22 luglio 2019
Aggiornato 11:30

Fitto: «Partito strumento di Renzi, non partecipo più a presidenza»

Il deputato pugliese: «Approviamo riforme lontane da quelle che abbiamo sostenuto». Bianconi: «Polverini mai stata agli incontri di Fitto». Dura la replica: «Capisco perchè gruppo compatto su Cav»

ROMA - Raffaele Fitto non intende più partecipare alle riunioni del comitato di presidenza di Fi. In una intervista a SkyTg24Hd, Fitto ha spiegato: «Mi sembra assolutamente inutile partecipare a un organismo che non ha alcuna funzione e che, peraltro, nei passaggi decisivi non viene nemmeno riunito. E' uno strumento che non ha una regolarità statutaria, non lo si riunisce mai peraltro. Non andrò, se fosse convocato, perché non ha alcuna funzione».
In generale, ha precisato, «temo che Fi rischi di diventare uno strumento che consenta a Renzi di ottenere i suoi risultati. Stiamo votando una riforma costituzionale che è nemmeno lontana parente di quello che abbiamo sostenuto per anni. Abbiamo approvato una legge elettorale che non ha un solo punto di convergenza con quello che è il testo iniziale. Faccia lei se questo è centralità di Fi o accettazione di quello che indica Renzi».

Bianconi: Polverini mai stata agli incontri di Fitto - «Capisco che se in un partito ci sono visioni diverse lo scontro può complicarsi anche con dichiarazioni un po' fuori dalle righe. Ci sta. Ma fuori dal mondo no». Lo dice Maurizio Bianconi di Fi, aggiungendo: «Come per esempio la collega Polverini, che ripetutamente si autodefinisce fittiana poi convertita alle ragioni di Berlusconi ed in tal senso ne viene agitato lo scalpo, segno di riconquiste di Forza Renzi in territorio nemico. Tesi fuori dal mondo appunto, dal momento che la collega mai, ripeto mai, ha partecipato a incontri con Fitto, perlomeno da 10 mesi a questa parte, da quando cioè si è messo insieme un dissenso organizzato composto da 'fittiani di stretta osservanza' ed altri, che, come me, compiono insieme a lui questo percorso coraggioso e che ci darà le meritate soddisfazioni».
«In tutto questo progetto, complesso, duro,difficile, variegato, della pur simpatica Polverini - lo giuro - neanche l'ombra. Anche perchè per come la vedono molti di noi, in una cosa così destinata a cambiare il centrodestra, non vorremmo acquisire adesioni senza vaglio e valutazioni adeguate e ben ponderate», ha concluso.

Polverini: Bianconi? Capisco perchè gruppo compatto su Cav - «Non sapevo di avere nell'onorevole Bianconi un attento e come sempre spiritoso biografo, ma ora che apprendo il suo ruolo all'interno 'del progetto' portato avanti dall'amico Raffaele Fitto capisco perché è sempre più compatto il nostro Gruppo parlamentare attorno a Silvio Berlusconi». Così Renata Polverini (FI) ha risposto al collega di partito Maurizio Bianconi.