20 settembre 2019
Aggiornato 18:00
Incidente in Bassa Normandia

Francia, esplosione nucleare alla centrale di Flamanville: scongiurata la Chernobyl europea

Nessun rischio di contaminazione nucleare alla centrale di Flamanville, nella Bassa Normandia, dove a un'esplosione è seguito un incendio, domato in un paio d'ore dai Vigili del Fuoco subito accorsi

FLAMANVILLE (FRANCIA) - La grande paura per una Chernobyl europea sembra definitivamente alle spalle. Nessun rischio di contaminazione nucleare alla centrale di Flamanville, nella Bassa Normandia, dove a un'esplosione alle 10 della mattina di mercoledì è seguito un incendio, domato in un paio d'ore dai vigili del fuoco subito accorsi. L'incidente è chiuso, ha dichiarato a mezzogiorno la Prefettura, che aveva già rassicurato sul rischio di inquinamento radioattivo. Lo scoppio sarebbe avvenuto infatti nel cuore della centrale, fuori dal perimetro della zona nucleare. A scopo precauzionale, comunque, la direzione dell'impianto ha deciso di bloccare uno dei due reattori, il numero 1. Sempre secondo quanto riferito dalle autorità francesi, non ci sarebbero feriti gravi, solo cinque persone lievemente intossicate.