25 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Medio Oriente

Nuovi scontri sulla spianata delle Moschee

Dei palestinesi hanno lanciato pietre contro la polizia, hanno riferito le stesse forze dell'ordine. Secondo il sito del quotidiano israeliano Haaretz, ci sono tre arresti e un agente è stato leggermente ferito.

GERUSALEMME - Nuovi scontri sulla spianata delle Moschee. Dei palestinesi hanno lanciato pietre contro la polizia, hanno riferito le stesse forze dell'ordine. Secondo il sito del quotidiano israeliano Haaretz, ci sono tre arresti e un agente è stato leggermente ferito.
I nuovi scontri - che seguono a disordini ieri sulla stessa spianata delle Moschee - alzano la tensione in Terra Santa all'inizio delle celebrazioni del capodanno ebraico.
«Mentre la polizia è entrata sul sito, giovani con il volto coperto hanno gettato pietre in direzione dei poliziotti», ha riferito la polizia in un comunicato.

Ieri c'erano stati violenti scontri sulla stessa spianata delle Moschee, che per gli ebrei è Il Monte del Tempio, sito sacro ad altissimo valore simbolico per entrambe le parti. Anche ieri i poliziotti hanno disperso i manifestanti con la forza. Un fotografo dell'agenzia France Presse è stato colpito dagli agenti, come pure alcuni suoi colleghi. La polizia dello Stato ebraico sostiene di dover controllare direttamente il sito, per evitare azioni contro ebrei o turisti autorizzati a visitare la spianata in mattinata.