25 ottobre 2020
Aggiornato 03:00
Invasione di campo

Indagine sul valore delle big: Juve davanti a tutte, ma in Europa…

In serie A bianconeri primi per qualità della rosa, la Roma resiste al vertice malgrado un valore decisamente inferiore. È però in Europa che il gap con le rivali diventa abissale: Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e le inglesi, decisamente inarrivabili per le nostre squadre.

Dopo cinque giornate di campionato inizia a delinearsi la classifica della serie A, dominata – ma guarda un po’… - da Juventus e Roma. A parte le sorprese Sampdoria e Udinese, (chissà quanto riusciranno a resistere le momentanee rivelazioni del campionato dietro le due prime della classe) i valori che stanno venendo fuori, sconfitta in più pareggio in meno, sono quelli ampiamente pronosticati alla vigilia.

Ma è interessante analizzare il valore delle singole squadre per rapportarlo al rendimento in campo. Da questo punto di vista, la Juventus campione d’Italia è una garanzia assoluta: è la squadra con la rosa più ricca e, come logica conseguenza, domina il campionato italiano ormai da quasi quattro anni. Fa sensazione però il divario tra il valore dei bianconeri, quantificato in 329 milioni di euro e quello delle dirette concorrenti.

Subito dietro la squadra di Massimiliano Allegri c’è il Napoli, il cui valore stimato della rosa si aggira sui 250 milioni. Poi la Roma a 246, e quindi, distanziate di parecchio, Inter a 225, Fiorentina a 213 e Milan, fanalino di coda delle prime della classe, con un valore stimato di 186 milioni di euro.

Il primo dato significativo che emerge da questo studio è che il manipolo di ragazzotti a disposizione di Filippo Inzaghi vale circa la metà dei rivali juventini. Hanno voglia Berlusconi e Galliani a raccontare che questo Milan può competere per i traguardi più importanti. Se le cifre sono queste c’è poco da fantasticare, i rossoneri sono indietro e la forbice è destinata ad aumentare ancora senza investimenti immediati e corposi.

Un altro elemento interessante riguarda la Roma e il fatto che nell’ultimo anno e mezzo sia stata capace di mantenere il ritmo ossessivo della Juventus senza cedere quasi mai, pur dovendo riconoscere ai rivali un vantaggio complessivo nei valore della rosa di un buon 25%.

E sempre restando ai giallorossi, è lusinghiero il comportamento dei ragazzi di Garcia anche in relazione al Napoli: a parità di qualità complessiva, la Roma sta facendo decisamente di più e meglio degli azzurri a disposizione di Rafa Benitez.

C’è poi un altro aspetto da analizzare, quello relativo ai giocatori più costosi a disposizione delle varie squadre, i cosiddetti top player, i campioni che per valore di mercato contano e costano di più. Ebbene, prendendo in considerazione solo i giocatori dai 15 milioni in su l’analisi impietosa riguarda ancora una volta il Milan. Filippo Inzaghi ne ha a disposizione solo uno in rosa, Stephan El Shaarawy, valutato 20 milioni. Alla luce dell’ultimo anno e mezzo calcistico del «Faraone» resta qualche dubbio su una quotazione del genere, ma tant’è, almeno lui entra in classifica. Per il resto, dal Milan, nessuno traccia di top player.

Anche in questa statistica la parte del leone la fanno i bianconeri. La Juventus può vantare una batteria di fuoriclasse di primissimo livello, ben 10 (Pogba, Vidal, Bonucci, Chiellini, Liechsteiner, Tevez, Morata, Llorente, Asamoah e Marchisio). Anche la Roma appare decisamente ben fornita, con 7 uomini dalla quotazione elevata (De Rossi, Strootman, Pjanic, Nainggolan, Destro, Iturbe e Gervinho). Poi c’è il Napoli che ne ha 5 (Hamsik, Maertens, Insigne, Callejon e Higuain), mentre  l’Inter (Handanovic, Hernanes, Kovacic e Icardi) ) e la Fiorentina (Borja Valero, Cuadrado, Rossi e Gomez) ne hanno 4 a testa.

Questo naturalmente solo per quanto riguarda il campionato italiano, perché se provassimo ad azzardare un confronto con le big d’Europa, verrebbe quasi voglia di chiudere bottega, ritirare le nostre squadre dalla Champions League e dedicarsi ad altro.

Pensate che il valore complessivo della rosa «all stars» del Real Madrid si attesta sui 673 milioni. Un’enormità, ma i campioni d’Europa non fanno corsa da soli, perché appena dietro le loro spalle c’è il Barcellona con 611 milioni e il Bayern Monaco con 564. Leggermente staccati i top club inglesi, il Chelsea con 444 e le due squadre di Manchester più o meno sullo stesso gradino (United 438, City 434), poi troviamo il Paris Saint Germain a 392 e per concludere in bellezza il Liverpool con una rosa del valore di 333 milioni di euro.

Tutte davanti alla nostra «ricchissima» Juventus. Con queste premesse è legittimo porsi una domanda: quanto tempo dovremo aspettare prima che una nostra squadra torni a trionfare in Europa?