> <
RSS

Donnarumma-Raiola, prove di rottura

La famiglia del giovanissimo portiere rossonero non sembra gradire le continue esternazioni del procuratore contro la società nella quale giocano sia Gigio che il fratello Antonio. Non è escluso che al termine della stagione, quando Raiola farà di tutto per portare Donnarumma via dal Milan, le strade tra i due possano separarsi definitivamente.

Milan, sicuri che manchi il grande bomber?

Al termine di un mercato scoppiettante, l’opinione diffusa tra gli addetti ai lavori è che il Milan sia una stupenda incompiuta, causa mancanza di un grande bomber. Eppure la presenza in rosa di Andrè Silva e Kalinic, centravanti della nazionale portoghese e croata, oltre alla vera rivelazione del calcio azzurro, Patrick Cutrone, lascia intendere il contrario.

Mercato: Mirabelli svela le prossime mosse del Milan

Niente Rafinha a gennaio, si alla cessione di Sosa al Trabzonspor ma solo se lui accetta. Per quanto riguarda il futuro, nessun rischio di cessione di top player, anche in caso di mancato ingresso in Champions: «Magari avremo nuove entrate da sponsor in Italia o Cina. Stiamo programmando per obiettivi importanti, i tifosi possono stare tranquilli».

Milan: il Trabzonspor rilancia ancora, Sosa verso il si

Siamo probabilmente arrivati alla svolta definitiva per il passaggio di Sosa dal Milan al Trabzonspor. Il club turco ha migliorato la sua già strepitosa proposta, un triennale da 5 milioni netti l’anno con pagamento anticipato dei primi 5 milioni, e il Principito sembra orientato a dire si. Il Milan incasserebbe una cifra vicina ai 6 milioni di euro.

C’è ancora Reina nel mirino del Milan

Il portiere del Napoli ha il contratto in scadenza a giugno 2018 ed è normale che il suo nome sia sul taccuino di tutti i dirigenti europei. Il Milan però vanta una corsia preferenziale frutto di un approccio già tentato la scorsa estate che potrebbe facilitare la trattativa. L’eventuale arrivo di Reina però non vorrebbe dire addio a Gigio, anzi.

Toro: Zappacosta al Chelsea per 25 milioni

Protagonista di questo ultimo giorno di mercato è il Torino del presidente Cairo. Dopo aver acquistato Niang dal Milan, cede il laterale Zappacosta al Chelsea di Conte per 25 milioni e ora è costretto a cercare con urgenza un sostituto. No dei rossoneri per Calabria, l’alternativa potrebbe essere Ansaldi dell’Inter.

Toro-Niang: è fatta, al prezzo deciso dal Milan

Alla fine il presidente Cairo è costretto a venire a patti con Fassone e Mirabelli per consegnare a Sinisa Mihajlovic l’attaccante francese, considerato indispensabile per il progetto tecnico del serbo. 19 milioni complessivi, tra prestito oneroso (2), obbligo di riscatto (15), più 2 milioni di bonus facilmente raggiungibili, la cifra che il Torino verserà nelle casse del club di via Aldo Ro

> <