24 settembre 2020
Aggiornato 23:00
Calcio | Serie A

Il mondo del calcio applaude Totti, ma il capitano si ferma per febbre

Anche Nesta e l’ex ct azzurro Lippi si schierano con il capitano giallorosso: «La genialata di un genio». Intanto Manolas lancia proclami: «Felice solo se vinco lo scudetto». Ultime di mercato, il Milan si ritira dalla corsa per Destro mentre Borriello è sempre più vicino al Genoa.

ROMA - Che il derby potesse lasciare strascichi era prevedibile, specie dopo una partita così avvincente e ricca di emozioni, però diciamolo, tra i vari botta e risposta tra le due società, con alcune uscite davvero di dubbio gusto, molto meglio che si continui a parlare dell’ormai celebre selfie di Totti, capace di fare il giro del mondo grazie alla sua originalità e sfrontatezza.
Per il capitano giallorosso però, dopo la sbornia d’entusiasmo dopo la doppietta siglata nel derby è arrivato il momento del riposo forzato a causa di qualche linea di febbre (un fastidioso virus gastrointestinale) a cui si è aggiunto un dolore alla schiena, ricordo di uno scontro durante il match contro la Lazio. Il numero 10 della Roma non è stato l'unico del gruppo a saltare la seduta: Ljajic ha svolto differenziato, mentre De Rossi e Maicon hanno fatto un lavoro personalizzato. Manolas infine ha interrotto anticipatamente l'allenamento in forma precauzionale in seguito a un lieve affaticamento muscolare.

NESTA: SELFIE TOTTI DIVERTENTE - Tornando all’argomento selfie, qualcuno l’ha criticato (non ultimo il presidente della Lazio Lotito) ma la maggioranza nel mondo del calcio ha apprezzato e sorriso all’ennesima goliardata di Francesco Totti, protagonista numero uno della stracittadina romana. Tra questi, anche un vecchio nemico di tante battaglie, Alessandro Nesta: «È stato un gesto divertente e anche all'estero è stata percepita come una cosa simpatica. In Italia ho letto qualche critica ma viviamo il calcio troppo seriamente. Totti non ha offeso nessuno, peccato solo che abbia fatto gol alla mia Lazio ma questo è un altro discorso». 

LIPPI: SABATINI MI HA CHIESTO NOTIZIE SU CALCIATORI ASIATICI - Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’ex ct azzurro Marcello Lippi, uno che di esultanze dopo un gol se ne intende. Reduce dalla sua esperienza in Cina, l’ex tecnico della Nazionale si è schierato apertamente con uno degli artefici della vittoria mondiale nel 2006: «Il selfie di Totti l'ho trovato fantastico. Un'altra genialata di un giocatore geniale».
Da Marcello Lippi poi è arrivata una curiosa indiscrezione di mercato: «Sabatini è uno molto aperto e più di una volta ha manifestato interesse per il mercato asiatico chiedendomi informazioni su alcuni calciatori».
Che sia la volta buona per vedere anche all’Olimpico un cinese a Roma?

DESTRO RESTA, BORRIELLO PARTE - Sempre sul fronte mercato, sembra essere arrivata alla parola fine la telenovela Destro-Milan, dopo le dichiarazioni del canale tematico rossonero secondo le quali Giampaolo Pazzini è e resterà un calciatore a disposizione di Inzaghi. Porte chiuse quindi a Milanello per il romanista Destro, con la benedizione di Rudi Garcia che avrebbe gradito davvero poco un’eventuale partenza dell’attaccante marchigiano.
Chi invece sembra prossimo a lasciare Trigoria è Marco Borriello, al centro di una fitta contrattazione tra Roma e Genoa. L’operazione potrebbe subire una brusca accelerata anche alla luce del grave infortunio occorso al centravanti del Genoa Alessandro Matri che costringe i rossoblu ad un immediato intervento sul mercato.

MANOLAS: FELICE SOLO SE VINCO SCUDETTO - Chi invece a Trigoria sta benissimo e non ha alcuna intenzione di cambiare aria è il centrale di difesa Kostas Manolas, sempre più protagonista nella Roma di Rudi Garcia: «Qui c’è un’atmosfera bellissima e i nostri tifosi sono fantastici, ci aiutano sempre. Però non abbiamo ancora vinto nulla. Per questo dico che a fine campionato sarò felice solo se avremo vinto lo scudetto. In fondo siamo solo a tre punti dalla Juventus».