12 novembre 2019
Aggiornato 15:00
L'avvento del nuovo presidente potrebbe mischiare carte in tavola

Iran, a Vienna l'ultima riunione sul nucleare. Aspettando Trump

L'Iran e le grandi potenze si riuniscono per fare il punto sull'accordo sul programma nucleare raggiunto nel 2015, sullo sfondo delle incertezze legate al prossimo arrivo alla Casa Bianca di Donald Trump

La rivincita del gas

Energia, per Italia e Eni un tesoro chiamato mare Adriatico

Il consigliere regionale Pd in Emilia Romagna, Gianni Bessi, ci spega perché il vero nemico del futuro energetico è il carbone e cosa può fare l'Italia per combattere i cambiamenti climatici sfruttando una risorsa importantissima nel Mare Adriatico

Energia nucleare

Russia, la (pazza) voglia di Putin per il nucleare

In occasione della 60esima Conferenza generale dell'AIEA, la Russia e Cuba hanno firmato un accordo di cooperazione per l'uso pacifico dell'energia nucleare. Ma non si tratta dell'unica intesa firmata da Vladimir Putin

Il test è stato il quinto e ha causato un sisma di magnitudo 5.3

Corea del Nord, perché il nuovo test nucleare deve allarmarci sul serio

Dopo l'ultimo test nucleare, la Corea del Nord ritiene di poter montare una testata nucleare su un missile. Ma la comunità internazionale è divisa e incerta nel rispondere alla minaccia

Relazioni internazionali

Pechino a un bivio: manderà delegazione al congresso dei lavoratori coreani?

Quello che un tempo sarebbe stato un fatto ovvio, lo è molto meno dopo l'evidente raffreddamento dei rapporti in seguito al test nucleare di inizio anno e ai lanci di missili balistici effettuati da Pyongyang che hanno portato Pechino a essere tra i più decisi promotori di pesanti sanzioni nei confronti della Corea del Nord.

Obama: voto unanime per chiedere stop a programma nucleare

Schiaffo a Pyongyang, approvate dure sanzioni

Con il voto unanime del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite, si è approvata una risoluzione d'iniziativa Usa che aggrava fortemente le sanzioni contro la Corea del Nord dopo il test nucleare e missilistico che Pyongyang ha effettuato nei primi due mesi dell'anno.

Relazioni internazionali

Rohani a Roma lancia il «dopo sanzioni». Accordi per 17 miliardi

Oggi sarà ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Nella giornata di domani si recherà in visita da Papa Francesco - accompagnato da indiscrezioni di un invito al Pontefice a recarsi in Iran - e, in mattinata, parteciperà all'Iran Business Forum.

L'Iran starebbe collaborando con la Nord Corea

Washington verso nuove sanzioni contro Teheran

L'amministrazione Obama sta preparando nuove sanzioni contro l'Iran per la sua presunta cooperazione con la Corea del Nord sul fronte di sistemi missilistici

Dopo la vittoria in Senato di Obama

Nucleare Iran, iora i

I senatori democratici hanno consegnato ieri una vittoria importante al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, bloccando la risoluzione dei repubblicani contro l'accordo sul programma nucleare iraniano. Ora, il dibattito si sposta sulle sanzioni

Guida suprema: Washington vuole dividere Siria e Iraq

Iran, Khamene assicura: mai sotto l'influenza di Washington

Per la Guida suprema, l'accordo sul programma nucleare iraniano, se sarà ratificato dai parlamenti di Teheran e Washington, non spingerà mai la Repubblica islamica sotto l'influenza politica, economica e culturale degli Stati Uniti

Guida suprema: Washington vuole dividere Siria e Iraq

Iran, Khamene assicura: mai sotto l'influenza di Washington

Per la Guida suprema, l'accordo sul programma nucleare iraniano, se sarà ratificato dai parlamenti di Teheran e Washington, non spingerà mai la Repubblica islamica sotto l'influenza politica, economica e culturale degli Stati Uniti

Per Zarif relazioni con Mosca fondamentali

Nucleare iraniano, con l'accordo favorita cooperazione Teheran-Mosca

In conferenza stampa a Mosca con il collega iraniano, il ministro degli Esteri russo Lavrov ha dichiarato che La Russia si aspetta che il piano d'azione globale sul programma nucleare dell'Iran entrerà in vigore nelle prossime settimane, come previsto dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza Onu

Mogherini: è l'inizio di un processo, non la fine

Nucleare iraniano, le promesse di Teheran

Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha oggi dichiarato che l'accordo sul nucleare, faticosamente raggiunto lo scorso 14 luglio, verrà rispettato di certo

Il dossier iraniano

Intesa sul nucleare iraniano, congresso USA irritato da voto Consiglio ONU

I repubblicani potrebbero costringere il presidente a porre il veto per salvare l'intesa, ma è difficile che possano superarlo con una maggioranza dei due terzi in entrambe le Camere. Questa, comunque, è una possibilità che la Casa Bianca vuole evitare, per non indebolire la portata dell'intesa.

L'accordo ha superato molte resistenze, ma è presto per esultare

Sul nucleare iraniano aspettiamo a cantare vittoria

Dopo anni di trattative e moltissimi ostacoli superati, l'accordo sul programma nucleare iraniano è stato raggiunto. Ma è presto per cantare vittoria: se le trattative sono state difficili, la fase che ci attende sarà ancora più delicata e di dubbio esito

Accordo sul nucleare iraniano

«Per l'Iran un futuro da forte potenza regionale»

Lo storico accordo sul programma nucleare di Teheran raggiunto oggi a Vienna, proietta la Repubblica Islamica iraniana verso un futuro, molto prossimo, da "forte potenze economica" prima ancora che politica o militare. A pensarla così è Raffaele Marchetti, docente in Relazioni Internazionali dell'Università Luiss.

Intesa nucleare iraniano

Stampa saudita all'attacco: traditi dagli USA

E' questo lo stato d'animo che si percepisce dagli editoriali della stampa araba all'indomani dello storico accordo sul nucleare iraniano siglato ieri a Vienna. Un senso di sconforto che spinge gli editorialisti dei principali giornali panarabi, tutti di proprietà saudita, a chiedere una forte reazione araba al «voltafaccia» statunitense.

Dossier nucleare iraniano

Countdown nucleare Iran, Mosca ottimista: «accordo possibile a ore»

La Russia fa il tifo per l'accordo con «l'alleato» Iran, che cambierebbe le sorti del Paese degli Ayatollah dopo 36 anni di isolamento e 10 di dure sanzioni internazionali. Ma dopo giorni di enorme incertezza e momenti in cui sembrava che la rottura del tavolo negoziale fosse dietro l'angolo, oggi il vento sembra soffiare verso una conclusione positiva.

Saranno chiusi gli 8 reattori più datati

Anche la Germania si scopre verde e dice addio al nucleare

Procede il piano di Berlino per abbandonare la produzione di energia atomica entro il 2022: alla mezzanotte di sabato scorso è stata scollegata dalla rete elettrica tedesca la centrale nucleare Grafenrheinfeld, il primo dei 17 impianti ancora attivi ad andare offline.

Contro l'eventuale minaccioso strapotere dell'Iran

Obama dà la sua parola agli Stati del Golfo

Il presidente Barack Obama ha concluso il vertice di Camp David, concedendo ai leader dl Consiglio di cooperazione del Golfo la promessa di un aiuto militare, nel caso in cui l'Iran, forte dei nuovi accordi sul nucleare, minacciasse la regione.

Rottura sull'accordo nucleare

Obama incontra i leader del Golfo

Inizia oggi l'incontro tra Barack Obama e i sei leader del Consiglio di cooperazione del Golfo Persico (Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati arabi uniti). Un incontro che, date le importanti assenze, mette in luce un cambiamento nei rapporti di forza e diplomatici tra gli Stati Uniti e i paesi di quella regione, da sempre ottimi alleati di Washington.

Il 13 maggio l'incontro tra Obama e i leader dei Paesi del Golfo

Forniture di armi dagli Usa in cambio del sostegno al programma nucleare

I Paesi del Golfo chiederanno alla Casa Bianca maggiori forniture di armi e garanzie per la propria sicurezza in cambio del sostegno a un accordo nucleare con l'Iran. E' quanto hanno riferito al Wall Street Journal funzionari arabi e americani.

In discussione il disegno di legge che darebbe al Congresso l'ultima parola

Un nuovo ostacolo verso l'accordo con Teheran: il Congresso Usa?

Comincia oggi, negli Stati Uniti, il dibattito in Senato sul disegno di legge per dare al Congresso il potere di giudicare qualsiasi accordo sul nucleare iraniano raggiunto dagli Stati Uniti, e da altre cinque potenze mondiali, con l'Iran. Se passasse, sarebbe a rischio la revoca delle sanzioni, condizione necessaria per Teheran.

In vista dell'accordo sul nucleare e dell'annullamento delle sanzioni

L'Occidente prende la rincorsa verso Teheran

Il presidente iraniano Hassan Rohani è sempre più ottimista sulla conclusione di un accordo con il Gruppo 5+1 sul nucleare, in vista del quale l'Iran intende aumentare la sua produzione industriale. E l'Occidente comincia a prendere contatto con Teheran con l'obiettivo di riprendere gli scambi commerciali.

Tra John Kerry e il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Javad Zarif

A New York nuovo incontro sul nucleare

Il segretario di Stato Usa vedrà oggi a New York il ministro degli Esteri iraniano Zarif. L'incontro, a quasi un mese dall'accordo preliminare di Losanna sul programma nucleare iraniano, sarà la prima occasione per chiarire i punti su cui ancora c'è disaccordo. E Teheran ricorda: nessun accordo, senza eliminare tutte le sanzioni.

Sullo sfondo, l'ombra perenne e decisiva delle sanzioni

Negoziati sul nucleare ripresi a Vienna

Dopo lo storico accordo quadro firmato a Losanna, l'obiettivo dei negoziati ripresi oggi a Vienna è la definizione dei dettagli tecnici e giuridici dell'intesa definitiva sul nucleare iraniano. Sullo sfondo resta l'ombra delle sanzioni o piuttosto della loro revoca; in mezzo, le resistenze interne che Obama deve affrontare per giungere all'accordo.

L'Aiea accusa l'Iran di aver lavorato per dotarsi della bomba atomica

Nucleare, nessun accordo tra Teheran e l'Aiea

Rimane in sospeso il dialogo tra Teheran e l'Agenzia internazionale dell'energia atomica, in merito a una possibile dimensione militare del programma nucleare di Teheran. L'Aiea accusa l'Iran di aver lavorato, prima del 2003, per dotarsi della bomba atomica, ma Teheran nega.

All'indomani della proposta di legge che dà al Congresso l'ultima parola

Rohani: del Congresso Usa non ci importa, negozieremo con il «5+1»

Per il presidente iraniano Rohani, serve accordo degno che rispetti la sua nazione iraniana: per questo, ribadisce che ciò che stabilirà il Congresso, in virtù della legge che gli attribuisce l'ultima parola sul nucleare, non lo riguarda. E ricorda che l'accordo si farà solo se le sanzioni verranno interamente revocate.

Obama annuncia una legge bipatrisan sull'accordo con l'Iran

USA, compromesso bipartisan su nucleare iraniano. E Israele plaude

Una legge bipartisan, scritta da un membro democratico e uno repubblicano, sul programma nucleare iraniano, che darebbe al Congresso la facoltà di approvare o bocciare qualsiasi accordo. Un compromesso di cui, a quanto pare, Obama non sarebbe particolarmente entusiasta, ma che Israele ha accolto con favore.

Accordo sul nucleare

Iran: la nostra irreprensibilità dipenderà dall'Occidente

Il ministro degli Esteri iraniano Zarif ha annunciato che le misure, da parte dell'Iran, saranno irreversibili, solo se saranno tali anche quelle adottate dall'Occidente. Il riferimento, naturalmente, è alla revoca delle sanzioni in vigore contro Teheran. E il 21 aprile riprenderanno i negoziati.