18 ottobre 2018
Aggiornato 13:00

Fini, Tulliani, Montecarlo. Lui: «E' un atto dovuto. Sapevo perfettamente che sarebbe successo»

Avviso di garanzia consegnato all'ex leader di Alleanza nazionale dalla Procura di Roma. Le indagini, affidate ai militari della Gdf dello Scico hanno ricostruito responsabilità oltre che per il politico anche per la moglie, Elisabetta Tulliani e i parenti più stretti di lei Sergio e Giancarlo Tulliani a cui sono stati sequestrati preventivamente bene per 5 milioni di euro

Fini: sono innocente

Sulla condanna dell'Italia per i fatti del G8 di Genova, parla Gianfranco Fini, allora vicepresidente del Consiglio. Che ribadisce di essere rimasto qualche ora a Forte San Giuliano perché non voleva allontanarsi in elicottero, e che sostiene che, dalla politica, non partì nessun ordine. Per Fini, anzi, appurati gli eccessi, è giusto che vengano puniti.

Renzi, Berlusconi, Salvini: tre tenori alle prese con il loggione

Il modello «dittatoriale» della Lega Nord di Matteo Salvini, invocato ieri dall’epurato Flavio Tosi, riporta l’attenzione su una questione affrontata più volte: la figura del padre padrone che dirige il partito come fosse una sua azienda. Un tale atteggiamento sembra unire più d'ogni altra cosa i tre leaders più famosi del momento.

Gli usciti dal coro

Follini, Casini, Fini: la storia è piena di politici usciti dal loro partito e poi naufragati. Ora il sindaco di Verona medita di candidarsi alla presidenza del Veneto con una sua lista civica. Anche lui andrà incontro allo stesso destino?

In arrivo le strane coppie e le geometrie variabili di Berlusconi

Con l’avvicinarsi delle regionali inizia a definirsi, con molte difficoltà, il quadro delle alleanze in un centrodestra sempre più frammentato. La formula scelta da Silvio Berlusconi, che sottoporrà a Matteo Salvini in un incontro previsto ad Arcore all’inizio della prossima settimana, è quella delle alleanze a geometria variabile.

Fini: «Renzi è come Berlusconi»

A parlare è l'ex presidente della Camera ed ex leader di Alleanza nazionale, Gianfranco Fini: «Quando raggiungi un consenso come quello che è stato raggiunto, non puoi dare la colpa agli altri. Sinistra contro Cgil? Anni fa avrei pensato a un film di fantascienza. Eccessi di voto di fiducia è grido d'allarme per democrazia»

Toti: «Salvini, farai la fine di Monti e Fini»

Continua la polemica tra Forza Italia e Lega Nord in seguito alle dichiarazioni di ieri del leader del Carroccio, Matteo Salvini, che annuncia la nascita di un nuovo centrodestra, in cui non sembra gradita la presenza di Silvio Berlusconi.

Gasparri: «Luxuria non è il portavoce di Berlusconi»

L'incontro di Silvio Berlusconi e Vladimir Luxuria ad Arcore ha suscitato le reazioni del Nuovo Centrodestra di Alfano, ma non solo: anche Maurizio Gasparri si fa sentire e, in un'intervista a Il Tempo, chiede a Silvio Berlusconi che sui temi caldi di unioni civili e apertura ai diritti gay ci sia un confronto nel partito.

Toti: Alfano piange su una poltrona del Pd

L'europarlamentare e consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giovanni Toti, in un tweet commenta la posizione scomoda ricoperta oggi dal leader di NCD, Angelino Alfano, alla luce del ritorno in Forza Italia del senatore Antonio D'Alì. Per Maurizio Gasparri, la slealtà e l'inconcludenza di NCD pagano ora le conseguenze delle loro azioni opportuniste.

Brunetta: Renzi? Un cantastorie

Dopo il discorso alla Camera per esporre il programma dei «Mille giorni«, Matteo Renzi deve affrontare le critiche dell'opposizone. Per Daniele Capezzone (Fi), il premier è un disco rotto già sentito. Renato Brunetta lo accusa invece di reorica. E Andrea Mandelli vorrebbe che il governo passasse, finalmente, dalle parole ai fatti.

Contro il governo anche fuoco amico

Dentro e fuori il Parlamento, si levano voci contro il premier del Consiglio. Per il segretario della Fiom, Maurizio Landini, Matteo Renzi sta portando avanti il lavoro sporco dei suoi predecessori. Massimiliano Fedriga, della Lega Nord, lo accusa di raccontare favole. Nunzia De Girolamo, Ncd, gli ricorda via twitter che il Sud è un valore aggiunto per l'Italia e non un vano elenco di promesse.

Rampelli (Fdi): «Fini mantenga uno straccio di stile»

Il capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale: «Rammenti di aver guidato incontrastato la destra italiana per 20 anni, fino al suo epilogo. È stato vicepremier per cinque anni, anche se si fa fatica a ricordare qualcosa della sua permanenza al governo»

Fini: «Io non mi candido a nulla»

L'ex presidente della Camera: «So di non essere l'uomo per tutte le stagioni, cerco solo di organizzare una discussione perché me lo chiedono tanti e tanti elettori di centrodestra»

Fini ci riprova: il 28 giugno assemblea di Partecipa

«L'Italia che vorresti, la tua idea per la destra che non c'è» è il messaggio che si legge nella homepage del sito www.partecipa.info annunciando la convocazione a Roma, al Palazzo dei Congressi dell'Eur. Ha lo scopo di «ascoltare gli elettori delusi e disorientati dall'attuale condizione della destra, e più in generale, del centrodestra»

Crosetto: «In questo modo vincerà sempre Renzi»

Il coordinatore di Fratelli d'Italia: «Le elezioni amministrative, con alcune eccezioni importanti, dimostrano la totale mancanza di appeal di questo centrodestra. Il motivo è semplice: non esiste più». Fini: «Serve chiarezza». Dura la replica di Savino (Fi): «Nel centrodestra non c'è più posto per l'ex Presidente della Camera».

«Ricostruire una nuova destra per immaginare un'altra italia»

E' questo il tirolo della 32esima Festa Tricolore di Mirabello, tradizionale appuntamento della destra italiana, in programma da domani a domenica, sotto la regia del reggente di FLI Roberto Menia. Prima edizione degli ultimi vent'anni in cui il programma non prevede interventi per Gianfranco Fini

Fini: Serve un Piano nazionale rifiuti

«Il caos nella gestione dei rifiuti va superato attraverso un piano nazionale». Lo ha sostenuto il presidente Gianfranco Fini in occasione della presentazione del Rapporto 2012-2013 sul ciclo dei rifiuti di Italiadecide, associazione presieduta da Luciano Violante

Fini, capolista ovunque. Fuori i giovani dalle liste di FLI

Gianfranco Fini capolista in tutte le circoscrizioni, Italo Bocchino che lo segue in Campania 1 e 2, in Calabria e molto probabilmente in una delle tre circoscrizioni in cui è divisa la Lombardia e tante polemiche: a pochi giorni dalla scadenza della presentazione delle liste al Viminale, Fli non ha ancora chiuso le sue liste per la Camera

Fini: Berlusconi non ha più nulla da dire

Il leader di FLI: «Quello di ieri sera è stato un grande spettacolo con un grande protagonista televisivo. Gli ultra della curva ieri erano al settimo cielo, ma questo modo istrionesco non recupera quell'elettorato che si chiede perché il centrodestra ha deluso tante aspettative»

Fini «spera» nel Monti bis

Il leader di FLI: «Credo sia doveroso mettere insieme una lista per l'Italia che basandosi su pochi punti programmatici concreti indichi chiaramente agli italiani che alle consultazioni diremo che è opportuno che Monti riceva un incarico per continuare»

Fini a Montezemolo: Si deve ricostruire senza archiviare la politica

Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha apprezzato il discorso del leader di ItaliaFutura, Luca Cordero di Montezemolo, che ha trovato «meritevole di attenzione»: vedremo se si può collaborare. Difficile commentare Berlusconi, non mi interessa. Da Grillo loro non ricordo proposte concrete per governare

Fini: Berlusconi verso Grillo? Italia a rischio

Il leader di FLI: «I moderati accelerino e il Pd tenga i nervi i saldi». Bersani: «Il contributo di Monti si vedrà con lui dopo le elezioni». Formigoni: «Il Pdl non tolga l'appoggio al Premier». Landolfi: «Alfano convochi direzione Pdl, fare chiarezza»

Fini: L'immunità parlamentare? Favorevole a limitarla

La terza carica dello Stato ha spiegato che bisogna «tutelare il reato di opinione, ciò che i parlamentari dicono in Aula, quello non può essere perseguito» ma «i comportamenti fuori dalle aule, quelli che determinano fattispecie di reati, devono essere perseguiti»