16 settembre 2019
Aggiornato 18:00
Una controversia infinita

Marò, la storia di Latorre e Girone. Le tappe di 4 anni in India

Massimiliano Latorre resta in Italia insieme a Salvatore Girone. Era il febbraio del 2012 quando dalla petroliera Enrica Lexie venivano esplosi dei colpi che uccidevano due pescatori indiani e i due marò venivano accusati di omicidio

Il premier spiega le motivazioni

Marò, Renzi: Girone non sfilerà alla parata del 2 giugno

Il ritorno a casa dei due fucilieri di Marina non va strumentalizzato. E' per questo che il premier ha spiegato che Salvatore Girone non parteciperà alla sfilata del 2 giugno: «Nessuna bandierina politica»

La candidata sul rientro di Girone

Marò, Meloni: Questione risolvibile in 48 ore, ma governi incapaci

Il presidente di FdI commenta la decisione della Corte Indiana che avrebbe disposto il rilascio immediato del fuciliere di Marina Salvatore Girone e punta il dito contro i governi che si sono susseguiti in questi 4 anni di attesa

L'Italia chiede il rientro del marò

Marò, all'Aja si decide il futuro di Girone: rischia altri 4 anni di attesa

Questa mattina si è aperta presso la Corte permanente di arbitrato dell'Aia la prima udienza della causa tra Italia e India sui due fucilieri di Marina accusati da Nuova Delhi di aver ucciso nel 2012 due pescatori indiani al largo delle coste del Kerala

Un documento shock scompagina le carte in tavola

Marò, il colpo di scena: sono innocenti?

A proposito di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone si è disquisito soprattutto di questioni politico-diplomatiche e di diritto internazionale, ignorando spesso il punto della questione: i due fucilieri sono colpevoli o innocenti? Ora, un nuovo documento potrebbe scagionarli.

Il verdetto del Tribunale del diritto del mare di Amburgo

Marò, l'India non può giudicarli, ma Girone resta a Delhi

La decisione presa questa mattina dal Tribunale del diritto del mare di Amburgo sul caso dei due fucilieri della Marina italiana Massimiliano Latorre e Salvatore Girone accoglie solo in parte le richieste avanzate da Roma e rinvia ulteriormente l'eventuale rientro in Italia di Girone.

Tribunale Internazionale del Mare di Amburgo

Il caso marò ad Amburgo ed è subito scontro

Si apre l’arbitrato. Roma chiede il rientro del fuciliere detenuto e la permanenza a casa del collega: «Accuse arbitrarie e ingiustificabili». La replica di New Delhi: «Realtà distorta»

La crisi dei marò

Gentiloni e Mattarella: «Difenderemo le ragioni dei Marò»

Il ministro degli Affari Esteri ha confermato oggi l'impegno del governo per una soluzione del caso che vede coinvolti Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. L'appello del Presidente della Repubblica: «Battersi con determinazione per rientro marò».

La Farnesina: «Ci faremo valere»

Marò, altro schiaffo all'Italia. L'India dice no all'arbitrato

Il caso dei due marò è ancora tutto in salita. Alla prima udienza, fissata per il 10 agosto, si rischia un nuovo, durissimo scontro tra l'India e l'Italia. Nuova Delhi si opporrà, infatti, al ricorso presentato dall’Italia all’arbitrato internazionale di fronte al Tribunale Internazionale del diritto derl mare di Amburgo.

FdI commenta la decisione della Farnesina

«Marò a casa subito, altrimenti ritiro immediato delle nostre truppe»

Il Ministero degli Affari esteri annuncia l'attivazione delle procedure per l'arbitrato internazionale in relazione al caso Marò. Giorgia Meloni denuncia l'inadeguatezza e l'incompetenza dei governi Monti, Letta e Renzi nell'affrontare la questione

Intanto chiederà permanenza Latorre in Italia e il rientro di Girone

Crisi Marò, Italia attiva arbitrato internazionale

La decisione, che il Parlamento aveva sollecitato, è stata presa a conclusione della necessaria fase negoziale diretta con l'India e di fronte alla impossibilità di pervenire a una soluzione della controversia, riferisce la Farnesina.

Una vicenda che ha dimostrato la debolezza italiana in campo internazionale

L’India sta condannando i Marò senza condanna

Il caso dei due Marò continua a far discutere. Ma l'elemento che mette tutti d'accordo è che la vicenda ha palesato la totale ininfluenza italiana in campo internazionale, e l'incapacità dell'Italia di far valere, almeno a livello giurisdizionale, le proprie ragioni. Così, non ci rimane che assistere impotenti al continuo rimandare la sentenza da parte della Corte.

Sì dell'India a discutere della proroga del permesso a Latorre

A casa i Marò. Ma ci indignammo per i Marines del Cermis giudicati e assolti negli USA

Il sì dell'India a discutere della proroga del permesso a Massimiliano Latorre riapre il dibattito. L'opinione pubblica italiana spinge perché i Marò siano giudicati in patria, ma non si comportò allo stesso modo per i due Marines che, nel 1998, volando troppo basso e troppo veloce, tranciarono i cavi della funivia del Cermis, uccidendo 20 persone. E che furono giudicati e assolti negli USA.

L'accordo con Marubeni volto allo sviluppo di progetti di energie alternative

Rinnovabili, Enel Green Power alla conquista dell'Asia

Enel G.P. e Marubeni lavoreranno insieme a progetti congiunti nelle rinnovabili in almeno sei Paesi asiatici: per ora Filippine, Thailandia, India, Indonesia, Vietnam e Malesia, con la prospettiva di arrivare presto anche in Australia

Il caso

Marò, rinviata a mercoledì la decisione su Latorre

La Corte Suprema indiana ha trasferito la richiesta presentata dai legali di Massimiliano Latorre per una proroga della sua permanenza in Italia ad un altro Tribunale. Salvatore Girone resta a Nuova Delhi.

La crisi dei Marò

Marò, cambio di marcia dell'India. Renzi: «Bene il confronto diretto»

L'Economic Times: «Linea più morbida, frutto di un dialogo esistente dietro le quinte». Gentiloni: «Esecutivo italiano contrariato e deluso». Ma il Presidente del Consiglio è ottimista: «Vicenda molto difficile, ma l'india è Paese amico».

Caso Marò

Gentiloni: «All'India chiediamo fatti»

Il capo della Farnesina ha sottolineato che le autorità italiane sono «obiettivamente contrariate» dall'atteggiamento del governo indiano, che dice di volere il dialogo sulla questione, poi non segue nei fatti.

L'Alto rappresentante dell'Unione europea a La Repubblica

Crisi Marò, Mogherini «alza» la voce con l'India

Il continuo rinvio da parte indiana di una soluzione alla questione dei due marò italiani «può incidere sulle relazioni» tra l’Unione Europea e l’India. Lo spiega Federica Mogherini, Alto rappresentante per la politica estera della UE.

Dl missioni

Meloni: Votiamo contro per caso marò

«Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale voterà contro il dl proroga delle missioni internazionali delle forze armate e polizia». Lo riferisce Giorgia Meloni: perché con la detenzione illegale da parte di uno Stato straniero di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono mutati i presuppost per approvarlo.

Politica estera | Crisi marò

Modi a Renzi: «La Giustizia indiana è libera, giusta e indipendente»

«Nella vicenda dei due marò l'Italia deve consentire che il processo giudiziario in India faccia il suo corso». Lo ha detto - secondo quanto riporta il Times of India - il primo ministro indiano Narendra Modi, nel corso del colloquio telefonico di lunedì con il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Politica estera | Crisi marò

Meloni: «Premier indiano sbugiarda Renzi e Governo»

È quanto dichiara in una nota il presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni: «Il governo Renzi, come gli altri due governi di cartone che l'hanno preceduto, si dimostra incapace di far sentire la voce dell'Italia nel contesto internazionale».

Caso marò

Vito a Europarlamento: rispondeteci

Elio Vito, presidente della commissione Difesa della Camera dei deputati, scrive una lettera ai neoeletti Brok e Fotyga: «L'Italia si attende da Voi delle risposte urgenti».

La crisi dei Marò

Mogherini: «Marò? Situazione difficile»

Ieri per il Ministro degli Esteri l'incontro con il Ministro della Difesa Pinotti e i giuristi parlamentari: «Quando ci saranno passaggi concreti lo diremo al parlamento e agli italiani, adesso siamo nella fase in cui giuristi stanno lavorando».

Politica estera

Cambio di rotta sui marò, il dopo De Mistura passa per un arbitrato internazionale

Il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha spiegato: «E' stato avviato un percorso di procedura internazionale». «Da oggi comincia una fase nuova, che ha bisogno di nuove figure di riferimento, a partire da un collegio di esperti che agirà sotto la guida di un coordinatore» ha commentato. Plausi dalla politica, unica critica la Lega

Politica estera | Crisi marò

Marò, offensiva di Bonino all'ONU

L'obiettivo del governo italiano è quello di «riportare in Italia con dignità» Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due Fucilieri di Marina trattenuti in India nell'ambito dlel'inchiesta sulla morte di due pescatori del Kerala

Politica estera | Crisi marò

Marò: ennesimo rinvio. Letta: «Italia e UE reagiranno»

Il procuratore generale indiano ha confermato davanti alla Corte suprema la richiesta di processare i due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sulla base del Sua Act, la legge antiterrorismo e antipirateria. Duro il Premier Letta: «Marò, inaccettabile l'imputazione proposta da autorità indiane»

India verso un compromesso

Marò: resta Sua Act senza pena morte

Il ministero dell'Interno indiano avrebbe dunque deciso di rinunciare definitivamente alla condanna alla pena di morte per i due marò italiani. Ma secondo fonti di stampa locale, Latorre e Girone saranno comunque processati in base al Sua Act, la legge antiterrorismo e antipirateria. Ma per Roma è inaccettabile

India | La crisi dei marò

Marò rischiano 10 anni, Bonino indignata

Lo scrive oggi la stampa indiana, confermando così le indiscrezioni trapelate ieri attraverso una fonte del ministero dell'Interno di Nuova Delhi secondo la quale sarebbe definitivamente tramontata l'ipotesi di una possibile condanna alla pena di morte

Politica estera | Crisi marò

Compromesso sui Marò, il Governo indiano pronto a rinunciare alla pena di morte

Una proposta di compromesso del procuratore generale. Fonti citate dal quotidiano «The Indian Express» parlano della possibilità di un'esclusione della clausola che nella legge antiterrorismo indiano contempla la pena di morte. Intanto prosegue il pressing internazionale

Politica estera | Crisi marò

Ennesimo rinvio sul caso marò

La Corte Suprema di Nuova Delhi ha rinviato a lunedì prossimo la decisione sulla formulazione dei capi d'accusa nei confronti dei due fucilieri della Marina italiana, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Duro Gasparri: «Rinvio prevedibile, ma poi basta!»

Politica estera | Crisi marò

Marò: Tajani, a rischio libero scambio con l'India

Il vicepresidente della Commissione Europea: «Il presidente Barroso è stato molto chiaro quando ha detto che l'Europa è contro la pena di morte e imboccare quella strada provocherebbe reazioni da parte dell'Unione Europa. Per noi la tutela dei diritti umani è fondamentale»

In attesa dell'udienza della Corte Suprema

Crisi Marò, nuovo rinvio del Tribunale di Nuova Delhi

Il Tribunale speciale ha rinviato al 25 febbraio la discussione sulla richiesta della polizia investigativa indiana (Nia) di trasferire Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sotto la tutela dello stesso tribunale

Politica estera | Crisi marò

Pena di morte per i Marò? Il Governo indiano ci ripensa

Dopo le crescenti pressioni, non ultima la presa di posizione di ieri del presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, il governo indiano starebbe ripensando la sua idea di processare Massimiliano Latorre e Salvatore Girone facendo riferimento alla Sua Act, che prevede anche una condanna alla pena capitale

Forze armate

Mauro: «Mi auguro che i 2 marò tornino al più presto e con onore»

Il ministro della Difesa: «Siamo convinti e assolutamente certi della loro innocenza, in genere i processi si fanno per dimostrare il contrario, ma noi siamo sicuri che attraverso l'esercizio del buon diritto non ci saranno ostacoli per il loro ritorno attraverso una soluzione equa e nel più breve tempo possibile»

Fratelli d'Italia

Sui marò «al di là dei vuoti annunci del governo la triste realtà vede umiliata la nostra dignità nazionale»

Il presidente di Fdi La Russa: «Sulla vicenda dei due marinai la Bonino assicura una riunione al mese mentre Letta parla di impegno quotidiano fino al risultato. Sta di fatto che in realtà nulla si muove e anzi, questo Natale a differenza di quanto riuscì almeno ad ottenere l'allora ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant''Agata, i due militari non saranno in Italia»

La crisi dei Marò

Mauro: «Certi dell'innocenza dei nostri Marò»

Lo ha affermato lo stesso ministro della Difesa italiano, in occasione dello scambio di auguri di fine anno con i giornalisti al circolo Ufficiali delle Forze Armate d'Italia