17 ottobre 2019
Aggiornato 13:01
Per Zarif relazioni con Mosca fondamentali

Nucleare iraniano, con l'accordo favorita cooperazione Teheran-Mosca

In conferenza stampa a Mosca con il collega iraniano, il ministro degli Esteri russo Lavrov ha dichiarato che La Russia si aspetta che il piano d'azione globale sul programma nucleare dell'Iran entrerà in vigore nelle prossime settimane, come previsto dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza Onu

MOSCA (askanews) - La Russia si aspetta che il piano d'azione globale sul programma nucleare dell'Iran «entrerà in vigore nelle prossime settimane, come previsto dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza Onu». Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in una conferenza stampa congiunta con il suo omologo iraniano Javad Zarif.

Lavrov in Iran
L'accordo è stato firmato a Vienna il 14 luglio 2015 tra Iran, i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (Cina, Francia, Russia, Regno Unito, Stati Uniti d'America + Germania), e l'Unione europea. L'accordo è un accordo globale sul programma nucleare dell'Iran. Il ministro degli Esteri russo ha inoltre confermato che terrà una visita di lavoro nella Repubblica islamica dell'Iran, ancora in data da precisarsi. «Teniamo riunioni interministeriali regolari», ha affermato Lavrov. Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif «ha confermato l'invito» a Lavrov per visitare Teheran, «che sono lieto di poter sfruttare all'interno della timeline concordata», ha dichiarato il capo della diplomazia russa.

Cooperazione Iran-Russia
L'accordo sul nucleare iraniano ha un «enorme impatto» sulla cooperazione della Repubblica islamica con la Russia, anche sul piano dell'industria militare e quindi dell'acquisto di armamenti. Lo ha detto il ministro degli Esteri iraniano Zarif durante un incontro con il suo omologo russo Sergei Lavrov, dopo che il vice di Lavrov aveva specificato che tra le questioni affrontate nei colloqui ci saranno anche le forniture di S300, sistemi antimissile russi. «La Repubblica islamica dell'Iran attribuisce grande importanza alle relazioni con la Russia... e stiamo prendendo tutte le misure necessarie a rafforzare la cooperazione con voi», ha detto Zarif. Secondo il ministro iraniano, l'accordo nucleare raggiunto nel mese di luglio ha grande importanza per lo sviluppo delle relazioni e la cooperazione tra i due Paesi «anche nel settore della difesa». Dopo l'adesione della Russia alla risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite del 9 giugno 2010, con restrizioni sulla vendita all'Iran di armi e attrezzature militari, è stato bloccato un contratto per la fornitura di cinque divisioni di sistemi di missili antiaerei S300. In aprile 2015, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto, che ha revocato il divieto di fornitura di sistemi S300 all'Iran.