Milan, Montella tenta De Rossi

Il clamoroso retroscena di mercato è svelato dal quotidiano La repubblica che racconta di un tentativo da parte del tecnico rossonero di convincere il centrocampista della Roma a trasferirsi al Milan alla scadenza del suo contratto (giugno 2017). La risposta però sembra essere stata negativa.

Follia Roma a Leverkusen contro il Bayer

Sotto di due gol dopo 19' con una doppietta di Hernandez su rigore e dormita della difesa giallorossa, trova in De Rossi il suo trascinatore che la porta 2-2 su due inserimenti. Poi Pjanic e Iago Falque arrivano fino al 4-2 ma negli ultimi sei minuti il crollo con la difesa giallorossa sotto accusa.

Gervinho: «Ora vinco con la Roma»

Arrivati a Roma i due ivoriani Doumbia e Gervinho, freschi vincitori della Coppa d’Africa. L’ex Arsenal, mancato molto a Rudi Garcia, è tornato per vincere: «Sono un po’ stanco ma per domenica voglio esserci». Domenica contro il Parma Cole torna titolare, turno di riposo per Pjanic influenzato.

La Roma riabbraccia i suoi campioni

Giovedì torneranno nella capitale Doumbia e Gervinho dopo il trionfo con la Costa d’Avorio nella Coppa d’Africa. Intanto la Roma si gode un meritato riposo, concesso da Garcia ai suoi ragazzi dopo il successo ottenuto a Cagliari. E per il gioiellino Verde, porte aperte per l’Under 21.

Crisi Roma, la panchina di Garcia traballa

Dopo l’inattesa eliminazione nei quarti di Coppa Italia, la situazione in casa giallorossa è delicata: fuori dalla Champions League e dalla Tim Cup, a 7 punti di distanza dalla Juve con il Napoli che incalza e soprattutto in evidente crisi di gioco e risultati. Anche i tifosi iniziano a fischiare e la posizione del tecnico non è più così sicura.

Roma, avanti con disonore

Partita decisa da un rigore inesistente concesso alla Roma nei tempi supplementari e trasformato da De Rossi. Ma sono le parole di Garcia nel dopo partita a fare discutere: «L’arbitro era vicino e io non voglio parlare di moviola». Scoppia la rabbia giallorossa sul web: «A noi non piace vincere così».

Garcia: «Batteremo il Cska e il freddo»

A turbare i sogni del tecnico francese, oltre agli avversari, i dieci gradi sottozero e lo stadio vuoto, è anche la preoccupante situazione della difesa: out Maicon e Torosidis, Garcia ha provato Florenzi terzino destro. Il tecnico moscovita Slutski avverte: «Rispetto all’andata sarà tutto un altro match».

Totti: «Non mi pento»

Il capitano giallorosso intervistato dai lettori del Corriere dello Sport: «Non credo che la mia reazione sia stata esagerata, ma continuare a pensarci sarebbe un danno. Il che non vuol dire che sia stato sbagliato reagire in maniera forte. Giocherò finchè mi sentirò bene». Garcia: «La Roma vincerà lo scudetto».

Lotito torna a colpire

A Marotta Lotito dice dalla sede della Lega a Milano: «Chi si è lamentato è da 5 anni alla vicepresidenza del settore tecnico e aspetto ancora una sua proposta, un giorno ci racconterà cosa ha fatto». E punge De Rossi: «No critiche dai dipendenti».

Conte e il gruppo: questione di fame

Il ct dopo la vittoria sulla Norvegia: «Zaza è uno che ha fame, ma non è solo lui: è giovane e mi aspetto questo. Lui e gli altri, gli Immobile e i Darmian, hanno come parametro i veterani, la loro fame calcistica. Che vengano dal Sud o da Udine, i miei giocatori devono avere il fuoco dentro». Intanto Oriali prova a smorzare la polemica De Rossi-Lotito.

Lotito-De Rossi, è già derby

Infuocato botta e risposta tra il centrocampista giallorosso e il presidente della Lazio, accusato di eccessivo presenzialismo al seguito della Nazionale. Lotito rispedisce al mittente le critiche e risponde per le rime: «Io non sono un semplice consigliere federale, sono molto di più».

De Rossi contro Tavecchio: «Ha detto cose gravi»

Il giocatore della Roma torna sulle frasi pronunciate dal candidato alla presidenza della Federazione: «In America Inghilterra e Francia se qualcuno dice determinate cose il giorno dopo lo fanno dimettere. Qui in Italia invece anche in ambienti più importanti della Figc e personaggi più influenti di un presidente federale non si sono mai dimessi»