22 maggio 2019
Aggiornato 09:30
Bufera sul Partito democratico

Primarie Pd: il primo caso di tessere «sponsorizzate» arriva da Napoli

Mancano due mesi alla corsa per la segreteria del Partito democratico e grazie a un video esclusivo di Repubblica già si parla di brogli e tessere gonfiate. Nel filmato una militante invita le persone a tesserarsi, spiegando loro che non dovranno pagare nulla, perché i 10 euro richiesti li mette «Michel»

Crisi di governo

La larga intesa del vitalizio può salvare il governo

Sabato pomeriggio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella avrà concluso il giro di consultazioni per verificare lo stato di salute dell'esecutivo. 417 deputati su 630 e 191 senatori su 315 non hanno ancora maturato il diritto alla «pensione» da parlamentare, ma potrebbero averla se tengono la poltrono fino al 15 settembre del 2017

Votata la mozione della maggioranza

Italicum, la linea (astuta) di Renzi passa e spacca il Pd

Alla fine Matteo Renzi ha avuto la meglio: la mozione della maggioranza sull'Italicum è stata l'unica a passare, spaccando il Pd. Ma la sua 'astuta' strategia ha funzionato

Partito Democratico | Segreteria Renzi

Lotti: «Io vice-segretario PD? Non ci penso nemmeno»

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio: «Pensiamo semmai a ciò che non va nel partito». Orfini: «Vice-segretario unico? Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani hanno fatto bene, e non mi appassiona il dibattito sui nomi».

28,4% contro il 28% del Pd

M5S, svolta storica: per la prima volta supera il Pd

Solo un mese fa il M5S raggiungeva il Pd. Oggi i grillini sorpassano il partito del premier grazie anche ai numerosi scandali che hanno travolto il Pd: da «Trivellopoli» a «GomorraPd» passando per Soru e il sindaco di Lodi

In guerra con i renziani

Di Battista: «Il Pd pensi a cinesi e voltagabbana»

«Altrove si chiama 'ndrangheta o camorra, a Milano integrazione». Anche il deputato Fraccaro all'attacco: «Guerini come Previti, fascismo renziano contro il Movimento 5 stelle»

C'era poco PD al Circo Massimo

Renzi guarda il «Family day» da lontano. Ma sul ddl Cirinnà si va avanti

Alla fine lo scoglio del Family day il Presidente del Consiglio lo ha evitato senza danni e non è un caso che l'input dato ai suoi è quello di confermare che sul ddl Cirinnà si va avanti, sia pure senza forzature. Guerini: «Ascoltiamo tutti, ma poi ci si assume responsabilità».

Ancora un espulsione

M5s, la Rete espelle la senatrice Fucksia: «Si è tenuta lo stipendio»

La Parlamentare è accusata dal blog Beppegrillo.it della più classica delle violazioni: non ha rendicontato, da aprile a settembre, le sue spese e la restituzione di parte dell'indennità da parlamentare. La difesa: «Grillo fuori controllo».

Bersani-Cuperlo alla carica su ruolo premier-segretario

Il giorno dopo i 2mila banchetti voluti da Renzi il Pd torna a fare il Pd

Se nel fine settimana tutto il partito è sceso in piazza nelle città italiane, il lunedì si apre con un rilancio della minoranza sulla questione del doppio incarico di Renzi, contemporaneamente segretario del partito e presidente del consiglio, come previsto esplicitamente dallo statuto del partito.

2.000 banchetti per il Partito Democratico

Renzi: «Il paese ha voglia di ripartire»

Il Premier-Segretario partecipa dal suo paese natale, Rignano sull'Arno, all'iniziativa del PD «Italia, coraggio!» che per questo fine settimana ha disseminato il Paese di 2.113 banchetti: «L'Italia è viva, nel 2016 nuovi posti lavoro»

Anche la minoranza nelle piazze

I duemila banchetti di Renzi per dire che «il PD c'è»

Il Partito Democratico torna in piazza, oggi e domenica, per dire che «l'Italia non ha paura» e, soprattutto, per dire che «noi ci siamo», come ha detto lo stesso segretario-premier nella newsletter inviata ai propri sostenitori.

Dopo l'incontro tra Renzi e Pisapia

Comunali, il Pd a Milano sceglie le primarie

Dall'incontro di stamani al Nazareno tra Matteo Renzi e Giuliano Pisapia sarebbe emersa la volontà, a Milano, di procedere con primarie aperte e partecipate

Serracchiani annuncia una norma anti-Bassolino

Amministrative, la candidatura di Bassolino agita il Pd

Mentre Lorenzo Guerini si pronuncia per un rinnovamento nelle candidature per le amministrative, Debora Serracchiani annuncia una norma in discussione, che prevede l'incandidabilità alle primarie per gli ex sindaci

Serracchiani-Guerini: Pd plaude al ministro, guardia alta e unità

Solidarietà della maggioranza ad Alfano per le minacce della mafia

Ondata di solidarietà dalla maggioranza e da alcuni esponenti di Fi al ministro dell'Interno e leader di Ap, Angelino Alfano a seguito della rivelazione di un progetto mafioso per attentare alla sua vita

Sulle riforme, parla il vicesegretario del Pd

Guerini: Continuiamo a discutere, ma non si torna indietro sul Senato

Il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, interpellato alla Camera sulle posizioni della minoranza Pd, ultima quella di Pierluigi Bersani, ha ribadito come sulla riforma costituzionale non si possa invocare la disciplina di partito: «Noi siamo disponibili a confrontarci, ma certo non possiamo consentire che si ritorni al punto di partenza»

Il segretario della Lega commenta i dati Istat

«I dati Pil confermano che Renzi e i suoi mediocri amici hanno fallito»

L'Italia potrebbe salvarsi solo con una rivoluzione fiscale, dice il leader del Carroccio Matteo Salvini, che, commentando il dato Istat sulla crescita del Pil italiano pari a +0,2% nel secondo trimestre di quest'anno, afferma che i numeri parlano chiaro: Renzi ha fallito

Larghe intese

Renzi all'ultima spiaggia: rivuole il patto con Silvio

La sua unica chance per non cadere sulla riforma del Senato è ricostituire un Nazareno 2.0 per incassare i voti di Forza Italia. L'ex Cav potrebbe anche starci, per favorire gli affari di Mediaset, ma stavolta sarebbe lui a dettare le regole

Torna la vecchia politica

Renzi rottama la rottamazione

I candidati impresentabili in Campania sono solo l'ultimo esempio del cinismo del potere del premier: tutto, pur di vincere. Ma se i cittadini ascoltassero veramente il suo consiglio di «non votare quei nomi, neanche costretti»?

Il Pd sulle elezioni regionali

Guerini: «Mi rifaccio a De Luca, non votate gli impresentabili»

Il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini in una intervista al Mattino lancia un appello: «alcune situazioni di alcune liste alleate possono destare qualche interrogativo che un lavoro più attento avrebbe potuto evitare. Per questo mi rifaccio alle parole chiare di De Luca di non votare certi nomi, il nodo venga risolto con la competizione elettorale».

Ddl Scuola

Pd: la riforma si può correggere, ma l'impianto non si tocca

Il Pd ribadisce la volontà di correggere la riforma della scuola anche accogliendo alcune delle richieste che arrivano da sindacati e insegnanti, ma «l'impianto» non si tocca e, in particolare, non esiste la possibilità di stralciare il capitolo relativo alle assunzioni dei precari e affidarlo ad un decreto ad hoc.

Pd su legge elettorale

Guerini: «Restituiamo alla politica la considerazione che merita»

Il vice-segretario Pd Lorenzo Guerini, pronunciando alla Camera la dichiarazione di voto a nome del partito sulla riforma elettorale, ha affermato che con l'approvazione dell'Italicum si può «restituire alla politica la considerazione che merita» e chi oggi evoca «il fascismo» dovrebbe ricordarsi di avere votato il 'Porcellum'.

Pd su legge elettorale

Guerini: lavoriamo per recuperare la frattura, ma niente misure disciplinari

Il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, intervistato da Sky Tg24, sulla legge elettorale e lo strappo della minoranza Pd afferma che il Pd ora si impegna a rimediare: «lavoreremo nei prossimi giorni per recuperare una frattura, mi auguro che sia recuperabile, ce lo chiedono i nostri elettori», ma sottolinea che sarebbe «da irresponsabili creare problemi al Senato su Italicum».

352 voti favorevoli

Renzi: «Grazie per la fiducia, andiamo avanti»

«Grazie di cuore ai deputati che hanno votato la prima fiducia. La strada è ancora lunga ma questa è la volta buona». Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi scrive su Twitter dopo che con 352 voti favorevoli, 207 contrari e un astenuto il governo ha ottenuto alla Camera la prima fiducia sulle tre previste, quella sull'articolo 1 della riforma della legge elettorale.

Il vice segretario Pd su fiducia

Guerini: dissenso contenuto, nessuna conseguenza disciplinare

Il vice segretario del Pd, Lorenzo Guerini, commenta il primo voto di fiducia sull'Italicum, spiegando che lo strappo nel partito sarà affrontato «senza passaggi disciplinari: la risolviamo politicamente» e sostiene che «dal punto di vista del risultato, è la seconda miglior fiducia» ottenuta dal governo Renzi alla Camera.

capogruppo denuncia scorrettezza Pd

Scotto: su deputati di Sel pressioni da parte dei renziani

Arturo Scotto, capogruppo di Sel alla Camera, conferma le pressioni fatte dai renziani ai deputati del suo partito in vista delle votazioni sulla legge elettorale. Lorenzo Guerini, vicesegretario del Pd, al Corriere della Sera, aveva smentito le dichiarazioni di Scotto, che aveva risposto che evidentemente Guerini «non controlla tutte le telefonate che arrivano dai suoi accoliti».

La candidata dem alle regionali in Liguria indagata per l'alluvione di Genova

Paita: «Sono come Rocky Balboa. Non mi ritiro»

Il vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, interpellato dai cronisti a Montecitorio sulla vicenda che vede indagata la candidata dem alle regionali liguri, le assicura tutto il sostegno del partito. E Raffaella Paita non molla.

Legge elettorale

Guerini: in Aula il Pd sarà compatto

Nella riunione del Pd di presentazione della relazione del premier sulla legge elettorale, «il gruppo ha fatto un confronto vero», ma l'importante è che anche chi ha dissentito sul merito ha «preso comunque l'impegno di attenersi in aula alla scelta del gruppo». Così Lorenzo Guerini commenta la situazione del Pd.

Legge elettorale

Per Renzi e i suoi l'Italicum va approvato, ma la minoranza non ci sta

Il testo frutto di lungo lavoro ascoltando tutte le anime ed è per questo che va approvato. Da Debora Serracchiani a Lorenzo Guerini, la maggioranza del Pd crede nel testo della legge elettorale ed è disposto ad arrivare alla fiducia se la minoranza si mostrerà inamovibile. Intanto Fassina e D'Attorre contestano: inammissibile ricatto.

Elezioni regionali 2015

Primarie in Campania, PD con il fiato sospeso

Un appuntamento rimandato per ben quattro volte che tra giovedì e venerdì ha visto il ritiro di due contendenti su 5 (il democratico Gennaro Migliore e il dipietrista Nello Di Nardo) ma che aveva già registrato il passo indietro a fine gennaio (in concomitanza con la candidatura di Migliore) della senatrice pd Angelica Saggese

Minoranza dem e Sel uniti contro il «Partito del Nazareno»

Civati e Vendola sfidano il premier: il Capo di Stato non lo scegliete voi

Mancano cinque giorni alle votazioni per il nuovo Capo di Stato e il ribelle Pippo Civati, accompagnato da Nichi Vendola, chiede al premier un candidato che non sia «espressione del Patto del Nazareno». Il M5S di Beppe Grillo declina l'appello e va avanti: «Renzi, dacci la rosa dei nomi e deciderà il popolo del web».

Secondo Cofferati sono stati cancellati i valori fondanti

Il «signor NO» dice «NO» anche al PD

L'addio di Cofferati al Pd rischia di generare un maremoto proprio quando, in prossimità dell'elezione del tredicesimo Presidente della Repubblica, i dem dovrebbero sforzarsi di ritrovare l'unità perduta da tempo. Ma nascondere i brogli delle primarie in Liguria, e soprattutto tappare la bocca all'ex amico Cofferati, sembra una missione impossibile.

Pd e Fi soffrono dello stesso male: truppe sul filo della ribellione

Renzi e Berlusconi, due leaders e cento correnti

E' in arrivo il tredicesimo Presidente della Repubblica, ed è tutto un susseguirsi di incontri, scontri, riunioni di corrente. Si tratta di decidere il protagonista indiscusso della politica italiana per i prossimi sette anni, e i motori di tutti i partiti si stanno scaldando. Ma l'unanimità d'intenti è ben lontana, sia dentro che fuori i partiti.

In Parlamento il cantiere per la RAI del futuro

Margiotta (Pd): «Sul canone il governo ha idee avanzate»

Si e' avviato questa mattina il confronto tra la commissione ristretta costituita in ambito Pd e il governo per definire i contenuti e il percorso, parlamentare o governativo, della riforma del canone e della governance della Rai.

Compromesso con le minoranze PD

Renzi accontenta Fassina su articolo 18

E' stata raggiunta un'intesa nel Partito democratico in commissione al Jobs act sulla base dell'ordine del giorno approvato a fine settembre dalla direzione del partito che prevede il reintegro di in alcuni casi di licenziamenti disciplinari illegittimi, il cui elenco arriverà con i decreti delegati.

Il Colle al centro del nuovo patto del Nazareno

Guerini: «I leader hanno parlato del dopo Napolitano»

L'incontro tra il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ha toccato i temi più caldi della politica nostrana, senza lasciare indietro quello attualissimo delle possibili dimissioni del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Sta per scadere l'ultimatum di Renzi a Berlusconi

Sulla legge elettorale è l'ora della verità

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, arriverà a Roma solo domani, ma il premier, Matteo Renzi, freme e vuole una risposta all'aut aut sulla legge elettorale. Previsto per stasera, dopo il consiglio dei ministri, il vertice maggioranza per discutere delle riforme. Per farle il governo è pronto ad aprire a chi ci sta, compreso il Movimento 5 Stelle di Grillo.