24 agosto 2019
Aggiornato 18:30
Scandalo Strauss-Kahn

La Procura vuole l'archiviazione per Strauss-Kahn

I dubbi sulla credibilità della vittima hanno «affondato» l'accusa. L'Avvocato della vittima vuole un Procuratore speciale. Secondo gli esperti la richiesta non verrà considerata

NEW YORK - La procura distrettuale di Manhattan ha chiesto formalmente l'archiviazione del procedimento contro Dominique Strauss-Kahn con l'accusa di violenza sessuale. Lo hanno detto fonti della procura. A maggio l'allora direttore gneerale del Fondo monetario internazionale era stato arrestato con l'accusa di stupro ai danni di una cameriera d'albergo.
L'avvocato difensore di Dsk ha spiegato che con questo sviluppo, il suo assistito non deve più fronteggiare le accuse che lo avrebbero potuto vedere condannato a un massimo di oltre 70 anni di carcere. Finisce così un'inchiesta che aveva portato Strauss-Kahn in carcere prima e poi agli arresti domiciliari, infine alla revoca degli arresti ma con divieto d'espatrio, e che lo aveva portato a dimettersi dall'Fmi. L'economista e politico era anche ritenuto candidato di punta alle presidenziali francesi del prossimo anno, prima dell'arresto.

Dubbi sulla credibilità della donna - Il procedimento di accusa contro di lui è stato però compromesso dai dubbi emersi sulla credibilità di Nafissatou Diallo, la donna che accusava Strauss-Kahn. Durante le indagini era emerso che aveva mentito su varie circostanze della sua storia personale e su un particolare della ricostruzione di quanto accaduto nell'albergo dove sarebbe avvenuto lo stupro.

L'Avvocato della vittima vuole un Procuratore speciale - Kenneth Thompson, l'avvocato della donna che ha accusato Dominique Strauss-Kahn di violenza sessuale, chiederà al giudice di sollevare dal caso il procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance Jr., e nominare al suo posto un procuratore speciale.
L'avvocato ha detto di avere preso questa decisione perché Vance avrebbe trattato la sua cliente, Nafissatou Diallo, come colpevole e non come vittima. Tuttavia, secondo gli esperti legali, la richiesta di Thompson ha poche possibilità di successo, perché l'avvocato non ne ha l'autorità.
Il rapporto tra Vance e Thompson ha iniziato a deteriorarsi quando il procuratore ha detto che la credibilità dell'accusatrice era stata compromessa dalle affermazioni false emerse dalla sua deposizione. I procuratori, secondo una persona informata sui fatti, stavano anche indagando sulla possibilità che Thompson avesse negoziato con gli avvocati di Strauss-Kahn per abbandonare la collaborazione con gli investigatori in cambio di denaro.

Secondo gli esperti la richiesta non verrà considerata - «La richiesta di Thompson è solo un atto di disperazione», ha detto Stephen Gillers, professore di legge alla New York University. L'avvocato penalista Gerald Shargel ha spiegato che non esiste uno statuto specifico che consente di chiedere la ricusazione di un procuratore e ha commentato: «Penso che la richiesta di Thompson sia solo un tentativo di gettare fango su Vance e metterlo in cattiva luce».