26 novembre 2022
Aggiornato 20:30
Partito democratico: c'è chi ruba e c'è chi tace

Caro Renzi, parlaci di Mafia capitale

Mentre a Roma viene giù tutto, il segretario del Pd tace. Non ci spiega perché, mentre pensava alla sua poltrona, ha lasciato il partito locale completamente in mano ai collusi. Si limita a difendere Ignazio Marino, temendo l'agguato dei 5 stelle

Dal Piemonte una proposta illuminata

Chiamparino: «Anticipiamo la pensione agli esodati»

Anticipazione della pensione che verrà restituita in rate mensili quando maturerà ufficialmente l'assegno e ricollocazione dei disoccupati ultracinquantenni. Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, ha intenzione di avviare una sperimentazione su questi due strumenti per l'occupazione e ne ha discusso col governo.

Le parlamentari di Fi sulla sentenza della Consulta sulle pensioni

Carfagna: «Le pensioni? Sono solo la punta dell'iceberg degli errori fatti dai governi precedenti»

Si susseguono le critiche contro il governo dopo la sentenza della Corte Costituzionale. Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, minaccia di occupare il ministero del Tesoro se il premier non restituirà i soldi ai pensionati, ma anche le parlamentari di Forza Italia non sono docili nei confronti del presidente del Consiglio.

Forza Italia festeggia il suo leader

Berlusconi torna un uomo libero

Oggi si estingue la pena del Cavaliere. Lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza di Milano dopo i dieci mesi di affido ai servizi sociali. Numerose le felicitazioni da parte di tutti gli esponenti di Forza Italia.

Nel giorno dello sciopero generale

Polverini: Giù le mani dai diritti dei lavoratori

Alte adesioni, cortei e manifestazioni in 54 città per dire no al Jobs act, giudicato «vacuo dalla deputata» Fi Renata Polverini e anacronistico dalla leader della Cgil Susanna Camusso. Sulla stessa linea il segretario generale della Uil Barbagallo, che si è detto pronto a «bloccare il Paese per farlo ripartire»

L'intervista

«Renzi non vuole cambiare il sindacato, lo vuole eliminare»

Prima donna in Italia a ricoprire il ruolo di segretario generale di una confederazione sindacale e la prima a diventare governatore della Regione Lazio. Renata Polverini, 30 anni passati nelle file dell’Ugl, attualmente membro di Forza Italia e Vicepresidente della Commissione Lavoro della Camera dei deputati, accetta di rispondere alle domande di DiariodelWeb.it.

Dopo il ritiro del vaccino Meningitec

Il vaccino fa male, ma le ASL non lo dicono

Due interrogazioni parlamentari, presentate rispettivamente da Silvia Giordano (M5S) e Renata Polverini (Fi), sulla grave vicenda del vaccino contaminato in vari lotti. Il tutto, nello scandaloso silenzio di molte Asl e nella totale assenza di un protocollo di monitoraggio adeguato sui bambini trattati

Ncd annuncia: l'accordo c'è

Articolo 18, ha vinto Sacconi

Nell'emendamento del Jobs act che oggi il governo riformulerà passa il reintegro per specifici casi straordinari. Il presidente della commissione lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, conferma che ci sarà esattamente quello concordato con il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Chiude lo scontro che si era aperto ieri sul Jobs act tra Ncd e il Pd, in vista delle modifiche sull'articolo 18.

Cantiere centrodestra

Salvini e Alfano inconciliabili

Il progetto di un nuovo centrodestra sembra in bilico per l'incompatibilità dei due leader Matteo Salvini e Angelino Alfano. Renata Polverini commenta le probabili alleanze e esprime la sua perplessità sulla possibilità che Lega e NCD possano trovare un accordo e procedere a gettare le fondamenta di un nuovo corpo politico.

L'ex ministro a un passo dalle dimissioni

Sacconi: «Renzi mi ha assicurato che non toccherà i giudici»

Il capogruppo di NCD al Senato, Maurizio Sacconi, spiega le motivazioni che ieri lo avrebbero portato alle dimissioni e rivela il contenuto della telefonata del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ha garantito all'esponente di Ncd che sarebbe «inaccettabile una convergenza Pd-M5S sulla questione delle toghe». Intanto, Renata Polverini assicura: «Il patto del Nazareno non si scioglierà».

Centrodestra | Forza Italia

«Napolitano grazi Berlusconi»

E' quanto si legge su «Il Mattinale» di Forza Italia della Camera: «Il Presidente della Repubblica lo liberi da una pena profondamente umiliante». Polverini: «Animare democrazia anche nel nostro partito». Centemero: «Il problema non sono le primarie ma la questione morale».

Elezioni Regionali 2013

Il TAR annulla il «decreto Polverini»

Le elezioni per il rinnovo della Regione Lazio dovranno tenersi il 3 e il 4 febbraio 2013, essendo quella la prima data utile per le urne. È quanto ha stabilito il Tar del Lazio. Zanda: Tar pone in questione la legittimità delle delibere di Giunta. Cancellieri: Ne parliamo domani in CDM

Il caso Lazio

Polverini: Il Lazio non sarà «in grado di votare in dicembre»

A sostenerlo, in una intervista a Il Messaggero, è il presidente della Regione, Renata Polverini. Il presidente dimissionario boccia l'idea di Alemanno di cancellare il simbolo del Pdl alle prossime elezioni e ritiene che i tagli agli sprechi delle regioni decise dal governo «vanno nella direzione che per primi abbiamo indicato». Duro Montino: «La Giunta Polverini deve fare i bagagli»

Laziogate | Il caso Fiorito

Polverini: La festa è finità

«La decisione è irrevocabile, mi dimetto». Dopo sette giorni di passione, tra annunci e smentite, voci e controvoci, Renata Polverini alla fine ha lasciato la presidenza della Regione Lazio: «Ringrazio l'Udc, Alfano e Berlusconi»

Dopo le dimissioni dell'opposizione

UdC decisiva per la Polverini

Senza gli uomini di Casini maggioranza a 36, che è il limite del numero legale. Zanda: Tutti gli strumenti per tornare al voto. Boniver (Pdl): Servono regole rigorose. Poli Bortone: Referendum per abolire le regioni. Paniz-Costa: Ora regole rigorose o onesti a disagio

Voto unanime del Consiglio Regionale

Polverini: I tagli? Solo il primo passo

«Serviva uno scatto d'orgoglio e un gesto forte: questo gesto c'è stato con la spending review più importante realizzata dalle Regioni». Alla fine la Presidente della Regione, come ci si aspettava, ha incassato l'appoggio (unanime) del Consiglio regionale del Lazio e non si è dimessa. Ma le inchieste continuano

Laziogate | Il caso Fiorito

Polverini: Trasformeremo questa Regione

«Sono sicura che» nella seduta del consiglio regionale di oggi «c'è la consapevolezza di poter andare avanti, malgrado la catastrofe politica ancora da superare». Lo ha detto la presidente della Regione Lazio. Meta (Pd): Dalla Polverini pannicello caldo, vendono fumo

Il PDL e il caso Fiorito

Polverini, «nuovo Centro» in vista?

La Presidente del Lazio ha comunicato a diversi assessori di essere pronta a dimettersi per portare la Regione al voto. In quelle stesse ore, in molti hanno provato a contattarla o incontrarla, certamente è riuscito a discutere con lei Silvio Berlusconi, pregandola di ripensarci, di evitare gesti avventati

I tagli nella sanità laziale

Tosinvest chiude le cliniche. Regione Lazio: Crediti pagati

Il gruppo Tosinvest, che fa capo alla famiglia Angelucci, ha annunciato la chiusura di 13 cliniche nel Lazio e punta l'indice contro la Regione e il presidente Polverini per i tagli ai posti letto e per i mancati pagamenti dei cerditi vantati dal gruppo. Secca e puntuale è arrivata la replica delle Regione in particolare sui crediti. Tutti pagati «i crediti certi liquidi ed esigibili»