26 settembre 2018
Aggiornato 00:30

Rivoluzione Mancini: contro il Portogallo un'Italia tutta nuova

Grosse novitÓ di formazione a poche ore dal calcio d’inizio di Portogallo-Italia, secondo match di Nations League per gli azzurri di Mancini.
Il neo rossonero Caldara con la maglia dell'Italia
Il neo rossonero Caldara con la maglia dell'Italia (ANSA)

MILANO - Le prime indiscrezioni hanno preso a circolare nella tarda mattinata di oggi: prove tecniche di rivoluzione nel ritiro azzurro avevano avuto luogo nel ritiro portoghese dell’Italia, a poche ore dal calcio d’inizio del secondo incontro di Nations League. Ebbene, quelle prove tecniche sembrano destinate ad avere una loro valenza visto che come sembra, la formazione nella nazionale sarà completamente stravolta rispetto a quella vista appena un paio di giorni fa contro la Polonia.
Nuovo sistema di gioco, un più propositivo 4-4-2 al posto dell’inefficace 4-3-3, e un’inattesa alternanza di nomi tra gli undici titolari che questa sera scenderanno in campo dal primo minuto allo stadio Da Luz di Lisbona.

4 rossoneri
Uno dei pochi confermati è Gianluigi Donnarumma tra i pali, sicuramente tra i più positivi nel pareggio di venerdì sera al cospetto di Lewandoski e compagni. Quindi un reparto difensivo del tutto stravolto: a destra l’esordiente Lazzari (peraltro in un ruolo di terzino destro che non gli compete visto che nella Spal gioca da esterno in un 3-5-2), quindi la coppia di centrali del Milan Caldara e Romagnoli, e Criscito sulla fascia sinistra.
Tra i quattro di centrocampo due conferme, Gagliardini e Jorginho in mezzo, e due novità, Chiesa e Bonaventura, molto apprezzati a Bologna appena sono subentrati dalla panchina.

Rivoluzione
La grossa novità arriva dalla coppia d’attacco formata da Zaza e Immobile, una scelta che tiene fuori Belotti che invece non era dispiaciuto nell’esordio di venerdì contro la Polonia.
Per quanto riguarda la formazione portoghese, spazio al centro dell’attacco per l’ex rossonero Andrè Silva a guidare il 4-2-3-1 lusitano di Fernando Santos, schierato con Rui Patricio in porta; Joao Cancelo, Pepe, Ruben Dias e Mario Rui in difesa; Ruben Neves e William Carvalho a metà campo; e linea dei trequartisti formata da Bernardo Silva, Pizzi e Bruma.
Appuntamento su Rai 1 alle ore 20.45.