> <
RSS

Milan, l'idea di Boban: «Maldini subito in società»

L’ex fantasista croato ha espresso tutto il suo malcontento per la piega presa dagli eventi in casa Milan. Berlusconi è il primo colpevole per non aver capito che il suo ciclo stava finendo, così come Galliani che paga per l’addio di Braida. E in mezzo c’è Brocchi, la cui unica colpa è non essersi reso conto che questa era un’impresa più grande di lui.

Milan, ora Galliani è con le spalle al muro

Le tante accuse mosse nel weekend da ex calciatori - rossoneri e non - incrinano il muro di santità di Adriano Galliani. Finalmente qualcuno dice le cose come stanno inchiodando l’ad alle proprie responsabilità. L’obiettivo è convincere l’onnipotente geometra a fare quel passo indietro che tutto il popolo rossonero chiede a gran voce.

Milan, si cambia ancora

Le strategie di mercato di Galliani per la prossima stagione prevedono l’inserimento in rosa di almeno due trequartisti: il primo e Boateng, pressoché certo di un contratto già a gennaio, il secondo è Franco Vasquez, già opzionato dal Palermo per giugno. Peccato che i risultati stiano arrivando dopo aver abbandonato il 4-3-1-2 per passare ad un più congeniale 4-3-3.

Milan, il ritiro silenzioso del geom. Galliani

Le uniche parole pronunciate dall’amministratore delegato rossonero dopo la bruciante sconfitta contro il Napoli sono state: «Ritiro di riflessione». Mille cose su cui ragionare e tante risposte da trovare alle domande sempre più insistenti dei tifosi rossoneri, in primis Silvio Berlusconi, deluso - come tutti - dall’andamento del Milan.

Milan, è già mercato: via alle grandi manovre

Malgrado i quasi 90 milioni spesi nella sessione estiva da Adriano Galliani, la squadra rossonera sembra mostrare ancora più di qualche lacuna. Si lavora soprattutto per mettere a disposizione di Mihajlovic un difensore centrale e un trequartista, ma a fare scalpore è soprattutto un clamoroso ritorno: quello di Ariedo Braida.

> <