> <
RSS

Milan, lo strano caso del portoghese Andrè Silva

Finito nel mirino del Barcellona grazie alle tante reti segnate in Europa, sia con il Milan che con la maglia del Portogallo, il bomber rossonero non riesce ancora a trovare definitivamente spazio nella squadra di Vincenzo Montella. Anche nel derby contro l’Inter di domenica prossima, infatti, Andrè Silva potrebbe accomodarsi in panchina.

Montella sceglie la cooperativa del gol

Prima Cutrone, poi Andrè Silva, adesso Kalinic. Tutti gli attaccanti rossoneri, appena chiamati in causa, rispondono presente. E mister Montella si gode il suo reparto offensivo. Niente titolare fisso al centro dell’attacco, ma una cooperativa del gol da qui a fine stagione. Una scelta coraggiosa che potrebbe garantire risultati esaltanti.

Milan: via al ribaltone Andrè Silva

Nemmeno una settimana fa, suo malgrado, l’attaccante portoghese finiva nell’occhio del ciclone a causa di un commento fin troppo spregiudicato da parte del telecronista Sky Fabio Caressa. Oggi, dopo la tripletta rifilata all’Austria Vienna, i tifosi rossoneri hanno imparato a conoscerlo e ad amarlo. E Montella stravede per lui.

Milan, sicuri che manchi il grande bomber?

Al termine di un mercato scoppiettante, l’opinione diffusa tra gli addetti ai lavori è che il Milan sia una stupenda incompiuta, causa mancanza di un grande bomber. Eppure la presenza in rosa di Andrè Silva e Kalinic, centravanti della nazionale portoghese e croata, oltre alla vera rivelazione del calcio azzurro, Patrick Cutrone, lascia intendere il contrario.

Trionfo Real: generazione di fenomeni

La quarta Champions negli ultimi tre anni e, soprattutto, la seconda consecutiva (non succedeva da quasi trent’anni, ma si chiamava ancora Coppa dei Campioni) consegnano questo Real Madrid alla storia come una delle squadre più forti di sempre. Sono moltissimi i protagonisti di questo ciclo straordinario e forse irripetibile. Ne abbiamo scelti cinque.

Dalla Spagna sicuri: Milan in vantaggio per Morata

I riflettori della società rossonera sono puntati su una prima punta di livello da regalare a Montella in vista della prossima stagione. Uno degli obiettivi principali è Morata; dopo che sembrava essere fatta per un passaggio dell’ex Juve al Chelsea del suo estimatore Conte, in queste ore il quotidiano spagnolo Marca indica il Milan come destinazione più probabile.

Real o Barça? Boateng: «Milan!»

Questa la risposta data dall'ex rossonero al giornalista che ha chiesto in quale delle due grandi squadre spagnole vorrebbe giocare. Poi ha aggiunto: «Fra le due il Madrid, fin da piccolo sognavo la maglia bianca». Poi ha detto la sua su due grandi campioni, Ronaldo e Messi

Scaduta l’esclusiva con GSR, spuntano Fosun e Mendes

Clamorose novità sul fronte della cessione del Milan. Scaduti i termini per l’esclusiva concessi alla cordata di Galatioto e Gancikoff, sul tavolo di Fininvest è già arrivata un’altra proposta, quella del gruppo Fosun appoggiato niente di meno che da Jorge Mendes, il re dei procuratori, presente qualche sera fa alla cena di compleanno di Galliani.

Il Portogallo con Ronaldo al palazzo presidenziale

Ancora celebrazioni per il Portogallo vincitore degli Europei di calcio: a Lisbona i giocatori della nazionale guidati dal capitano Cristiano Ronaldo sono stati accolti dal presidente della Repubblica Marcelo Rebelo de Sousa, e hanno mostrato il trofeo da un balcone della residenza presidenziale alla folla che ha intonato l'inno nazionale.

> <