13 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Da Cipro, il premier israeliano denuncia cellule di Hezbollah in Ue

Netanyahu: attenta Europa, Teheran è una minaccia spaventosa

Benjamin Netanyahu ha oggi dichiarato che l'Iran rappresenta una minaccia spaventosa per l'Europa, e ha accusato Hezbollah di avere cellule in Occidente, e in particolare nel Vecchio Continente

NICOSIA (askanews) - Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato oggi che l'Iran rappresenta una «spaventosa» minaccia per l'Europa, accusando il movimento libanese Hezbollah, alleato di Teheran, di avere cellule che operano nel Vecchio continente. In visita ufficiale a Cipro, Netanyahu ha dichiarato: «Iran ed Hezbollah hanno una rete terroristica che copre oltre 30 Paesi in cinque continenti».

Minaccia Hezbollah
Il mese scorso, un esponente del gruppo libanese è stato arrestato a Cipro con l'accusa di progettare attentati contro obiettivi israeliani sull'isola. Secondo Netanyahu, Israele e Cipro sono chiamati ad affrontare la doppia minaccia rappresentata dall'Iran e dagli attacchi dei jihadisti dello Stato islamico (Isis) che oggi controllano vaste zone di Siria e Iraq. «Ovviamente l'Isis minaccia le società europee, le società occidentali, africane, tutto il mondo. Questi sono due pericoli spaventosi... ma quello che preoccupa di più Cipro e l'Europa è naturalmente il terrorismo che arriva da queste zone».

Israele critico su nucleare
Israele ha più volte criticato l'intesa raggiunta il 14 luglio scorso sul nucleare iraniano tra Teheran e le potenze occidentali, definita un «errore storico». Il presidente cipriota Nicos Anastasiades ha detto di averne discusso con Netanyahu, aggiungendo che Cipro auspica che "questa intesa aiuti a portare stabilità".