10 dicembre 2019
Aggiornato 03:30
In una lettera all'istituzione finanziaria di Washington

Strauss-Kahn si dimette dal Fmi e si dichiara innocente

Aveva assunto la guida del Fmi nel novembre 2007, per un mandato di cinque anni

WASHINGTON - Dominique Strauss-Kahn si è dimesso dal suo incarico di Direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi), proclamando la sua innocenza in una lettera inviata all'istituzione finanziaria di Washington.

«Dominique Strauss-Kahn ha informato oggi il consiglio di amministrazione del Fondo monetario internazionale della sua intenzione di dimettersi dal suo posto di Direttore generale con effetto immediato», ha fatto sapere il Fmi in un comunicato, allegando poi la lettera in cui Strauss-Kahn spiega le sue ragioni e respinge le accuse di aggressione sessuale e tentato stupro che lo hanno portato in carcere a New York.

«E' con infinita tristezza che mi vedo costretto oggi a presentare al consiglio di amministrazione le mie dimissioni dal mio incarico di Direttore generale del Fmi - scrive - ci tengo a sottolineare che respingo nella maniera più assoluta tutte le accuse che mi sono state rivolte. Voglio proteggere questa istituzione che ho servito con onore e devozione e, in particolare, voglio dedicare tutta la mia forza, tutto il mio tempo e ogni mia energia a dimostrare che sono innocente».

Strauss-Kahn aveva assunto la guida del Fmi nel novembre 2007, per un mandato di cinque anni. E' stato arrestato sabato scorso dalla polizia di New York.