23 giugno 2017
Aggiornato 17:30
> <
RSS

Ebola, pensavate di esservi liberati del virus? Illusione. Ora è mutato, è più letale e può diffondersi più facilmente tra l’uomo

Sembrava passata la minaccia Ebola. Dopo gli annunci dell’OMS circa l’essere stato debellato nei Paesi africani in cui era scoppiata l’epidemia, il mondo intero aveva tratto un sospiro di sollievo. Ma la festa pare destinata a durare poco, secondo gli esperti il virus è mutato, è diventato ancora più letale e più facilmente diffondibile

Dopo ebola è rischio contagio MERS

La nuova variante, che è apparsa per la prima volta nel giugno 2012 in Arabia Saudita, si è diffusa in vari Paesi del Medio Oriente e causa una severa forma di polmonite. Da allora sono stati notificati ben 1153 casi di infezione da MERS-CoV, di cui almeno 435 mortali.

Ebola, arriva il test rapido

Con un semplice test simile a quelli per la gravidanza è possibile diagnosticare rapidamente la presenza del virus Ebola o altre febbri emorragiche in una persona. Poiché in questi casi il tempo è essenziale, il nuovo test permetterebbe di avere maggiori possibilità di salvare la vita di chi sia stato infettato

L'ebola arriva in Italia

A Pratica di Mare è atterrato il boeing che trasporta il medico italiano di Emergency risultato positivo al virus Ebola in Sierra Leone. Il paziente, ora all'ospedale romano Spallanzani, ha viaggiato all'interno di una speciale barella isolata avio-trasportabile.

Ebola: a Roma il medico italiano contagiato

Il paziente ha viaggiato all'interno di una speciale barella isolata avio-trasportabile ed è stato assistito durante il volo di trasferimento, della durata di circa 6 ore e 30 minuti, da un team medico dell'Aeronautica Militare specializzato in bio-contenimento composto da circa 25 persone tra medici, specialisti e personale di bordo.

Oltre l'Ebola la fame

Questa la minaccia che incombe sui tre Paesi dell'Africa Occidentale dove il virus ha già causato la morte di oltre 5.000 persone. Anche l'Onu ha lanciato l'allarme, denunciando come «la regione sia ora sull'orlo di una grande crisi alimentare».

Zaia: «Andate a curarvi a casa vostra»

Il Governatore del Veneto, Luca Zaia, a Treviso ha parlato del caso degli undici soldati statunitensi che, nella base militare di Vicenza, sono stati sottoposti alla misura cautelare della quarantena, a causa di un possibile. Il presidente della Regione Veneto ha affermato che il Veneto «non è un lazzaretto, ospitiamo basi militari non centri per l'ebola».

A Vicenza soldati USA a rischio ebola

Nella base militare statunitense di Vicenza,​ undici soldati americani di ritorno dalla Liberia sono finiti in isolamento. Il contingente, che comprende l'ex capo della missione americana in Liberia, il generale Darryl Williams, è stato sottopposto a «sorveglianza rinforzata» anche se nessuno dei militari mostra «alcun sintomo della malattia», come ha informato un portavoce del Pentagono.

Renzi: «Non possiamo isolare la Russia»

Il premier al termine dell'atteso incontro in Prefettura a Milano tra il leader russo, Vladimir Putin, e il presidente ucraino, Petro Poroshenko, si dice ottimista sull'esito del meeting. Renzi è convinto che si sia fatto un grande passo avanti in termini di trattative di pace. Ora è necessario dare speranza all'Ucraina, ma pensare anche ad integrare la Russia nella situazione internazionale.

> <