17 agosto 2019
Aggiornato 14:30
La manifestazione

Il «popolo del lavoro» scende in piazza a Roma

«Futuro al lavoro»: è questo lo slogan della protesta che si pone l'obiettivo di indurre il Governo a confrontarsi con le parti sociali per cambiare la politica economica

Governo Gentiloni

Pensioni, il governo non convince i sindacati

o della Cgil che ha già indetto una prima iniziativa di mobilitazione per sabato 2 dicembre. Giudizio positivo della Cisl e un «ni» della Uil

Congresso CISL

Furlan: «Abbiamo difeso migliaia di posti di lavoro»

La leader della CISL: «Ringrazio il Papa, rappresentare i bisogni degli ultimi. Diciamo grazie di cuore anche a Susanna Camusso e a Carmelo Barbagallo per il loro intervento al nostro congresso».

Cessione good bank

Good bank, cosa è stato deciso al vertice al Tesoro

Al vertice d'emergenza convocato dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, al Mef per sciogliere il nodo della cessione delle good bank c'erano anche il governatore Visco, i vertici di Ubi Banca, Unicredit e Intesa San Paolo

previdenza e mercato del lavoro

Pensioni, "clima positivo" all'incontro tra Poletti e i sindacati

Il ministro del Lavoro si è confrontato questa mattina con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil. All'orizzonte si profilano altri due incontri, ma il governo ha già chiarito - con il metodo della carota e del bastone - che l'ultima parola spetterà ai vincoli di bilancio

eni conferma impegni con versailles

Eni, sciopero dei lavoratori nella capitale

Si è tenuto oggi lo sciopero dei lavoratori del gruppo Eni per manifestare contro la svendita della chimica da parte della società. In piazza a guidare la protesta dei lavoratori c'errano Fictem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e Ugl Chimici

Previdenza per «far cassa»

Barbagallo: «Se Renzi tocca le pensioni è da mandare a casa»

Duro il leader della UIL: Su assegni reversibilità il Premier «ci prova», ma «sbatterà il muso». La replica del Ministro Poletti: «La polemica sulle pensioni di reversibilità è totalmente infondata».

Caso Versalis

Barbagallo: «No alla cessione della chimica»

Il leader UIL, non bisogna uscire da settori strategici: «Senza avere i settori strategici questo paese rischia di diventare la cenerentola della mainfattura in Europa».

Si rafforza l'unità

Statali, contratti e pensioni: l'ultimatum dei sindacati al Governo

Lo sforzo messo in campo da CGIL, CISL e UIL per approdare a una proposta comune sui contratti, da offrire poi al tavolo con le controparti aziendali, dovrebbe dare i primi risultati verso metà gennaio, quando saranno convocati gli esecutivi unitari per varare la piattaforma sul nuovo modello contrattuale.

Torna la battaglia delle pensioni

Sindacati uniti contro la legge Fornero

Cambiare la legge Fornero sulle pensioni per introdurre una flessibilità in uscita con cui liberare posti di lavoro e fare largo ai giovani. A richiederlo, ancora una volta, sono Cgil, Cisl e Uil che per questo hanno convocato, a Torino, Firenze e Bari, gli attivi dei quadri e dei delegati dei lavoratori.

Ma senza un accordo delle parti il Governo interverrà

Sindacati: rinnovi e riforma contratti. Poletti spera in un'intesa

Una posizione unitaria di Cgil, Cisl e Uil sulle nuove regole per i contratti ancora non c'è e non è detto che ci sarà. I rispettivi leader sono però pronti a riprendere, in qualsiasi momento, il confronto con Confindustria

Mercato del lavoro

«Intanto rinnoviamo i contratti, poi discutiamo»

Così il segretario confederale Vera Lamonica commenta le parole del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che ha invitato il sindacato a un nuovo patto sui contratti «da applicare al più presto». Barbagallo (UIL): «Di pari passo rinnovi e confronto riforma contratti»

Dopo polemiche nota di Padoan e Poletti: «Valutazioni in corso»

Si scalda il fronte pensioni

Dopo che il premier Matteo Renzi ha precisato che modifiche sulla flessibilità in uscita ci saranno solo a costo zero per lo Stato. Il Mef oggi ha impresso uno stop anche al percorso avviato dalla commissione Lavoro della Camera sulla settima salvaguardia per gli esodati e sulla cosiddetta Opzione donna

Welfare | Previdenza

«Riformare la legge Fornero subito»

La flessibilità «è un'esigenza riconosciuta da tutti, peraltro riconosciuta dal governo fino a pochi giorni fa, dire che non si fa fino al 2018 significa che si fanno altre scelte di politica economica» e «continueremo ad avere un disoccupazione giovanile al 40% che è il dramma più grande del Paese». Così il segretario confederale della Cgil Vera Lamonica.

Cgil, Cisl e Uil con gli edili

Sabato in piazza i sindacati per l'edilizia

Con lo slogan «Oggi X domani» sono attesi in piazza SS. Apostoli migliaia di edili provenienti da tutta Italia. A partire dalle ore 10 saranno presenti anche i segretario generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Anna Maria Furlan e Carmelo Barbagallo

La polemica

«Il sindacato unico esiste solo nei regimi totalitari»

La replica di Cgil, Cisl e Uil al sogno del Premier Renzi: «Una concezione che è concettualmente sbagliata perché presuppone che la totalità di orientamenti e la rappresentanza di tutti i soggetti, anche diversi, che vi sono nel mondo del lavoro, vengano inclusi in un pensiero unico»

Ddl Scuola

Pd: la riforma si può correggere, ma l'impianto non si tocca

Il Pd ribadisce la volontà di correggere la riforma della scuola anche accogliendo alcune delle richieste che arrivano da sindacati e insegnanti, ma «l'impianto» non si tocca e, in particolare, non esiste la possibilità di stralciare il capitolo relativo alle assunzioni dei precari e affidarlo ad un decreto ad hoc.

Sit-in sotto il Consolato americano a piazza della Repubblica

Barbagallo: «Le multinazionali fanno shopping in Italia, ma giocano con la vita dei lavoratori»

Una cinquantina di lavoratori dello stabilimento Whirlpool ex Indesit di Carinaro, in provincia di Caserta, ha effettuato un sit-in sotto il palazzo che ospita il Consolato americano in piazza della Repubblica. Per il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, le multinazionali come Whirlpool e Auchan vengono in Italia "a fare shopping" e poi lasciano sul territorio i disoccupati.

Primo Maggio

Da Pozzallo l'urlo dei sindacati: priorità accoglienza e lavoro

Nel paese ragusano manifestazione nazionale di Cgil, Cisl e Uil. Nel paese siciliano, frontiera d'Europa che soltanto nel 2014 ha accolto oltre 25mila migranti, si sono ritrovati circa 30mila persone che hanno affollato piazza delle Rimembranze, dove è stato allestito il grande palco, e poi il corso fino al lungomare.

E' ancora crisi nera per il mercato del lavoro

Camusso: «Il Jobs Act è un flop»

Alla vigilia della Festa del Lavoro arriva l'ennesima doccia fredda dall'Istat. A marzo il tasso di disoccupazione è salito al 13% dal 12,7% di febbraio, gli occupati sono calati di 59mila unità in un mese e il tasso di disoccupazione degli under 25 è salito al 43,1%.

In aula l'esame del ddl Damiano per la riforma

Pensioni, il sindacato aspetta mentre Monti e Salvini si scontrano sulla Fornero

Si è riunita ieri la Commissione Lavoro della Camera per proseguire l'esame sul disegno di legge Damiano per l'introduzione di flessibilità nel sistema delle pensioni, che prevederebbe il pensionamento a 62 anni con 35 anni di contributi. Intanto Carmelo Barbagallo della Uil è impaziente per un confronto sul tema col governo, mentre Mario Monti e Matteo Salvini battibeccano sulla legge Fornero.

Sistema pensionistico

Pensioni, dai Sindacati proposta di riforma

I segretari generali Susanna Camusso (Cgil), Annamaria Furlan (Cisl) e Carmelo Barbagallo (Uil) hanno scritto quindi al ministro del lavoro Giuliano Poletti per chiedere «un incontro per conoscere le intenzioni del governo e proporre i contenuti della proposta del sindacato».

La riforma del mercato del lavoro

Jobs act, il Governo non tratta

Il consiglio dei ministri in programma alla vigilia di Natale dovrebbe varare i primi due decreti: uno sugli ammortizzatori sociali, con l'estensione del sussidio di disoccupazione anche ai collaboratori, e un altro sul contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti. CGIL, UIL e CISL: «Lotte crescenti».

Sciopero generale

Cortei e manifestazioni in 54 città per dire no al Jobs act

L'Italia del lavoro si è fermata e ha mandato un messaggio chiaro al premier Matteo Renzi. «Blocchiamo il Paese per farlo ripartire, faremo una nuova Resistenza», ha tuonato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo. «Una grande risposta dei lavoratori contro le politiche dell'esecutivo», ha detto il numero uno della Fiom, Maurizio Landini.

Nel giorno dello sciopero generale

Polverini: Giù le mani dai diritti dei lavoratori

Alte adesioni, cortei e manifestazioni in 54 città per dire no al Jobs act, giudicato «vacuo dalla deputata» Fi Renata Polverini e anacronistico dalla leader della Cgil Susanna Camusso. Sulla stessa linea il segretario generale della Uil Barbagallo, che si è detto pronto a «bloccare il Paese per farlo ripartire»

Lavoro & Sindacati

Barbagallo: «Renzi più autoritario che autorevole»

Il Segretario della UIL: «Spero che il Premier ritorni normale, perché finora non lo è stato. Vorrei che capisse che il Governo deve confrontarsi con i corpi intermedi e far abbassare i toni. I toni alti creano condizioni di violenza, che non possiamo permetterci. Il Paese già soffre per la crisi economica e non può permettersi anche una crisi sociale».

Barbagallo (UIL) difende la manifestazione del 12 dicembre

«Renzi non pensi al nostro sciopero, ma a quello dei suoi elettori»

Il segretario della Uil risponde a chi continua a denigrare lo sciopero generale del 12 dicembre adducendo come motivazione la natura politica dell'azione. Per Barbagallo si tratta di una conseguenza necessaria alle azioni del Governo Renzi, troppo impegnato a gioire dei risultati politici da non accorgersi che il vero sciopero politico lo hanno fatto i cittadini non andando a votare.

Verso lo sciopero del 12 dicembre insieme alla Cgil

La UIL: «Non saremo mai come Landini»

La Fiom di Maurizio Landini "deve sapere che la sua idea di sindacato non la condividiamo e non la condivideremo mai". Così il leader designato della Uil, Carmelo Barbagallo, concludendo il XVI congresso della confederazione.

Per Renzi Cgil e Lega facce della stessa medaglia

«Camusso e Salvini fratelli gemelli»

Matteo Renzi torna ad attaccare il sindacato e stavolta lo fa paragonando il segretario nazionale della Cgil, Susanna Camusso, al leader del Carroccio, Matteo Salvini: «Sono due leader della protesta». Renzi afferma poi che mentre i sindacati sono impegnati a scioperare, è il Governo a creare lavoro.

Spaccatura Camusso-Furlan

Sciopero generale, la CISL non ci sta

Nella riunione tra i leader delle tre confederazioni a margine del congresso della Uil, è emerso che Cgil e Uil proclameranno lo sciopero generale per il 12 dicembre, ma la Cisl non aderirà alla protesta. Furlan: non ci siamo sfilati, mai valutato sciopero

Il ministro del Lavoro: «Sciopero senza motivo»

Poletti: «Spero che i sindacati sappiano cosa fanno»

La Uil proclama lo sciopero generale per il 12 dicembre, insieme con la Cgil, e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, rinuncia a intervenire al XVI congresso della confederazione di via Lucullo. A confermare la ragione del forfait è il portavoce del ministro, secondo cui il contesto è mutato: «Sindacati si prendono responsabilità di ciò che decidono».

Il governo ricompatta i sindacati

Sciopero generale anche per CISL e UIL

L'esecutivo della Uil ha deciso di proclamare lo sciopero generale per contrastare le politiche del Governo su legge di stabilità, Jobs act e statali. Domani, prima dell'apertura del congresso confederale, è previsto un incontro con i leader di Cgil, Cisl e Uil per definire una data.