28 settembre 2020
Aggiornato 05:00
l'affondo di renata contro giorgia

Comunali Roma, Polverini: «La Meloni ha dato il colpo di grazia alla coalizione di centrodestra»

Secondo la forzista, la discesa in campo di Giorgia Meloni rappresenta "purtroppo la frantumazione di una coalizione" che avrebbe potuto vincere - se unita - a Roma come altrove

ROMA - L'annuncio di Giorgia Meloni, che oggi si è candidata ufficialmente a sindaco di Roma, ha scosso profondamente la coalizione di centrodestra. Forza Italia non intende rinunciare a Guido Bertolaso, e rimprovera alla presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale di aver dato il colpo di grazia all'alleanza politica con Silvio Berlusconi.

Polverini: Giorgia ha frantumato la coalizione
La discesa in campo di Giorgia Meloni rappresenta «purtroppo la frantumazione di una coalizione che aveva trovato una bella fotografia a Bologna e aveva ridato una prospettiva non solo a chi fa politica ma soprattutto ai nostri elettori che vedevano da quella foto la possibilità non solo di concorrere insieme a Milano, Roma e Napoli ma anche contro il governo Renzi. Oggi questa coalizione non c'è più». Lo ha detto la deputata di Forza Italia, Renata Polverini, in un'intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000. «Bertolaso - ha proseguito la Polverini - ha accettato convintamente su richiesta di Meloni, Salvini e Berlusconi di candidarsi a Roma e dopo aver ottenuto quasi 50 mila conferme dai romani non può che rimanere il candidato di Forza Italia. Noi lo sosterremo con straordinaria forza.»

"Hanno fatto male i conti con Berlusconi«
"La politica
- ha sottolineato la Polverini - è una cosa seria. Ci sono state troppe titubanze: Salvini ci ha fatto credere fino a pochi mesi fa che si sarebbe candidato per Milano, poi da sindaco è diventato assessore alla sicurezza. La Meloni che non si voleva candidare ha annunciato in diretta mondiale la sua gravidanza facendola diventare un fatto pubblico, è scesa in campo con grande forza al fianco di Bertolaso e addirittura ha annunciato la sua discesa in campo. Non credo che sia un atteggiamento maturo. Hanno di nuovo fatto i conti male con il futuro: Berlusconi non ha nessuna intenzione di cedere la sua leadership, tanto più con questo tipo di violenza verbale».

"Ora la Meloni ci dica almeno se è maschio o femmina"
«Fare sia la mamma che il sindaco - ha concluso la Polverini - è possibile, ma è stata la stessa Giorgia Meloni a dire che sarebbe stato complicato fare una campagna elettorale in particolare negli ultimi due, nel momento più intenso della campagna, quando sarà al sesto-settimo mese di gravidanza. Alla Meloni faccio comunque tanti auguri. E speriamo che ci dica se il figlio è maschio o femmina visto che siamo ormai tutti zii di questo bambino».