19 gennaio 2020
Aggiornato 21:00
Tecnologia per impedire intercettazioni

La Cina sta cercando di diventare «invisibile»

Pechino batte i rivali americani ed europei nella corsa alle trasmissioni ultrasicure. La tecnologia quantistica è infatti a prova di hacker e per realizzarla si stanno investendo miliardi di dollari.

La Cina ritiene di essere minacciata dall'esterno da cyberattacchi e dal rischio d'intercettazioni diffuse.
La Cina ritiene di essere minacciata dall'esterno da cyberattacchi e dal rischio d'intercettazioni diffuse. Shutterstock

PECHINO - La Cina ha lanciato oggi in orbita il primo satellite per le comunicazioni «quantistiche», che dovrebbe portare il paese all'avanguardia in questa tecnologia avanzatissima. Lo scrive il Global Times, un sito legato al Partito comunista cinese.
Il satellite QUESS (Quantum Experiments at Space Scale) è stato lanciato dal centro spaziale di Jiuquan, nel deserto del Gobi, in Cina nordoccidentale, con un missile Lunga Marcia 2D. Pesa 640 kg e orbita ogni 90 minuti a un'altezza di 500 km dalla superficie terrestre. E' stato soprannominato «Micius», il nome latino del filosofo classico cinese Mozi che per primo fece esperimenti ottici.
Attualmente, la fisica quantistica è utilizzata nell'informatica delle comunicazioni o per violare i codici o per proteggerli. Normalmente i chip al silicio funzionano su una base binaria - 0 e 1 - mentre i dati nei computer quantistici possono essere simultaneamente in entrambi gli stati. Questo rende un computer quantistico infinitamente più rapido.

Tecnologia per impedire intercettazioni
La Cina ritiene di essere minacciata dall'esterno da cyberattacchi e dal rischio d'intercettazioni diffuse. Accusa, peraltro, che dall'esterno ribaltano su Pechino. «Alcune grandi potenze, come gli Usa, la Russia e l'Unione europea, stanno facendo grandi sforzi nella ricerca sulla tecnologia quantistica, perché può essere usagta in diversi ambiti, non solo a uso civile, ma anche militare», ha spiegasto Song Zhongping, un esperto militare cinese, al Global Times.
«Il satellite appena lanciato porta a una transizione nel ruolo della Cina, da inseguitore nella classica tecnologia dell'informazione (IT) a uno dei leader che guidano ile future conquiste dell'IT», ha dichiarato Pan Jianwei, capo scienziato del QUESS all'agenzia di stampa ufficiale Xinhua.