19 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Crisi coreana

La Corea del Nord ha testato la super bomba atomica: 5 volte Nagasaki

La Corea del Nord ha testato la bomba H e l'esperimento ha causato un sisma di magnitudo 6.4 registrato dagli strumenti internazionali. Il regime di Pyongyang minaccia di usarla su un missile intercontinentale

Il presidente nordcoreano Kim Jong-Un ha testato la bomba H.
Il presidente nordcoreano Kim Jong-Un ha testato la bomba H. ANSA

PYONGYANG - La voce stentorea dell'unico canale della televisione nordcoreana ha annunciato il «successo perfetto». E la scossa di magnitudino 6.3 che è stata registrata questa notte ha confermato che la Corea del Nord ha testato una bomba a idrogeno. Il test, il sesto e il più potente di sempre, è stato un «successo assoluto». L'entusiasta annunciatrice televisiva ha aggiunto inoltre che la bomba H può essere montata su un missile a lungo raggio. «La bomba, di una potenza senza precedenti, rappresenta un'importante passo avanti verso l'obiettivo finale di completare la nostra capacità nucleare», ha sottolineato la tv nordcoreana. Poche ore prima l'agenzia stampa del paese aveva diffuso delle immagini del leader Kim Yong Un presso l'Istituto nucleare militare intento ad esaminare un ordigno definito «una testata termonucleare con una potenza super-esplosiva realizzata con i nostri sforzi e la nostra tecnologia, 100% homemade». Anche il governo giapponese ha confermato che il regime di Pyongyang ha realizzato un sesto test nucleare sotterraneo.

Tokyo: Assolutamente imperdonabile
Questa notte un sisma magnitudo 6.3, seguito da un'altra scossa magnitudo 4.6, è stato registrato da tutti gli istituti di sorveglianza sismica internazionali. «Il governo conferma che la Corea del Nord ha condotto un test nucleare, dopo aver esaminato le informazioni raccolte dall'istituto geologico», ha affermato il ministro degli Esteri nipponico, Taro Kono. Il governo di Tokyo ha inoltrato formale protesta presso l'ambasciata nordcoreana a Pechino, definendo il test «assolutamente imperdonabile». L'istituto geologico americano USGS ha registrato poco dopo le 12 ora di Pyongyang una scossa tellurica magnitudo 6.3, segno di una possibile «esplosione» in una miniera in Corea del Nord.

Il sesto test nucleare nordcoreano e la bomba H
La deflagrazione è stata localizzata 24 chilometri a Nord-Est della località di Sungjibaegam, nella provincia di Hamgyeong Nord. Una seconda scossa tellurica, questa volta dovuta a un «cedimento» a profondità zero, è stata registrata dall'Agenzia cinese di sorveglianza sismica. Le bombe a idrogeno, definite anche Bombe-H o termonucleari, sono molto più potenti delle bombe atomiche «convenzionali", quelle finora testate dalla Corea del Nord. A luglio scorso Pyongyang ha anche testato due volte con successo il lancio di missili intercontinentali Hwasong-14, in grado di raggiungere il territorio americano. La settimana scorsa la Corea del Nord ha lanciato un missile che ha sorvolato il Giappone ed è finito nel Pacifico.

Corea del Sud: Le sanzioni più severe posssibili
Il presidente sudcoreano Moon Jae-In ha chiesto «la sanzione più severa possibile» contro il regime nordcoreano, dopo il sesto test atomico condotto da Pyongyang. Moon ha auspicato «tutte le possibili misure diplomatiche, inclusa una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu che isoli completamente la Corea del Nord», ha riferito il suo consigliere per la sicurezza nazionale, Chung Eui-yong, dopo una riunione di emergenza. Il Sud prenderà in considerazione il dispiegamento «degli assets strategici più potenti delle forze armate Usa», ha continuato. Le autorità sudcoreane hanno già avuto consultazioni con Washington: tra il consigliere per la sicurezza Usa, McMaster e il suo collega sudcoreano, Chung Eui-yong, si è svolto un colloquio telefonico di una ventina di minuti circa un'ora dopo la detonazione.