16 giugno 2024
Aggiornato 04:00
La scorsa settimana l'incontro con la Mogherini

Netanyahu apre sul dialogo con i palestinesi per le colonie

Nell'incontro della scorsa settimana con il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini, il premier israeliano Benjamin Netanyahu si è detto pronto a riprendere i negoziati con i palestinesi, con l'obiettivo di arrivare a un'intesa sui confini degli insediamenti che Israele intende annettere nell'ambito di un accordo di pace

Con il riconoscimento dello Stato di Palestina

Il Vaticano «delude» Israele

Padre Lombardi fuga ogni dubbio: l'accordo siglato è un riconoscimento dello Stato palestinese. Un riconoscimento che a Israele fa male, a maggior ragione perché giunge dal Vaticano: che, oltre a essere uno Stato, rappresenta milioni di Cattolici al mondo, nonché una delle tre grandi religioni monoteiste.

A Losanna l'intesa: stop a sanzioni e al via depotenziamento

L'accordo sull'Iran si fa, ma Israele protesta

Arriva, dopo 18 mesi di negoziati, l'intesa tra i Paesi dell'Occidente e l'Iran sul nucleare. Il documento stabilisce parametri che prevedono la revoca delle sanzioni all'Iran in cambio del rispetto degli impegni presi dal governo di Teheran. Per il leader israeliano si tratta di un «errore storico».

Intesa su punti chiave, Teheran in festa, la furia di Israele

Accordo su nucleare iraniano, ora tre mesi per la svolta storica

Se ai vertici del Paese degli Ayatollah non tutti saranno entusiasti del compromesso trovato, nella capitale iraniana le strade sono state invase da cortei di auto con clacson impazziti e bandiere sventolate dai finestrini, mentre sul grande viale Vali Asr la gente cantava e danzava, le mani alzate con il classico segno V della vittoria.

Il Paese chiede la fine delle sanzioni da parte di USA, UE e ONU

Iran: l'accordo sul nucleare è «fattibile»

Il capo negoziatore di Teheran, Abbas Araqchi alla vigilia della scadenza dell'ultimo round negoziale del gruppo 5+1 in corso a Losanna ha spiegato che «si sono trovate soluzioni su molti punti». Il premier israeliano Benjiamin Netanyahu: «Pericolo per l'intera umanità»

Elezioni in Israele: parla Silvia Colombo, esperta di Medio Oriente

Netanyhau dovrà «ammorbidirsi» e interloquire con USA e UE

Silvia Colombo, ricercatrice dell'Istituto Affari Internazionali, spiega ai lettori del DiariodelWeb come interpretare la quarta elezione di Netanyhau. Una vittoria della retorica basata sui temi della sicurezza e della lotta al terrorismo. Ma il premier, per non rischiare l'isolamento rispetto a Usa e Ue, dovrà forse tentare un'apertura sulla questione palestinese e i rapporti con l'Iran.