20 febbraio 2020
Aggiornato 12:00
Ue: Ucraina accetti

La Russia accontenta Kiev: gas scontato per i prossimi tre mesi

La compagnia energetica ucraina, Naftogaz, aveva chiesto l'estensione del pacchetto invernale (329 dollari ogni mille metri cubi di metano, 100 dollari di meno del valore di mercato), fino al prossimo inverno, mentre la russa Gazprom aveva proposto a Mosca una proroga di 90 giorni.

MOSCA – La Russia è disponibile a concedere una proroga di tre mesi all'intesa sulle forniture di gas russo all'Ucraina, firmato a ottobre dopo vari mesi di interruzione, che prevede uno sconto sui prezzi (329 dollari ogni mille metri cubi di gas, 100 dollari di meno del valore di mercato). Lo ha detto ieri il presidente Valdimir Putin, dopo che il premier Dimitri Medvedev lo ha informato della richiesta di Kiev di mantenere valido per ulteriori 90 il cosiddetto «pacchetto invernale». Medeved ha annunciato: «L'economia ucraina è in una situazione veramente difficile...quindi, nonostante sia un peso per il bilancio russo...pensiamo sia possibile soddisfare le richieste giunte da Gazprom e dall'Ucraina».

UE, KIEV ACCETTI BUONA PROPOSTA - La portavoce dell'esecutivo comunitario, Anna-Kaisa Itkonen ha commentato la notizia, dicendo che l'offerta di Mosca è «buona e benvenuta». Itkonen ha dichiarato: «La Commissione europea invita le autorità ucraine e Naftogaz a cogliere questa opportunità per quanto possibile» perché così facendo la compagnia ucraina potrà incominciare sin da oggi ad accumulare scorte e «avviare la preparazione per il prossimo inverno».

LA RICHIESTA DI NAFTOGAZ - La compagnia energetica ucraina, Naftogaz, infatti ha scritto una lettera alla controparte russa, Gazprom, chiedendo di mantenere valido il pacchetto invernale fino al prossimo inverno. «Naftogaz accoglie favorevolmente la proposta della Commissione europea riguardante la proroga dell'accordo, concordato nei colloqui trilaterali a Bruxelles il 31 ottobre 2014, fino alla fine della successiva stagione autunnale e invernale. A sostegno di questa proposta e per garantire la cooperazione tra le società, Naftogaz ha inviato una lettera a Gazprom, in cui si propone di estendere la durata del 'pacchetto invernale'», è scritto nel comunicato dell'azienda ucraina. La notizia è arrivata «a sorpresa», in quanto lo scorso 20 marzo il ministro dell'Energia ucraino, Vladimir Demchishin, aveva dichiarato che il suo Paese non intendeva più comprare gas dalla Russia, in quanto sarebbe stato più conveniente acquistarlo dall'Ue.

LA PROPOSTA DI GAZPROM - Gazprom aveva subito risposto a Naftogaz di essere disposta a prolungare il pacchetto invernale per tre mesi: «Oggi Gazprom ha inviato una lettera al governo russo chiedendo di studiare la concessione di uno sconto sul gas fornito all'Ucraina per altri tre mesi», aveva annunciato l'amministratore delegato, Alexei Miller, che aveva aggiunto di ritenere la proroga «ottimale», in ragione dell'arrivo dell'estate e dell'evoluzione dei prezzi. Il dirigente però aveva spiegato di non poter prendere da solo la decisione in quanto si tratta di «esclusiva competenza del governo». L'Ue aveva proposto alle parti di incontrarsi nuovamente a Bruxelles intorno alla metà di aprile.