23 giugno 2024
Aggiornato 09:30
Passa una norma che vieta le intercettazioni nascoste

Intercettazioni «rubate», carcere per chi viola il divieto

E' un emendamento sulla diffusione di video e audio «rubati» che provoca il terremoto a Montecitorio. Con i 5 Stelle che salgono sulle barricate e lo stesso Guardasigilli Orlando che si dice perplesso sugli effetti che produrrebbe e frena: «Non è l’orientamento del governo prevedere la galera per i giornalisti».

In aula lunedì provvedimento licenziato da Commisione Giustizia

Riforma processo penale, ecco il ddl che andrà alla Camera

Delega al governo sulle intercettazioni che dovrà predisporre norme per evitare la pubblicazione di conversazioni irrilevanti ai fine delle indagini riguardanti persone estranee. Aumento delle pene minime per i furti e le rapine e il voto di scambio. Novità anche sui tempi di indagine e sui poteri del gup-gip.

Per Ferraresi di M5S si invoca la privacy per coprire i corrotti

«Ora si è capito, Renzi vuole mettere il bavaglio alle intercettazioni»

E' in discussione alla Camera il ddl del governo di riforma al processo penale, che contiene una delega sulle intercettazioni. Dopo il caso Lupi, Ncd è insorta a favore di una revisione della disciplina delle intercettazioni, che imporrebbe anche forti restrizioni alla pubblicazione delle stesse. E, per Vittorio Ferraresi (M5s), Renzi gli sta dando man forte. Bavaglio in vista?

L'esecutivo boccia le proposte di M5S sulla prescrizione

Businarolo: grazie a Renzi, addio processi più brevi

Oggi, alla Camera, si discute di intercettazioni e prescrizione. E, per entrambi i provvedimenti, la strategia del M5S potrebbe essere decisiva. Ma la grillina Francesca Businarolo annuncia, al DiariodelWeb.it, che le proposte del Movimento sulla prescrizione - allungamento dei tempi e sospensione dopo la sentenza di primo grado - sono già state bocciate dalla maggioranza.

Un decreto «all'acqua di rose»

Molteni: dl antiterrorismo distrugge la privacy? L'ultimo dei problemi

Alla denuncia del M5s, secondo cui il dl antiterrorismo mette a rischio la privacy delle nostre comunicazioni, risponde il leghista Nicola Molteni: di fronte alla minaccia dell'Is, afferma il deputato, la privacy è l'ultimo dei problemi. E spiega tutti i motivi per i quali la Lega, i cui emendamenti sono stati bocciati in Aula, considera la norma troppo blanda e poco coraggiosa.

Eleonora Bechis (M5S) sulle «pazze spese» delle procure

Bechis (M5S): «Si faccia qualcosa per quelle salatissime intercettazioni»

Conti salatissimi, sulle intercettazioni, per le procure italiane. Conti che, per Eleonora Bechis, variano sensibilmente di regione in regione e di città in città. Perchè ciascuna procura, di fatto, è una «stazione appaltante» a sè, che decide se ricorrere a una gara o a una trattativa privata. Con il risultato, come da italianissimo copione, di provocare un enorme spreco di denaro pubblico

L'ira Napolitano contro il settimanale

Berlusconi: Panorama? Io non c'entro

Di fatto dall'ex premier non è arrivata nessuna nota a sostegno del Colle. Fonti Pdl spiegano che il Cavaliere avrebbe dato sì il via libera alle dichiarazioni di solidarietà (con alcune eccezioni, come Bondi) degli esponenti del partito, ma a patto che non fossero troppo «genuflesse»

L'intercettazione tra il Colle e Mancino

Napolitano: «Non sono ricattabile». E con Berlusconi è gelo

Non siamo al «non ci sto» di Oscar Luigi Scalfaro, ma la sostanza è quasi la stessa: Giorgio Napolitano non va in tv come il suo predecessore, ma la nota del Quirinale che definisce «risibile» ogni tentativo di «ricattare», di «campagna di insinuazioni e sospetti», di «manovra destabilizzante» è di una durezza senza precedenti

Politica & Giustizia

Ingroia a Monti: Noi abbiamo sempre rispettato la lagge

Il Procuratore aggiunto di Palermo: Il riferimento di Monti all'attività della procura di Palermo lo definirei un po' ingeneroso. Napolitano? Conflitto di attribuzione strumento legittimo. Monti: Governo sta facendo molti cambiamenti. Bongiorno: Ok procura Palermo, Monti non è Berlusconi. Belisario (Idv): Napolitano ora ascolti Zagrebelsky

Giustizia & Politica

Ingroia: D'Ambrosio? Nessun senso di colpa

Il Procuratore di Palermo a KlausCondicio: Non ho provato nessun senso di colpa per la morte di Loris D'Ambrosio, ma profondo dispiacere sul piano umano sì. Non condivido dichiarazione di Monti. Seconda Repubblica fondata sul sangue delle Toghe assassinate

Cicchitto: Trittico su Giustizia. Severino: No alla cultura del sospetto

D'Ambrosio scalda gli animi, il Pdl «chiama» il Governo

La fine improvvisa di Loris D'Ambrosio, il consigliere giuridico del Quirinale finito al centro della polemica sulla trattativa Stato-mafia a causa delle sue telefonate con l'indagato Nicola Mancino intercettate dalla Procura di Palermo, ha rilanciato l'eterno tema della riforma delle intercettazioni

Giustizia | La riforma delle intercettazioni

Intercettazioni: Severino, nessun «bavaglio»

Il Ministro della Giustizia respinge la tesi del quotidiano «Repubblica», che la sospetta di voler strangolare il diritto di cronaca attraverso la riforma delle intercettazion: «Filtro ad atti pubblicabili» ma «provvedimento va ponderato»