27 febbraio 2020
Aggiornato 20:30
Il caso Lazio

Polverini: Il Lazio non sarà «in grado di votare in dicembre»

A sostenerlo, in una intervista a Il Messaggero, è il presidente della Regione, Renata Polverini. Il presidente dimissionario boccia l'idea di Alemanno di cancellare il simbolo del Pdl alle prossime elezioni e ritiene che i tagli agli sprechi delle regioni decise dal governo «vanno nella direzione che per primi abbiamo indicato». Duro Montino: «La Giunta Polverini deve fare i bagagli»

ROMA - Il Lazio non sarà «in grado di votare in dicembre». A sostenerlo, in una intervista a Il Messaggero, è il presidente della Regione, Renata Polverini. Il presidente dimissionario boccia l'idea di Alemanno di cancellare il simbolo del Pdl alle prossime elezioni e ritiene che i tagli agli sprechi delle regioni decise dal governo «vanno nella direzione che per primi abbiamo indicato. Con misure che, in una fase diciamo molto accesa, io ho fatto votare in Consiglio» regionale del Lazio.
Quanto alla data del voto, «la vicenda è complicata, sto facendo approfondimenti con il ministero dell'Interno e la prossima settimana incontrerò il prefetto Giuseppe Pecoraro. Ci sono aspetti organizzativi ed economici da valutare, chi mi attacca fa facile demagogia. Non sono decisioni che si possono prendere in poche ore. Questa non è una piccola regione in cui si può organizzare tutto tanto rapidamente».

Montino: La Giunta Polverini deve fare i bagagli - Per il capogruppo Pd del Lazio Esterino Montino non ci sono dubbi: «Il comma 3 dell'articolo 2 del decreto approvato dal Governo nell'ultima seduta dice in modo chiarissimo che si deve andare a votare entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del decreto. Non c'è spazio per interpretazioni di sorta». E «la Giunta Polverini deve fare i bagagli».

Marino (Pd): Polverini non tenga in ostaggio i cittadini - «Mi appello all'intelligenza e al buonsenso di Renata Polverini. Non può tenere in ostaggio una intera regione, non si può lasciare il Lazio senza una nuova giunta e un presidente fino alla primavera del 2013». Lo ha dichiarato in una nota Ignazio Marino, senatore del Partito Democratico.

Radicali: Da Polverini manifesti e chiacchiere - «Oramai è chiaro. Alla Polverini piace imbrattare i muri delle nostre città con manifesti che, oltre ad essere abusivi, raccontano delle sonore balle ai cittadini», lo dichiara Giuseppe Rossodivita, capogruppo Lista Bonino-Pannella al Consiglio Regionale del Lazio, ricordando i manifesti: «'Eliminate le liste d'attesa', 'Ho chiuso Malagrotta' e 'Li mando a casa io' rimarranno nella storia dei 'manifesti balla'».

Meta (Pd): Polverini e Alemanno vogliono Regione bloccata - «La Presidente Polverini ed il Sindaco Alemanno preferiscono tenere bloccata per mesi la Regione Lazio invece di lasciare subito la parola ai cittadini»: così il deputato Pd Michele Meta, membro della direzione nazionale dei democratici, replicando alle parole della Presidente Polverini e del Sindaco Alemanno secondo i quali sarebbe meglio andare al voto nel Lazio con l'election day.