21 agosto 2019
Aggiornato 20:00
Lo scandalo Strauss-Kahn

Rocard: «Strauss-Kahn è un malato di mente»

L'ex Premier francese: «La malattia lo rende incapace di dominare le sue pulsioni». Nel mentre DSK presenta le sue scuse al personale del FMI

PARIGI - Non va per il sottile Michel Rocard, l'ex premier socialista francese, nel commentare le vicende che hanno visto protagonista suo malgrado Dominique Strauss-Kahn. Rocard ha sostenuto infatti che l'ex direttore del Fondo monetario internazionale è «affetto da una malattia mentale».
Nel corso di una trasmissione televisiva su Canal+, l'ex leader dei socialisti francesi ha dichiarato: «Quest'uomo soffre evidentemente di una malattia mentale» che gli impedisce «di controllare le sue pulsioni. E' un peccato - ha aggiunto Rocard - aveva un talento naturale, davvero».

DSK saluta e presenta le sue scuse al personale del FMI - Dominique Strauss-Kahn ha presentato le sue scuse ai dipendenti del Fondo Monetario internazionale in occasione di un incontro organizzato per salutare l'ex direttore presso la sede dell'istituzione a Washington.
Strauss-Kahn, il cui caso di presunto stupro è stato archiviato dalla giustizia americana, ha ripetuto tre volte: «Sono venuto qui per scusarmi con tutti coloro che sono rimasti feriti da questa vicenda (...) si è trattato di un errore da parte mia (...) e mi dispiace molto per le ripercussioni negative di tutto ciò su questa istituzione». Sempre secondo la testimonianza di uno dei presenti, l'ex direttore generale ha spiegato: «La mia presenza qui oggi ha anche lo scopo di chiudere il mio passaggio all'Fmi e di dirvi arrivederci».
Dominique Strauss-Kahn, che ha parlato di fronte a diverse centinaia di dipendenti nella grande sala delle conferenze, ha più volte elogiato il lavoro del personale del Fondo Monetario internazionale, aggiungendo che gli anni trascorsi a Washington sono stati «i più interessanti» della sua carriera professionale.
Non sono mancati, sempre secondo il testimone della France Presse, applausi e momenti di commozione.

Aubry: Strauss-Khan rientrerà in Francia «nei prossimi giorni» - L'ex direttore del Fondo monetario internazionale, Dominique Strauss-Kahn, rientrerà in Francia «nei prossimi giorni». Lo ha detto stasera l'esponente socialista Martine Aubry sulla tv privata Canal+. Alla domanda sul rientro in patria di Strauss-Khan, uscito completamente pulito dalla vicenda del presunto stupro ai danni di una cameriera di un hotel di New York, Martine Aubry ha risposto: «Tornerà nei prossimi giorni».
Qualche giorno fa Strauss-Khan ha riavuto dalle autorità americane il suo passaporto, che gli era stato ritirato all'inizio dello scandalo, lo scorso maggio. Il 23 agosto il tribunale di Manhattan ha archiviato tutte le accuse a suo carico. Prima di questo incidente l'ex direttore del Fondo monetario internazionale era dato dai sondaggi come favorito nelle elezioni presidenziali francesi del 2012