25 novembre 2020
Aggiornato 08:00
Derby della Mole

La Juventus stravince il derby (4-1). Il Toro lotta ma si arrende a Dybala e CR7

L'argentino sblocca in avvio, Cuadrado raddoppia, poi Belotti accorcia le distanza su rigore. Ronaldo chiude i conti con la sua prima rete bianconera su punizione, nel finale l’autogol di Djidji

La Juventus stravince il derby (4-1). Il Toro lotta ma si arrende a Dybala e CR7
La Juventus stravince il derby (4-1). Il Toro lotta ma si arrende a Dybala e CR7 ANSA

La Juventus batte 4-1 il Torino nel derby della Mole e sale a quota 75 punti in classifica, allungando momentaneamente a + 7 sulla Lazio. I Bianconeri la sbloccano dopo appena 3' con una magia di Dybala e trovano il raddoppio al 29' con Cuadrado. Il Toro accorcia nel recupero del primo tempo con un rigore trasformato da Belotti, ma nella ripresa la chiude Cristiano Ronaldo con un capolavoro su punizione, la prima realizzata da quando veste il bianconero. Un clamoroso autogol di Djidji all'87' rende ancora più amara la sconfitta ai Granata.

Ronaldo: «Avevo bisogno di un gol su punizione»

Al 43/o tentativo con la maglia della Juventus, Cristiano Ronaldo ha centrato l'obiettivo di un gol su punizione, una delle sue specialità ai tempi del Manchester United e, soprattutto, del Real Madrid. E' successo oggi nel derby contro il Torino, e CR7 non nasconde la propria soddisfazione.

«Avevo bisogno di un gol su punizione, per prendere fiducia», dice dopo la stracittadina, ai microfoni di Sky Sport. «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile - dice ancora - ma abbiamo lavorato bene, abbiamo vinto e mettiamo pressione alla Lazio. L'obiettivo è raggiunto, abbiamo vinto. Ora avremo il Milan, è una partita difficile ma l'obiettivo è pensare solo a noi stessi».

Intanto nella Juve sia Dybala che lo stesso Ronaldo continuano a segnare. «E' importante che la squadra vinca - commenta il fuoriclasse portoghese -, indipendentemente da chi segna. La cosa più importante è vincere ma la verità è che stiamo bene sia io che Dybala. La squadra sta bene, è in fiducia e contro il Milan cercheremo di vincere».

Buffon, 648 presenze, è record in serie A

Altro record per Gianluigi Buffon è il calciatore con più presenze in serie A. Il portiere della Juventus, infatti, è stato scelto da Maurizio Sarri per scendere in campo dal primo minuto per il derby col Torino, valido per la trentesima giornata del campionato. In questo modo ha raggiunto quota 648 presenze in Serie A, record assoluto. Per l'occasione la Juventus è scesa in campo con una divisa speciale: sulla manica di ogni calciatore era cucita la scritta «648Buffon». Da più di dieci anni il primato era in mano a Paolo Maldini, che si è ritirato 41enne con 647 gettoni, giocati tutti con la stessa maglia del Milan.

Risultati (30esima giornata): Juventus-Torino 4-1, Sassuolo-Lecce (ore 19.30), Lazio-Milan (ore 21.45), Domenica 5 luglio: Inter- Bologna (ore 17.15), Brescia-Verona (ore 19.30), Cagliari-Atalanta (ore 19.30), Parma-Fiorentina (ore 19.30), Sampdoria-Spal (ore 19.30), Udinese-Genoa (ore 19.30), Napoli-Roma (ore 21.45)

Classifica: Juventus 75, Lazio 68, Inter 64, Atalanta 60, Roma 48, Napoli 45, Milan 43, Verona 42, Parma, Cagliari 39, Bologna 38, Sassuolo 37, Fiorentina, Udinese, Torino 31, Sampdoria 29, Genoa 26, Lecce 25, Spal 19, Brescia 18.