12 dicembre 2019
Aggiornato 14:00

Italia esagerata nelle qualificazioni, 9-1 all'Armenia. Mancini: «Difficile lasciar qualcuno a casa»

Il ct applaude i suoi: «Ottima prova, abbiamo messo tutto in campo, come volevo io. I ragazzi stanno crescendo, sarà difficile sceglierne solo 23...»

Italia esagerata nelle qualificazioni, 9-1 all'Armenia. Mancini: «Difficile lasciar qualcuno a casa»
Italia esagerata nelle qualificazioni, 9-1 all'Armenia. Mancini: «Difficile lasciar qualcuno a casa» ANSA

PALERMO - L'Italia travolge 9-1 l'Armenia nell'ultima gara di qualificazione a Euro 2020 e, per la prima volta nella storia, vince tutte e 10 le gare del girone. Gara senza storia quella di Palermo, vista la notevole differenza tecnica. Grande serata per Immobile e Zaniolo, autori di una doppietta. A segno anche Barella (29'), Romagnoli (72'), Jorginho (rigore al 75'), Orsolini (77') e Chiesa (per lui anche due pali). Nella sua storia l'Italia aveva segnato 9 gol in un singolo match soltanto in altre due occasioni, nel 1920 contro la Francia (9-4) e nel 1948 con gli Usa. Il 30 novembre il sorteggio.

Mancini: «Difficile lasciar qualcuno a casa»

Roberto Mancini si gode i suoi azzurri dopo il 9-1 con il quale l'Italia ha battuto l'Armenia: «E' stata una bella serata, l'ultima delle qualificazioni - dice - L'abbiamo presa bene, fatto tanti gol e non se ne fanno così tanti a caso in una gara internazionale. Hanno dato tutto. Ma l'annata sarà migliore solo si si vince qualcosa».

Mancini parla della crescita di molti suoi giocatori: «Sono tutti ragazzi giovani che stanno migliorando partita dopo partita, serve solo tempo. Il sorteggio? Ora godiamoci queste dieci partite vinte nel girone, cosa che non era mai successa. Abbiamo 6 mesi per preparare l'Europeo, dobbiamo migliorare un po' di cose, poi la difficoltà sarà lasciare purtroppo a casa qualcuno che meriterebbe di esserci. Ma già che ci siamo dobbiamo continuare così».

De Rossi prolunga con il Boca fino al 2021

Daniele De Rossi ha prolungato il suo contratto con il Boca Juniors fino al 2021. Lo scrive il giornale sportivo argentino 'Olé', rivelando come il 36enne centrocampista romano abbia deciso quindi di restare in Argentina nonostante gli alti e bassi di questa prima parte di stagione legati agli infortuni. L'ex capitano giallorosso non gioca da oltre due mesi ma il suo ritorno in campo dovrebbe avvenire a breve. De Rossi nel caso una nuova presidenza del Boca decidesse di stracciare l'accordo non si opporrebbe. De Rossi, scrive sempre «Olè» e fonti del Boca lo confermano, è già diventato un leader dello spogliatoio, una guida per i ragazzi e un simbolo per i tifosi.

In queste settimane lo staff del Boca ha preparato un piano per rimetterlo in forma, considerando che non gioca dal primo settembre, e il rientro sembra prossimo. La decisione di restare al Boca De Rossi, è stata presa di comune accordo con sua moglie Sarah, che ha temporaneamente messo in stand by la carriera di attrice per seguirlo con i figli in questa avventura. La famiglia De Rossi, scrive l'edizione onoline della Gazzetta dello sport, vive a Palermo, quartiere di Buenos Aires, i bambini di cinque e tre anni (Olivia e Noah) sono perfettamente integrati e anche se la lontananza si fa sentire - De Rossi ha anche un'altra figlia, Gaia, di 14 anni, che vive a Roma