24 giugno 2021
Aggiornato 14:00
Politiche fiscali

Poletti: «Fisco? Sappiamo cosa fare, ma farlo è più complesso»

Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, «bisogna rendere le norme per le imprese più semplici e più chiare» e questo si cercherà di farlo con legge delega. Galletti: «Sono per una moratoria fiscale, dopo due anni vediamo».

MIRANDOLA - L'orientamento sulla riforma fiscale in Italia è chiaro, ma concretizzarlo è più complesso perché, «se non si tengono insieme tutti i pezzetti, il castello rischia di cadere». Per il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, «bisogna rendere le norme per le imprese più semplici e più chiare» e questo si cercherà di farlo con legge delega.
«La ricetta a dirla è semplice farla è più complicata - ha detto Poletti nel suo intervento all'assemblea nazionale di CNA a Mirandola -. Abbiamo bisogno di semplicità e certezza» perché «l'impresa, in natura, ha la caratteristica di dover prendere decisioni in una condizione di incertezza; quella è un'incertezza 'normale'; poi succede che noi gli mettiamo addosso un'incertezza che non è normale». Dal punto di vista fiscale «dobbiamo tendenzialmente ridurre il peso del fisco sulle imprese e sul lavoro; abbiamo bisogno di rendere le norme semplici e chiare».
Questo sarà possibile «se saremo bravi useremo bene l'applicazione della legge delega sul fisco per dare sostanza a questo concetto».

Meno tasse su lavoro, imprese, norme semplice e certe - La semplificazione fiscale per le imprese, secondo il ministro Poletti «è molto complicata»: infatti «avere una iperegolazione, confusa e complessa, rende anche il percorso per la semplificazione a sua volta molto complicato. Ho visto un primo documento di semplificazione di 80 pagine? è la fine del mondo». Ma «mi hanno spiegato» che «se non teniamo attaccati tutti i pezzetti, il castello rischia di venire giù».
Ora «siamo di fronte a passaggio difficilissimo: l'orientamento è chiaro: meno tasse su lavoro, imprese, norme semplice e certe. Farlo è veramente esercizio difficile, ma che saremo in grado di fare con legge delega sul fisco che prevede queste cose. Dobbiamo dimostrare di avere capacità».

Galletti: Sono per una moratoria fiscale, dopo due anni vediamo - Per sgravare il peso fiscale sulle imprese sarebbe opportuna una «moratoria». E' importante, secondo il ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti, fare una riforma e dopo due anni non cambiarla ancora.
«Sarei per una moratorio fiscale - ha detto Galletti nel suo intervento all'assemblea nazionale di Cna a Mirandola - . Facciamo la riforma, poi prendiamo l'impegno di non cambiarla per due anni e vediamo come funziona».