Milan, Montella ha scelto Jovetic

L’attaccante montenegrino, da tempo ai margini nel progetto tecnico interista, potrebbe rappresentare una preziosa risorsa per il Milan di Montella, tecnico che l’ha avuto alla Fiorentina e che ha contribuito alla sua definitiva consacrazione. L’unico che potrebbe impedire l’operazione è il nuovo allenatore nerazzurro Stefano Pioli.

Milan: non ci resta che l’Inter

Con il successo in extremis del Sassuolo sul campo del Frosinone, l’unica speranza rimasta al Milan è un aiutino da parte degli odiati cugini dell’Inter, prossimi avversari dei neroverdi emiliani. In caso contrario ai rossoneri, per entrare in Europa, resterà solo la finale di Coppa Italia, da vincere a tutti i costi contro l’invincibile armata juventina.

Milan, suggestione Ivanovic

Dall’Inghilterra e dalla Germania rimbalzano tre indiscrezioni che riguardano il club di via Aldo Rossi: secondo il Daily Mirror i rossoneri avrebbero messo nel mirino il difensore del Chelsea Ivanovic, seguito anche dall’Inter; Bild invece parla di un interessamento di Galliani per il fantasista dello Schalke Max Meyer. Anche Fellaini accostato al Milan.

Il Milan vince il primo derby del 2016

Al rossonero Bacca va il prestigioso premio indetto dal giornale «El Tiempo» assegnato al miglior calciatore colombiano. Alle spalle del bomber milanista, il difensore dell’Inter Jeison Murillo. Fuori dal podio l’altro nerazzurro Fredy Guarin e il difensore del Milan Zapata.

Follie di Melo, l'Inter fa flop

Passa la Lazio 2-1 a San Siro con un sontuoso Candreva, autore di una doppietta ed un disastroso Felipe Melo che prima compie l'ingenuo fallo da rigore che manda il giocatore della Lazio dal dischetto per il 2-1, poi si fa espellere.

Trofeo Berlusconi, il Milan perde anche con i baby nerazzurri

Serata da dimenticare per i rossoneri che, al cospetto di Silvio Berlusconi, non hanno onorato al meglio il trofeo intitolato al papà del presidente onorario del Milan. Subito in gol i nerazzurri per una dormita di Mexes, Mihajlovic ha dovuto far fronte anche all’infortunio di Bertolacci. Secondo tempo più vivace ma Carrizo e Berni hanno detto no a tutti i tentativi milanisti.

Mihajlovic, la parola alla difesa

Alla vigilia della trasferta di Genova che potrebbe rivelarsi decisiva per il futuro del Milan, il tecnico rossonero cerca risposte rassicuranti dal suo reparto arretrato. Le 8 reti subiti in 5 partite rappresentano un segnale preoccupante, specialmente in un campionato dove chi vince ha quasi sempre la miglior difesa.

Troppe voci stonate nel coro di Mihajlovic

L’elenco dei promossi e bocciati dopo il derby perso contro l’Inter è pieno di sorprese. Inattesa la bella prova di Kucka, così come il ritorno in grande stile di capitan Montolivo e di Mario Balotelli. Deludono ancora una volta Honda e De Sciglio, affiancati stavolta da Bacca, Luiz Adriano e Bonaventura.

Milan: KO nel derby e tutti felici

La sconfitta contro l’Inter pare non aver lasciato strascichi nell’ambiente rossonero. Mihajlovic si è detto soddisfatto della prestazione della squadra e anche i tifosi hanno applaudito il Milan. Eppure la vetta della classifica, occupata appunto dai nerazzurri, dista ormai 6 punti dopo appena 3 giornate di campionato.

Alla festa del Milan l’intruso è Galliani

Applausi e cori per tutti, tranne che per Adriano Galliani, come di consueto attaccato dalla curva. Esposti un paio di striscioni contro l’ad rossonero mentre il tecnico Mihajlovic salta al grido di «Chi non salta nerazzurro è». Alla fine sono oltre 3000 i tifosi presenti nel piazzale antistante Casa Milan per la presentazione ufficiale della squadra alla vigilia del derby.