27 giugno 2017
Aggiornato 12:30
> <
RSS

Putin sceglie un ministro sanzionato

Vladimir Putin ha deciso di spostare Aleksandr Tkachev da governatore del Territorio di Krasnodar all'amministrazione dello Stato. Un ministro sanzionato, proprio in un momento complicato per le sanzioni, e per di più spiccatamente nazionalista e nominato direttamente dal Cremlino.

Putin ottimista, Medvedev no

Il presidente russo giovedì scorso aveva parlato di «dinamica positiva» dell'economia russa durante la maratona tv «Linea diretta con la nazione», mentre oggi il premier intervenuto in Parlamento ha sciorinato cifre non proprio esaltanti sul Pil e profilato nuovi scenari tutt'altro che confortanti.

Parla Medvedev: «Respirano borse e rublo»

La Russia ha risorse valutarie sufficienti per superare la crisi scatenata dal crollo del rublo senza compromettere i principi dell'economia di mercato, e le aziende russe non devono farsi prendere dal panico comprando valuta a tassi di cambio svantaggiosi. Lo ha detto il premier russo Dmitri Medvedev.

Rosneft nel mirino americano

Rosneft «è la società petrolifera più grande della Russia e il terzo più grande produttore di gas», secondo lo stesso Dipartimento del Tesoro statunitense. Ma soprattutto un partner per la major americana ExxonMobil, per la britannica Bp e per l'italiana Pirelli. Nonchè in trattative per l'acquisto di un pezzo della Morgan Stanley.

«Villania del gas» dell'Ucraina

La Russia, l'Ucraina e l'Unione Europea lunedì continueranno i negoziati sui debiti del gas di Kiev e sulle future forniture del «carburante blu» all'Ucraina. Secondo l'affermazione della parte ucraina, ha già disposto venerdì scorso il trasferimento alla Russia dei soldi per l'estinzione di una parte del debito che Kiev non contesta – 786 milioni di dollari USA.

> <