22 febbraio 2020
Aggiornato 17:00
il leader di fi non farà dietrofront

Comunali Roma, Berlusconi: «Una neomamma non può fare il sindaco di Roma»

Secondo il leader di Forza Italia, ci sarebbero persone che stanno convincendo Giorgia Meloni a candidarsi. Ma starebbero facendo "il suo male"

Silvio Berlusconi.
Silvio Berlusconi. Shutterstock

ROMA - «Bertolaso ha chiarito che è stata una battuta fatta per difendere la Meloni da chi la tira per i capelli. E' noto quanto io la stimi e apprezzi il suo impegno; sono io che, non a caso, ne ho fatto uno dei ministri più giovani». Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi intervenendo a Radio anch'io a proposito delle affermazioni di Bertolaso sull'impossibilità di Giorgia Meloni, incinta, di candidarsi a sindaco a Roma. «Roma è in un situazione terribile e poi la stessa Giorgia lo aveva escluso, ci sono persone che la stanno spingendo a candidarsi» ha concluso.

Berlusconi contro Giorgia
«Le donne hanno cinque mesi di lavoro non obbligatorio» quando diventano mamme, «è chiaro a tutti che una mamma non può dedicarsi a un lavoro terribile» come amministrare Roma «che è in una situazione terribile, ci sono persone che per egoismo di partito cercano di spingerla a questo e a fare il suo male", ha spiegato il leader di Fi, Silvio Berlusconi, in diretta a Radio anch'io, ha commentato gli ultimi sviluppi polemici nel centrodestra tra Guido Bertolaso e Giorgia Meloni. «Fare il sindaco signifiica stare in ufficio 14 ore al giorno, non credo sia una scelta giusta nell'interesse di Giorgia» ha concluso.

"La parola data va rispettata"
«In politica come nella vita la parola va rispettata, confermo le nostre scelte nelle città più importanti dove le primarie della sinistra hanno portato i peggiori politici della storia", ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in diretta a Radio anch'io. «Se la casa è allagata serve un idraulico non uno che sa fare bene i comizi. Da una parte c'è la concretezza di Bertolaso, dall'altra le chiacchiere della politica» ha concluso.

Polverini: Berlusconi non farà alcun passo indietro
«Su Bertolaso Berlusconi non farà un passo indietro. Sicuramente, però, la campagna per la scelta del candidato è stata gestita male sia dalla stessa Meloni, che ha avuto e continua ad avere un atteggiamento titubante, sia da Salvini, che forse dovrebbe capire che senza una forza moderata come forza Italia non va da nessuna parte». Lo ha detto la deputata di Forza Italia Renata Polverini intervenendo ad Omnibus La7. «Il balletto di questi giorni lascia tutti sconcertati, ma al contrario, gli elettori vogliono sapere che c'è una coalizione, composta da tre partiti, che è in grado di competere non solo per le città che stanno andando al voto, ma anche per un'alternativa a questo Governo - ha concluso -. In questo modo, invece, si rischia di regalare la città ad un altro candidato. Bisogna decidere una linea e presentarsi uniti in tutta Italia».