23 febbraio 2019
Aggiornato 07:30

Juventus: pronti due colpi per l’estate

Dirigenti bianconeri già al lavoro per anticipare i tempi sulla costruzione della squadra che verrà

Marcelo, terzino brasiliano del Real Madrid
Marcelo, terzino brasiliano del Real Madrid ANSA

TORINO - E’ appena passato il giro di boa della stagione 2018-2019 che alla Juventus già pensano a come potenziare la squadra in vista del 2019-2020. Assodato l’arrivo di Aaron Ramsey (già prenotato dall’Arsenal), i bianconeri preparano almeno due grandi colpi per la prossima annata, forse non del calibro (inarrivabile) di Cristiano Ronaldo, ma che in ogni caso aumentino ancora di più la competitività di un organico già ricco e sontuoso, che al momento dà la caccia all’ottavo scudetto di fila e soprattutto alla riconquista di quella Coppa dei Campioni che a Torino manca dal lontano 1996. Paratici e Nedved sono al lavoro per capire come questa rosa possa essere migliorata e nelle ultime ore hanno ricevuto anche un paio di assist decisamente interessanti, ammesso che avessero ancora qualche idea confusa.

Idea Rodriguez

Prima di tutto ci ha pensato il papà di James Rodriguez ad imprimere alla campagna acquisti della Juventus i crismi di una forza già dimostrata negli ultimi anni: «La soluzione juventina ci piace molto», ha detto papà Rodriguez, accendendo immediatamente la fantasia dei tifosi bianconeri, pur consapevoli che un approdo del fantasista colombiano precluderebbe con ogni probabilità la permanenza di Paulo Dybala, sia per caratteristiche tecniche e tattiche, sia per questioni economiche del club.

Strategie bianconere

Rodriguez, in prestito al Bayern Monaco ma di proprietà del Real Madrid, difficilmente rimarrà in Germania ed altrettanto improbabile appare un suo ritorno in Spagna; la Juve, così come il Paris Saint Germain e le due squadre di Manchester, sono nel taccuino del calciatore come mete desiderate, al resto penseranno i dirigenti. Stesso discorso, ma probabilmente più semplice da risolvere, per Marcelo, ormai in rotta col Real Madrid e da tempo in contatto con l’amico Cristiano Ronaldo per raggiungerlo in Piemonte a giugno e rendere questa Juve una potenza indiscussa del calcio europeo.