28 febbraio 2024
Aggiornato 01:00
Calciomercato - Serie A

Ibrahimovic, una nuova traccia avvicina lo svedese al Milan

Le parole pronunciate dall’attaccante svedese negli ultimi giorni sul Psg sembrano far parte di una strategia studiata a tavolino da Mino Raiola. In realtà Ibra aspetta di giocare la Supercoppa di Francia per poi dire addio al club parigino. A conferma di quanto stiamo dicendo ecco la rottura con lo sponsor tecnico Nike, con l’Adidas a fare da testimone interessato.

La crisi greca

Varoufakis rivela: avevamo un «piano B»

L'ex ministro delle Finanze della Grecia ha ammesso l'esistenza di un piano di emergenza e di un gruppo di lavoro ad hoc, guidato dall'economista James Galbraith. Tuttavia, con un post dal suo blog, l'ex ministro ha seccamente smentito che vi sia stata qualsivoglia sottrazione di codici fiscali. Intanto le trattative sul nuovo piano di aiuti sono iniziate.

L'intervento alla Conferenza degli ambasciatori

Silenzio, parla Mattarella

Il presidente della Repubblica ha colto l'occasione del suo intervento a Roma alla undicesima Conferenza degli ambasciatori per inviare agli italiani e alle forze politiche una sorta di «messaggio» sulla politica estera del nostro Paese e sulla situazione internazionale.

Calciomercato - Serie A

Milan: vinto il derby, ora Ibra non serve più

Questa l’analisi apparsa su un importante quotidiano sportivo all’indomani del derby cinese vinto di misura dal Milan di Mihajlovic. La buona mini-prestazione di Bacca e Luiz Adriano (appena mezzora in campo) non deve condizionale le scelte di Galliani. Ai rossoneri servono ancora un difensore, un regista e…Ibrahimovic.

Borse

La Cina spaventa ancora i mercati

Piazza Affari in pesante ribasso al giro di boa di metà seduta in scia al nuovo crollo della Borsa di Shanghai e al timore di una frenata dell'economia del gigante asiatico, con i profitti delle grandi imprese cinesi scesi a giugno dello 0,3%.

I cinque stelle romani puntano il dito contro il sindaco

M5s: Le scuse di Marino? Irricevibili e tardive

In occasione della conferenza stampa di venerdì scorso in Campidoglio in cui si annunciava la rivoluzione di Atac, il primo cittadino di Roma Ignazio Marino chiedeva scusa ai cittadini per i disagi subiti nelle ultime settimane. Per i pentastellati romani le parole di Marino sono ingiustificabili

La denuncia di Fabio Cento di Sel

«Marino esca dal palazzo»

E' necessario che a Roma vi sia un governo che torni al servizio innanzitutto delle periferie e di chi vive nel disagio frutto della crisi. Ad affermarlo è il neo segretario romano di Sel, Fabio cento, che continua: «La sinistra torni ad essere popolare»