18 ottobre 2019
Aggiornato 11:30

Totti: «Nessun complotto contro Garcia»

Il capitano giallorosso risponde ai tifosi al Corriere dello Sport: «Avverto troppo pessimismo in giro e non lo trovo giustificato». Oggi esami strumentali per De Rossi e Strootman.

ROMA - «C'è troppo pessimismo attorno alla squadra, ma sono certo che recupereremo. Non abbiamo perso la fame di vittorie e lo dimostreremo nelle prossime sfide». Francesco Totti risponde ai lettori del Corriere dello sport sul momento dei giallorossi. «In campionato non stiamo vivendo un momento fortunato, ma la stagione è lunga» dice il capitano. Rigettate anche le accuse di spogliatoio spaccato: nessun complotto contro il tecnico: «Nessuno complotta contro mister Garcia. Siamo uniti e compatti e insieme ne usciremo. Avverto troppo pessimismo in giro e non lo trovo giustificato. Siamo secondi con 42 punti al giro di boa. Siamo nei quarti di Coppa Italia. E possiamo dire la nostra in Europa League».
E sugli aiuti alle altre squadre: «La risposta è più semplice di quanto tu possa pensare: la Roma non ha ricevuto alcun favore contro Sassuolo, Genoa, Udinese e Palermo. Ma a forza di sostenere il contrario si è consolidata una realtà distorta. Tutto qui». Sul mercato: «la Roma è forte, lasciamo fare a Sabatini, che ha già dimostrato cosa può ottenere». E contro la Fiorentina "la Roma non è stata brillante ma ci rifaremo».

ESAMI PER DE ROSSI E STROOTMAN - Al rientro dal primo impegno del girone di ritorno del campionato, l'1-1 ottenuto al 'Franchi' contro la Fiorentina, il tecnico della Roma Rudi Garcia si ritrova alle prese con nuovi problemi. Il primo sono i sette punti di ritardo dalla Juventus capolista ormai in fuga, il secondo è il gioco dei giallorossi, che continua ad andare a corrente alternata, il terzo sono gli infortuni. Se a caldo la preoccupazione era concentrata sul ginocchio di Strootman, lo stesso operato e che ha consigliato uno stop precauzionale, più tardi si è capito che il problema poteva essere lo stato di salute di De Rossi. Il centrocampista di Ostia ha sentito un dolore al polpaccio sul finire della partita di domenica sera e solo oggi, dopo gli esami di routine, si potrà capire l'entità dell'infortunio che rischia comunque di tenere l'azzurro lontano dal campo un mese visto che il problema si era già concretizzato qualche tempo addietro: si teme una lesione. Il ginocchio di Strootman invece sembra non preoccupare: si tratterebbe solo di un trauma contusivo ma anche lui domani effettuerà dei controlli a Trigoria. L'obiettivo è averlo a disposizione già per la sfida di sabato contro l'Empoli.