I Riva non sono più i padroni dell'Ilva: lo ha deciso l'ex di Luxottica

La lettera dei Riva è stata respinta al mittente con parole piuttosto dure. Avevano tentato di ritardare l'istanza per l'amministrazione straordinaria, prevista per oggi, indirizzando al governo parole edulcoranti, formulando anche l'ipotesi di un nuovo piano di salvataggio per rilanciare l'Ilva. Ma il consigliere economico del premier, Andrea Guerra, non l'ha presa neppure in considerazione.

De Lorenzis: «Chiudiamo l'Ilva: l'acciaio possiamo importarlo»

Il decreto sull'Ilva pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale fa già discutere; ma soprattutto, fa discutere un piano di salvataggio che non contempla il risanamento ambientale e che andrebbe, di fatto, nella direzione della nazionalizzazione di un settore strategico. Al DiariodelWeb.it, il deputato Cinque Stelle Diego De Lorenzis spiega perché e come, a suo avviso, l'Ilva dovrebbe essere chiusa

Realacci: Voglio le ragioni del ritardo

Il Presidente della Commissione Ambiente della Camera ha presentato una interrogazione ai ministri dell'Ambiente e della Salute per i ritardi nell'applicazione delle misure previste dal decreto. La mappatura delle aree a rischio del territorio e lo screening sanitario hanno subito un'improvvisa battuta d'arresto.

«Archinà per me è indispensabile in quel momento»

RP | RP | RP | Vendola: «La mia cordialità, una risata su un video di sette mesi prima, anche le parole inappropriate che posso rivolgere a un giornalista, sono solo un modo di riannodare quel filo. Deve tranquillizzare la proprietà e portarla ad una riunione a cui la Regione chiede un risultato da campionato del mondo. Vincere sul fronte ambientale senza perdere sul fronte occupazionale»

Vendola: «Cacciamo i Riva da Taranto»

Il Presidente della Regione Puglia: «Dal Governo mi aspetto il commissariamento straordinario, l'estromissione della famiglia Riva e la possibilità di attingere a importanti salvadanai della famiglia Riva anche per finanziare importanti attività di bonifiche»

Fabio Riva arrestato a Londra

Nei suoi confronti lo scorso 26 novembre il gip Patrizia Todisco aveva emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione a delinquere e concorso in disastro ambientale ed avvelenamento di sostanze alimentari

La Procura di Taranto riammette l'ILVA al possesso degli impianti

Resta per ora sotto sigilli l'acciaio prodotto dal 26 luglio al 3 dicembre, perché realizzato quando l'Ilva non aveva facoltà d'uso degli impianti, in quanto il decreto legge non è retroattivo e consente la ripresa della produzione e vendita di acciaio dal giorno della sua emanazione. Pannella: «Dal Governo decisione eversiva». Bonelli: «Sequestrare i beni della famiglia Riva»

«La produzione dell'Ilva non si ferma»

Ok del governo a un decreto legge per il risanamento ambientale e la continuità produttiva dell'Ilva di Taranto, che recepisce le indicazioni emerse nel corso dell'incontro tra governo, parti sociali, amministratori locali e vertici aziendali del 29 novembre scorso. Monti: «Dl salva lavoro e ambiente». Azienda: «Cig per 1.031 operai»

Ilva: Fornero, salvare occupazione e salute

Il Ministro del Lavoro: Per l'Ilva serve una soluzione che metta insieme la salvaguardia dei posti di lavoro e della salute dei cittadini perchè il Paese non può permettersi di «mandare al macero 20mila posti di lavoro». Camusso: Ci sono grandi responsabilità dell'azienda. Angeletti: No all'intervento diretto dello Stato. Inquinerebbe meno?

De Vincenti: L'Ilva deve restare aperta

«Noi capiamo l'allarme dei lavoratori. La loro preoccupazione è la nostra». Così il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, parlando in diretta a Start su Rai Radio 1 sull'Ilva: «Governo vuole tutelare diritto al lavoro e alla salute»