4 dicembre 2022
Aggiornato 03:00
Presentata la proposta a Bruxelles

Riduzione gas serra, criteri UE penalizzano l'Italia

All'Italia è stato assegnato un obiettivo del 33%, meno che alla Francia (37%) alla Germania (38%) e al Regno Unito (37%), che però, a causa della Brexit, potrebbe fra qualche anno non essere più vincolato dalle decisioni UE. Il Ministro dell'Ambiente, Galletti: «Proposta iniqua»

La bozza di accordo passa nelle mani dei ministri dei 195 paesi

COP21, i negoziati sul clima entrano nella fase cruciale

Nella bozza figurano ancora numerosi punti controversi, tanto sull'obiettivo dei due gradi, che sulla questione della ripartizione degli sforzi tra i paesi, sui mezzi da mettere in campo per l'adattamento ai cambiamenti climatici oltre alla questione cruciale dei finanziamenti.

Politiche energetiche

L'ecobonus conviene e il governo vuole ampliarlo

«È intenzione dell'esecutivo confermare le detrazioni del 65 per cento sugli interventi di efficientamento energetico degli edifici, puntando, per quanto consentito dai vincoli di bilancio, ad una possibile stabilizzazione o ad un ampliamento della platea incentivata», ha detto alla Camera il sottosegretario per le Riforme, Ivan Scalfarotto

Efficienza e sostenibilità

L'Ecobonus sarà esteso al 2016

Il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti: «Il governo sta improntando un piano industriale per contrastare i cambiamenti climatici, all'interno del quale ci sono provvedimenti che verranno reiterati, come ad esempio l'Ecobonus». Sugli inceneritori: non sono il male di tutti i mali

Galletti: «Un connubio tra ambiente, agricoltura ed energia»

In Sicilia si produrrà energia dalla posidonia, ma guai a considerarla un rifiuto

Verrà avviato a Castelvetrano Selinunte (Tp) un impianto pilota per produrre compost dalla pianta acquatica, che potrà essere usato come fertilizzante o combustibile. Questo vegetale, malvisto da molti bagnanti, è una vera e propria manna dal cielo per quelle spiagge dove è presente, perché fra le altre cose indica una buona qualità dell'acqua e le protegge dall'erosione

Esclusa la Sardegna

Ecco dove finiranno i rifiuti atomici italiani

Secondo il fattoquotidiano.it, che ha sentito alcuni esperti del ministero dell’Ambiente e della Sogin, le scorie nucleari italiane andranno a finire tra Puglia, Lazio, Toscana, Veneto, Basilicata e Marche. Il 16 giugno sarà finalmente resa pubblica la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) ad ospitare il sito

Il nostro Paedse ospiterà una pre-conferenza sui cambiamenti climatici

L'Italia vuole aiutare l'Africa con tecnologie per produrre rinnovabili

«E' indispensabile esportare» i mezzi tecnici per produrre energia pulita «nei Paesi più poveri», iniziando dal Continente nero, ha detto il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, durante il seminario «Il ruolo dell'Energia per una crescita sostenibile in Africa» organizzato nei giorni scorsi alla Farnesina per la Giornata dell'Africa 2015

Il nostro Paedse ospiterà una pre-conferenza sui cambiamenti climatici

L'Italia vuole aiutare l'Africa con tecnologie per produrre rinnovabili

«E' indispensabile esportare» i mezzi tecnici per produrre energia pulita «nei Paesi più poveri», iniziando dal Continente nero, ha detto il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, durante il seminario «Il ruolo dell'Energia per una crescita sostenibile in Africa» organizzato nei giorni scorsi alla Farnesina per la Giornata dell'Africa 2015

Spunta l'ipotesi del decreto interministeriale

Ecoreati: la discussione sull'airgun è ancora aperta

L'articolo del ddl che vieta la tecnica di esplorazione dei fondali sottomarini per scovare idrocarburi, potrebbe far slittare l'approvazione della legge attesa in Aula della Camera il 27 aprile. Forza Italia, Scelta civica e Nuovo centrodestra hanno presentato 18 emendamenti al testo, per chiedere fra le altre cose che venga rimosso il divieto.

Stop alle trivelle nelle coste Polesane, Veneziane e del Delta del Po

Zaia: bene la decisione del Mise di limitare le trivellazioni in Alto Adriatico

Il presidente de Veneto: «Speriamo non sia una promessa da marinaio, dopo mesi, anche il governo è finalmente sceso in campo accanto a chi, come me, da tempo si preoccupa di salvaguardare il futuro del territorio da possibili danni causati dal rischio inquinamento e subsidenza». Intanto non è chiaro se la Croazia terrà il referendum popolare sulle attività estrattive offshore

«Effetti potenzialmente devastanti per la vita del mare»

Pellegrino (Sel): in Italia scienziati vogliono l'airgun, negli Usa chiedono di vietarlo

La deputata di Sinistra ecologia e libertà è prima firmataria di un'interrogazione al ministero dell'Ambiente, per sapere «quali siano le valutazioni del Governo in merito all'utilizzo della tecnica dell`air gun, volta a consentire le ispezioni dei fondali marini per la coltivazione di idrocarburi». La parlamentare ha fatto notare come il dibattito scientifico sia acceso sull'argomento

Anche il Nuovo centrodestra difende la tecnica

Galletti: «Approvare dl ecoreati senza modifiche», ma cambiarlo subito dopo sull'airgun

Il ministro dell'Ambiente: «Sono per l'approvazione del disegno di legge» immediato e così com'è. «Ma, su alcune norme comprese, quelle sulle trivellazioni sottomarine, se sono da rivedere, ci sarà la disponibilità del governo a farlo». 9 istituti di ricerca contro il divieto perché blocca la scienza, ma gli ambientalisti replicano: «Vietato solo per la coltivazione di idrocarburi».

Ecoreati: la Lega si è astenuta nel voto al Senato

«Al giustizialismo contro le aziende non ci stiamo»

Il voto a larga maggioranza del Senato sull'ecoreato fa ben sperare in merito al ritorno del ddl alla Camera. Eppure, non tutti sono contenti di come è andata: la Lega Nord, ad esempio, si è astenuta. E questo, spiegano dal partito al DiariodelWeb, perchè il provvedimento sarebbe troppo rigido rispetto agli altri Paesi europei e penalizzerebbe troppo le nostre aziende.

Il premier croato ha annunciato un referendum popolare

L'Italia dirà la sua sulle trivellazioni in Adriatico lanciate dalla Croazia

Roma parteciperà alla Valutazione ambientale strategica (Vas), sulle zone individuate dal Paese confinante per l'estrazione di idrocarburi di concerto con Zagabria, come ha reso noto il Wwf. Saranno recepite anche le osservazioni delle Regioni interessate: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia.

Sicurezza alimentare | OGM

Galletti: «Comprate prodotti italiani»

Dopo la direttiva che lascia libera scelta agli Stati sulle coltivazioni OGM il Ministro dell'Ambiente è chiaro: «purtroppo sulle importazioni non possiamo agire, ci sono le regole della libera concorrenza, ma se i cittadini acquistano prodotti italiani hanno la certezza di consumare prodotti naturali»

Elvira Savino illustra le ultime novità in materia rifiuti

L'odissea tutta italiana di quei rifiuti mal gestiti

La deputata di Forza Italia Elvira Savino, che a dicembre si era fatta promotrice di un'interrogazione parlamentare in merito alla multa europea assegnata all'Italia in materia di rifiuti, aggiorna i nostri lettori sullo stato dell'arte. E se ancora mancano 54 milioni per completare le bonifiche, si spera tuttavia in una riduzione della sanzione già nel primo semestre per "buona condotta"

Rifiuti

Discariche illegali, multa record all'Italia

La Corte europea di giustizia ha inflitto all’Italia una multa forfettaria di 40 milioni di euro per il mancato rispetto della normativa Ue in materia di gestione dei rifiuti e delle discariche a cui si aggiungeranno penalità fino a un massimo di 42,8 milioni per ogni semestre che passerà dalla sentenza fino alla messa in regola delle 218 discariche illegali presenti sul territorio italiano.