27 maggio 2024
Aggiornato 11:30
Politica estera | Crisi marò

Marò, offensiva di Bonino all'ONU

L'obiettivo del governo italiano è quello di «riportare in Italia con dignità» Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due Fucilieri di Marina trattenuti in India nell'ambito dlel'inchiesta sulla morte di due pescatori del Kerala

ROMA - L'obiettivo del governo italiano è quello di «riportare in Italia con dignità» Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due Fucilieri di Marina trattenuti in India nell'ambito dlel'inchiesta sulla morte di due pescatori del Kerala. Lo ha confermato il ministro degli Esteri Emma Bonino in un'informativa al Senato.

SOLIDARIETÀ UE - L'Italia ha ricevuto «grande solidarietà» dall'Unione europea e dalla Nato sulla vicenda dei due marò trattenuti in India, una solidarietà «non scontata» e che «è stata confermata dall'Ue con l'intervento» dell'Alto Rappresentante Ue per la Politica estera «Ashton e dalle lettere inviate al ministro degli Esteri e al National security advisor» indiano.
«Nuovi passi» dell'Unione europea saranno compiuti nelle prossime ore nei confronti del segretario generale delle Nazioni Unite Ban ki-moon riguardo alla vicenda dei due marò italiani trattenuti in India. Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri all'indomani della riunione di coordinamento a 28 dell'Ue a New York, in relazione alla decisione indiana di sottoporre Massimiliano Latorre e Salvatore Girone alla legge antipirateria e antiterrorismo (Sua Act).

CASINI: BAN KI-MOON CI HA PRESO IN GIRO - Con le sue affermazioni di ieri sulla vicenda dei due marò italiani trattenuti in India, «il segretario generale dell'Onu ha preso in giro l'Italia». E' quanto ha detto il presidente della Commissione Esteri del Senato, Pier Ferdinando Casini, dopo l'informativa del ministro degli Esteri Emma Bonino. «Siamo alla follia» se si pensa che quella di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sia una questione bilaterale, come spiegato dal leader dell'Onu, ha insistito Casini.