'anti-Salvini «diversamente leghista»

Al di là delle dichiarazioni e degli attacchi reciproci, una cosa è certa: già da quando l'iniziativa di Tosi «Fabbrica del centrodestra» è stata lanciata nel 2013, di «strettamente leghista» aveva davvero poco. Fortemente liberale in economia, piuttosto moderata sull'immigrazione, non anti-europea e aperta al dialogo con Ncd. A scontrarsi, dunque, sono due concezioni del partito quasi opposte.

Salvini, Zaia, Tosi in cerca di una soluzione

Sulla Lega pesa l'enigma Veneto

Matteo Salvini non piace proprio a tutti, anche nella Lega. In queste settimane, sembra non piacere almeno a Flavio Tosi, in rotta di collisione con il candidato alle Regionali venete Zaia. D'altronde, i motivi delle divisioni tra Tosi e Salvini sono numerosi: dalle alleanze, alla politica monetaria, fino ad arrivare alle olimpiadi e alle unioni gay. Oltre all'amicizia di Tosi con Corrado Passera.