18 novembre 2019
Aggiornato 21:30

Milan: preso Bertolacci, ora Witsel e Bacca

Concluso il primo affare per il club rossonero, si tratta del centrocampista appena riscattato dalla Roma che arriverà a Milano per 20 milioni di euro. Ma non sarà certo lui uno dei due colpi sensazionali annunciati da Galliani. Si lavora per Witsel e Bacca. E c’è sempre Ibrahimovic…

MILANO - Ora almeno una faccia nuova da presentare ai tifosi il giorno del raduno, previsto a Milanello il 3 luglio, Galliani ce l’ha. Oltre a quella del tecnico Mihajlovic, naturalmente. Si tratta di Andrea Bertolacci, centrocampista classe ’91, già entrato nel giro della nazionale di Conte, seguito per tutta la scorsa stagione dalla dirigenza rossonera mentre incantava il pubblico genoano ed appena riscattato dalla Roma per 8,5 milioni di euro.
Proprio alla luce della cifra importante utilizzata da Sabatini per chiudere la questione comproprietà con il club di Preziosi, Galliani ha dovuto mettere sul piatto ben 20 milioni che hanno fatto prima vacillare, poi cedere il direttore sportivo giallorosso.

Mihajlovic: «Bertolacci è uno da Milan»
Si tratta indubbiamente di un ottimo acquisto in grado di garantire una crescita esponenziale del tasso qualitativo della squadra, proprio lì a centrocampo dove il Milan negli ultimi anni aveva mostrato i limiti maggiori.
Intercettato dalle telecamere di Sky in piena vacanza, il nuovo tecnico rossonero Mihajlovic è sembrato colto di sorpresa e non si è sbilanciato più di tanto. Ma le lodi per il calciatore non sono mancate: «Non amo parlare di giocatori che non sono del Milan. Bertolacci è un bravo giocatore, mi piace molto, così come mi piacciono altri calciatori. Per caratteristiche tecniche è uno da Milan, ma aspettiamo l’ufficialità per sapere se arriverà».

Non è lui il grande centrocampista promesso da Galliani
Dubbi del tecnico serbo a parte, l’operazione Bertolacci può considerarsi conclusa e rappresenta il primo tassello del nuovo Milan alla disperata ricerca di un rilancio sia in Italia che in Europa. A maggior ragione adesso che, con l’avvento della cordata di Bee Taecahubol e l’imminente ingresso sui mercati asiatici con la conseguente quotazione alla Borsa di Hong Kong, è necessario avere in tempi brevi una squadra nuovamente competitiva ed appetibile per l’immenso bacino orientale.
Ecco perché Andrea Bertolacci non può essere considerato il calciatore attorno a cui ricostruire il Milan.
Oltre al fatto che la piazza, esacerbata dalle ultime fallimentari stagioni e da questo inizio di mercato da travaso di bile, non può certo accontentarsi dell’ex genoano, un gran bel calciatore per carità, ma uno che sarebbe stato il quinto centrocampista nella rosa della Roma dopo De Rossi, Nainggolan, Pjanic e Strootman. 

Continua la trattativa per Witsel
Sembrano infatti diversi i profili del grande centrocampista e del grande attaccante promessi da Galliani dopo il duplice fallimento delle trattative Jackson Martinez-Kondogbia: di indiscutibile spessore internazionale e di appeal per la tifoseria.
Per quanto riguarda il nome dell’uomo in mezzo al campo continuano a rincorrersi voci dal Belgio che vorrebbero il Milan ad un passo da Witsel. Effettivamente la dirigenza rossonera ha iniziato a muovere i primi passi ma la risposta dello Zenit San Pietroburgo è stata agghiacciante: 50 milioni.
Uno sproposito, anche per un club dalle rinnovate capacità economiche e finanziarie come il Milan. Galliani però sembra voler insistere e non è escluso che, dopo le schermaglie iniziali, si possa trovare un accordo sui 30 milioni.

Bacca, grazie a Rami…poi Ibra
Il capitolo attaccante invece non offre nuovi spunti. Il primo - forse l’unico - della lista è Carlos Bacca, blindato dal Siviglia con una clausola rescissoria fissata a 30 milioni e seguito insistentemente anche dalla Roma (sembra che il Liverpool invece abbia fatto un passo indietro). Una cifra decisamente importante per un centravanti di 29 anni che finora ha giocato appena un paio di stagioni da grande bomber e soprattutto molto lontano dal carisma degli altri nomi accostati al Milan finora (Cavani, Higuain, Jackson Martinez etc. etc.).
Il colombiano però potrebbe arrivare per una cifra più accettabile, 22 milioni più il cartellino di Rami, e consentire quindi a Galliani di tentare poi l’affondo finale per il vero obiettivo del mercato rossonero. Avete già capito tutto di chi stiamo parlando, vero?