17 luglio 2019
Aggiornato 06:00
Il ministro del Lavoro: «Sciopero senza motivo»

Poletti: «Spero che i sindacati sappiano cosa fanno»

La Uil proclama lo sciopero generale per il 12 dicembre, insieme con la Cgil, e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, rinuncia a intervenire al XVI congresso della confederazione di via Lucullo. A confermare la ragione del forfait è il portavoce del ministro, secondo cui il contesto è mutato: «Sindacati si prendono responsabilità di ciò che decidono».

ROMA - Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine del XVI congresso nazionale della Uil ha risposto sullo sciopero generale deciso da Cgil e Uil per il 12 dicembre con un secco no comment. Il ministro si dice infatti convinto che la manifestazione indetta dai tre sindacati contro la riforma del Lavoro sia senza fondamenta. Ha affermato, infatti, il ministro Poletti: «Ogni organizzazione fa le proprie scelte in ragione delle proprie valutazioni. Per questo non commento»

SERVE RESPONSABILITÀ - Il ministro del Lavoro ha proseguito sostenendo che, sebbene rispetti quanto deciso, crede non esistano giustificazioni che motivino addirittura la scelta di un gesto così pregnante quale è lo sciopero generale. Il ministro auspica, poi, che le organizazioni sindacali siano ben consapevoli di ciò che stanno per fare, poiché quella scelta comporta conseguenze non sottovalutabili. Dichiara, infatti, Giuliano Poletti: «Ho già detto in generale, rispetto alle motivazioni portate che sui temi della legge di stabilità e del Jobs act ritengo non ci siano le motivazioni per una decisione così importante come lo sciopero generale. Le organizzazioni si prendono la responsabilità di ciò che decidono».

IL MINISTRO CONTRO LO SCIOPERO GENERALE - La Uil proclama lo sciopero generale per il 12 dicembre, insieme con la Cgil, e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, rinuncia a intervenire al XVI congresso della confederazione di via Lucullo. A confermare la ragione del forfait è il portavoce del ministro, secondo cui il contesto è mutato rispetto ai giorni scorsi quando era stato programmato l'intervento. La decisione di Poletti è stata accolta dai fischi della platea.