20 febbraio 2020
Aggiornato 23:00
Calciomercato

Le tre alternative del Milan ad Ibrahimovic

Il sogno di riportare lo svedese a Milanello è più vivo che mai, ma in caso contrario i rossoneri non vogliono farsi trovare impreparati

Olivier Giroud, centravanti del Chelsea e della nazionale francese
Olivier Giroud, centravanti del Chelsea e della nazionale francese ANSA

MILANO - Il Milan e Zlatan Ibrahimovic si annusano, si studiano e si corteggiano. La volontà del club rossonero è chiara, riportare il fuoriclasse scandinavo a Milanello è la missione del calciomercato invernale, un colpo che restituirebbe alla compagine di Pioli carisma, esperienza e temperamento in un gruppo a cui tali caratteristiche mancano chiaramente e clamorosamente. Il Milan ha fatto la sua offerta (6 milioni di euro per 18 mesi) ed aspetta ora la risposta del calciatore che dovrebbe arrivare in qualche giorno, con l'obiettivo di Maldini e Boban di presentarlo in occasione di Milan-Sassuolo di domenica 15 che coinciderà con i festeggiamenti per i 120 anni della società.

Piano B

Il Milan, ad oggi, non ha un vero e proprio percorso alternativo ad Ibrahimovic: i rossoneri vogliono lo svedese e nessun'altro, continueranno ad aspettarlo fino alla sua decisione definitiva, dopodiché, in caso di risposta negativa, vireranno su altri obiettivi perchè, questo è chiarissimo, a Milanello entro il 31 gennaio un nuovo attaccante centrale arriverà per sanare una sterilità offensiva che nella prima parte di stagione ha portato la squadra milanista ad essere uno dei peggiori attacchi della serie A. Il nuovo centravanti, inoltre, sarà un elemento di esperienza, Ibrahimovic è ad oggi l'unico obiettivo conclamato, ma sulla lista dei dirigenti ci sono altri tre nomi al vaglio.

Nomi

Il primo ad essere interpellato qualora Raiola ed Ibrahimovic chiudessero la porta al Milan, è Mario Mandzukic, in uscita dalla Juventus ed ormai fuori dal progetto tecnico di Maurizio Sarri. Il cartellino del croato è valutato fra i 10 e i 12 milioni di euro, ma il profilo piace ai rossoneri per carattere, forza fisica e mentalità vincente, anche se sullo juventino ci sono anche diversi club tedeschi, primo fra tutti il Borussia Dortmund. Oltre a Mandzukic, poi, il Milan tiene d'occhio due profili prendibili in prestito con diritto di riscatto ed entrambi in rotta con le rispettive squadre: Giroud del Chelsea (inseguito anche dall'Inter) e Jovic, uno degli epurati di Zidane al Real Madrid. Attendendo di capire se il sogno Ibra diverrà realtà, i vertici rossoneri cercano di non farsi trovare impreparati per salvare quella che al momento è la peggiore della storia recente milanista.