29 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
Scandalo Consip

Brunetta a Renzi: «Intercettazioni? Il PD ci ha costruito battaglia contro Berlusconi»

Il Capogruppo di Forza Italia alla Camera: «La legge è chiara oggi come lo era allora, solo che quando c'era di mezzo Berlusconi quelli del Pci-Pds-Ds-Pd andavano in piazza a manifestare contro il bavaglio e con lo slogan 'Intercettateci tutti'»

Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera
Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera ANSA

MILANO - «Un tentativo eversivo contro Renzi? La sua denuncia è certamente legittima, ma puzza di ipocrisia. Da molti anni c'è un utilizzo abnorme di intercettazioni che vengono passate ai giornali in modo illegale. Noi lo abbiamo denunciato quando accadeva contro Berlusconi e lo facciamo anche oggi. Mentre i compagni del Pd hanno costruito la loro battaglia politica anche con questi strumenti». Così Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un'intervista a «La Stampa».
«Pubblicare un'intercettazione illegale configura il reato di ricettazione, esattamente come un gioielliere che compra un orologio rubato. Noi l'abbiamo sempre pensata così e abbiamo la coscienza a posto - ha detto Brunetta - Nel Pd, invece, in questi giorni va in scena un 'contrordine compagni'. La legge è chiara oggi come lo era allora, solo che quando c'era di mezzo Berlusconi quelli del Pci-Pds-Ds-Pd andavano in piazza a manifestare contro il bavaglio e con lo slogan 'Intercettateci tutti'. Perché Renzi non denunciò allora il tentativo eversivo contro Berlusconi? Solo se lo avesse fatto, oggi sarebbe credibile. E invece contro gli avversari quelle telefonate facevano comodo... si vergognino».
Noi «non abbiamo mai usato questi strumenti illegali contro gli avversari. E anche in questi giorni ho denunciato il circuito giornalistico-giudiziario che fa danni spaventosi alla democrazia. Fino a livelli eversivi. Ma la denuncia di Renzi mi fa male per la sua ipocrisia. Non ha diritto di gridare allo scandalo», ha sottolineato Brunetta.

Berlusconi: «Contrarissimo ad accuse a Renzi e Boschi»
«Sono assolutamente contrario a tutto ciò che sta succedendo sia riguardo alla famiglia Renzi sia riguardo a ciò di cui è stata accusata la famiglia Boschi». Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, a margine di un incontro alla scuola politica del suo partito. «Con me hanno usato tutti questi strumenti, ma io continuo a essere contro questi strumenti che ledono la privatezza degli individui» ha aggiunto l'ex Premier.