22 agosto 2019
Aggiornato 11:30

Mercato Milan, tutte le opzioni per il centrocampo

Da Kovacic a Moutinho, passando per Paredes e Diawara, Adriano Galliani è al lavoro per mettere a disposizione di Montella un regista giovane, di talento e praticamente a costo zero. In sintesi una mission impossible che però l’ad rossonero è pronto a compiere.

MILANO - Non si può dire che Adriano Galliani non ci stia provando. Che poi i suoi tentativi siano logici e coerenti con una filosofia aziendale ben definita questo è un altro discorso. D’altronde cosa si può pretendere da un amministratore delegato messo in mezzo tra due proprietà? Malgrado tutte le difficoltà pare addirittura che l’ad rossonero fosse sul punto di sferrare l’offensiva decisiva per il giovanissimo campioncino Bentancur, anche ad un prezzo (15 milioni) decisamente in linea con l’austerity milanista, salvo poi venire stoppato sul più bello proprio dai nuovi proprietari cinesi.
Un’operazione che è l’estrema sintesi della confusione in casa Milan.

No del Real per Kovacic
Portato quindi a casa Josè Sosa, sull’onda dell’indignazione - comprensibile - popolare, ora Galliani ha un compito decisamente più arduo: trovare un altro centrocampista che sia giovane, talentuoso, con caratteristiche da regista e cedibile con la formula del prestito con diritto di riscatto. Ditemi voi se non possono configurarsi gli estremi della mission impossible.
Come dicevamo però, l’ad di Casa Milan è impegnato su più fronti, uno più impervio dell’altro. Ieri ad esempio c’è stato il primo contatto tra Galliani e l’amico presidente del Real Madrid Florentino Perez: argomento di discussione la richiesta rossonera di poter avere il croato Kovacic in prestito con diritto di riscatto. Inevitabile la risposta negativa dei Blancos che esattamente un anno fa avevano versato nelle casse dell’Inter ben 35 milioni per il centrocampista classe ’94. Non sono però esclusi nuovi contatti, magari negli ultimi giorni di mercato.

Ipotesi Moutinho
E allora ecco prendere forma altre suggestioni. La prima, svelata dall’esperto di mercato Gianluca Di Marzio, porta il nome di Joao Moutinho, regista classe ’86 in forza al Monaco protagonista con la sua nazionale della strepitosa vittoria agli Europei di Francia 2016. Il centrocampista portoghese, proposto a Galliani dal procuratore del ragazzo Jorge Mendes, potrebbe rappresentare una buona soluzione per il Milan che già in passato aveva seguito il calciatore. Ma c’è da convincere il club del Principato a lasciare libero praticamente a costo zero uno dei suoi migliori talenti, ipotesi che al momento appare piuttosto complicata.

Sogno Paredes
Poi ci sarebbe il vero sogno di Vincenzo Montella. Il nuovo tecnico rossonero non ha mai nascosto la sua predilezione per il centrale argentino della Roma Leandro Paredes e pare aver convinto Galliani a riprovarci. L’idea del Milan, forte del gradimento del ragazzo che nella Capitale sarebbe chiuso da Strootman, De Rossi e Nainngolan, è proporre ai giallorossi il solito prestito con diritto di riscatto. Opzione praticabile solo se nel frattempo Walter Sabatini riuscisse ad ottenere lo stesso trattamento dalla Fiorentina per Borja Valero, a sua volta considerato assolutamente incedibile dai Della Valle. 

Miraggio Diawara
Da escludere infine l’ipotesi Diawara, venuta fuori negli ultimi giorni ma immediatamente riposta nel cassetto dei sogni vista la richiesta del Bologna: almeno 15 milioni di euro in contanti o quantomeno un prestito oneroso però con obbligo di riscatto. Inutile dire che la situazione per il club di via Aldo Rossi è sempre più complicata, per fortuna che tra due giorni partirà il campionato. Almeno si potrà iniziare a parlare di calcio giocato.