UE

> <
RSS
26/01/2015 20:00

Dollaro contro euro, siamo alla resa dei conti

foto della notizia

Il 2015 potrebbe segnare l’inizio di profondi rivolgimenti monetari con effetti economici planetari. I segnali in tale direzione non sono stati pochi. Soprattutto nelle economie emergenti, dove flussi repentini di capitali in entrata ed poi in uscita, si sono verificate pesanti svalutazioni. E’ stato l’effetto della grande liquidità creata dalla Federal Reserve negli Stati Uniti.

26/01/2015 19:00

Enrico Letta: «Il successo dell'Italia non va a discapito dell'Europa e dell'europeismo»

foto della notizia

Le elezioni greche, il futuro dell'Ue, il ruolo dell'unione bancaria, il piano Juncker, il Ttip. Ma anche i rapporti con la Russia, l'Asia e il Mediterraneo, e la necessità, per l'Italia, di internazionalizzarsi. Enrico Letta, in occasione della lectio magistralis tenuta a Roma in presenza di Franco Frattini, commenta lo scacchiere geopolitico attuale. Con un occhio all'Europa e uno al mondo

26/01/2015 15:44

Busin: senza uscire dall'euro il debito resterà per l'eternità

foto della notizia

Sembra paradossale. Eppure, la Lega Nord esulta alla vittoria di Alexis Tsipras, che sembra destinato a guidare la lotta all'austerity. Per Filippo Busin, tale «shock» metterà finalmente in discussione la linea merkeliana. Ma che ne sarà di quei 40 miliardi che l'Italia ha prestato alla Grecia, se Tsipras rinegozierà il debito nazionale? Per la Lega, meglio uscire dall'euro definitivamente

22/01/2015 17:20

I mercati promuovono Draghi

foto della notizia

Dopo la decisione della BCE è ripresa in modo consistente la corsa all'acquisto di titoli di Stato con rendimenti ai minimi storici e soprattutto, a dare la misura dell'efficacia della manovra, è il crollo dell'euro sul dollaro.

20/01/2015 05:00

A Donetsk bombardati ospedali e scuole, Kiev accusa: Mosca ha inviato 700 militari

foto della notizia

«Questa mattina due gruppi di forze armate della Federazione russa hanno superato la frontiera» ha detto un portavoce dell'esercito ucraino, Andry Lysenko, precisando che ciascun gruppo contava «fra i 300 e i 350 soldati». Alcuni colpi di artiglieria sono caduti su una struttura sanitaria e su un'università al centro della città nell'est del Paese, controllata dai separatisti filo-russi

19/01/2015 22:57

Ecco la carta segreta di Draghi

foto della notizia

La paternità è della banca centrale del Giappone, ma dopo il fallimento di Lehman Brothers anche la Fed americana e la Bank of England hanno fatto ricorso alla tecnica del quantitative easing, seguite dalla Svizzera e dopo mesi di discussioni anche la Bce si appresta ad entrare nel club.

19/01/2015 19:09

Grande: «Forse non moriremo di freddo, ma di fame»

foto della notizia

Putin chiude il rubinetto del gas a sei Paesi membri dell'Unione europea. La Russia annuncia una nuova «via del gas» che passi per la Turchia, evitando la rete ucraina. Marta Grande, deputata M5S, ritiene che per l'Italia non sembrano esserci problemi concreti da questo punto di vista, ma stiamo pagando il prezzo delle sanzioni di Bruxelles sull'import-export.

19/01/2015 08:43

Garanzia giovani? Si può fare di più

foto della notizia

L'ennesimo flop. Ad alcuni mesi dalla sua introduzione, Garanzia giovani ha deluso tutte le aspettative: pochi i giovani iscritti, pochissimi quelli ricontattati dopo il primo colloquio. Per la deputata Pd Monica Gregori, il Governo dovrà promuovere maggiore omogeneità tra le Regioni, incoraggiare la partecipazione dei privati e rilanciare l'utilizzo di strumenti finanziari adeguati

15/01/2015 17:00

Katainen loda le riforme di Renzi e promuove il piano Junker

foto della notizia

Il vicepresidente della Commissione europea ha parole di miele per le iniziative in cantiere dell'esecutivo italiano, che ha giudicato «importanti e giuste», perché «aumenteranno la competitività». Poi ha difeso il nuovo Fondo sugli investimenti strategici da 315 miliardi di Junker, che «non distribuisce finanziamenti a fondo perduto, ma prestiti a tassi inferiori a quelli di mercato»

14/01/2015 17:00

Berlino non ha più scuse

foto della notizia

L'avvocato generale presso la Corte di giustizia europea, Cruz Villalon, ha definito «compatibile» con lo statuto della Bce il passato programma Omt sugli acquisti di emergenza di titoli di Stato. Un duro colpo alle posizioni del governo tedesco, da sempre contrario al piano di quantitative easing (che comprenda anche emissioni pubbliche) che Draghi vorrebbe avviare al più presto

> <

Ultime notizie

Leggi tutte

I più visti

» Top 50