19 settembre 2019
Aggiornato 10:00

Lotti: «Io vice-segretario PD? Non ci penso nemmeno»

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio: «Pensiamo semmai a ciò che non va nel partito». Orfini: «Vice-segretario unico? Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani hanno fatto bene, e non mi appassiona il dibattito sui nomi».

ROMA - Luca Lotti non ha intenzione di fare il vice-segretario unico del Pd, se poi la proposta gli verrà fatta si valuterà. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio lo ha detto intervenendo alla Festa dell'Unità di Prato, rispondendo ad una domanda del moderatore del dibattito. In un video pubblicato sul sito di Repubblica, Lotti spiega: «Io non ci penso nemmeno... Non sta a me deciderlo, ma non ci penso nemmeno».
Ha aggiunto Lotti: «Sto facendo il mio lavoro, sto seguendo al governo una serie di argomenti importanti. Se mi verrà chiesto ovviamente valuteremo la proposta, ma non credo che questo sia il tema: chi farà il vice-segretario, se ci sarà un vice-segretario. Credo sia opportuno semmai discutere di come vogliamo affrontare i prossimi mesi e di come vogliamo rimettere a posto quello che non va nel nostro partito. Questo è l'argomento importante da affrontare da qui alle prossime elezioni».

Pensiamo semmai a ciò che non va nel partito
Per Lotti, d'altro canto, è evidente che nel Pd e nel Pd c'è qualcosa che non va: «Qualcosa in questi due anni di gestione della nostra segreteria forse non è andato bene. Alcuni risultati lo testimoniano, lì dobbiamo andare a interrogarci su come si sta sbagliando qualcosa».
Dunque, «non so se sarà giusto avere un vicesegretario, continuare con due vice-segretari, ma sarà molto più importante cercare di capire come oggi dobbiamo affrontare il cambiamento della società. Troppe volte nel nostro partito siamo attenti a quello che ha detto quel leader, a quella corrente cosa dice, e diamo l'idea di un partito che litiga, che sta tutti i giorni a parlare: Bersani contro Renzi, Renzi contro Speranza...».

Orfini: Vice-segretario unico? Gli attuali hanno fatto bene
Il dibattito sul vice-segretario unico nel Pd non piace a Matteo Orfini, il presidente del partito difende gli attuali vice-segretari Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani e spiega che, semmai, c'è da lavorare ad un «partito aperto».
«I vice-segretari che abbiamo hanno svolto bene il loro lavoro e non mi appassiona il dibattito sui nomi», dice Orfini lasciando l'assemblea Pd. «Mi interessa invece che il Pd sia accogliente e aperto».