21 marzo 2019
Aggiornato 21:00

Cristiano Ronaldo vale già mezza Juve

Non solo gli 11 gol in campionato, i numeri del portoghese sono impressionanti così come l'incisività nei successi bianconeri

Cristiano Ronaldo, prima stagione alla Juventus
Cristiano Ronaldo, prima stagione alla Juventus ANSA

TORINO - 46 punti su 48, 15 vittorie su 16 partite di campionato ed una serie A praticamente già ipotecata prima delle feste di Natale. I numeri della Juventus sono spaventosi ma anche impietosi per le rivali (o presunte tali) che hanno ormai capito abbastanza bene che l'ottavo scudetto consecutivo non può certo sfuggire ai campioni d'Italia, troppo superiori, capaci di vincere le partite giocando anche a ritmi ridotti, accelerando solo quando ce n'è davvero bisogno. Prendete il derby vinto sabato sera contro il Torino: rischi corsi dalla formazione juventina praticamente zero, occasioni create prima del rigore realizzato da Cristiano Ronaldo poche, i bianconeri hanno insomma spinto quando era realmente necessario, portando a casa una vittoria che ha permesso loro di rimpinguare il vantaggio in classifica ed eguagliare i record europei del Barcellona 2012-2013 e del Manchester City dell'anno scorso.

Primati - L'approdo dello stesso Ronaldo in estate ha ulteriormente allargato il divario fra la Juventus e le altre della serie A, ma al netto degli 11 gol finora realizzati in campionato dall'asso portoghese i numeri dicono che l'acquisto dell'ex Real Madrid sta portando solo benefici a Massimiliano Allegri. Lasciando per un momento da parte introiti, marketing e ritorni commerciali, infatti, il campo sta dando ragione alla Juve e all'affare che ha portato a Torino il fuoriclasse lusitano nonostante i quasi 34 anni di età; affare che servirà pure per dare l'assalto alla Coppa dei Campioni, ma che anche in campionato restituisce frutti saporitissimi ai bianconeri.

Numeri - 11 reti in 16 partite (oltre a 5 assist), ma soprattutto un'incidenza sui gol juventini pari al 49%, il che significa che Cristiano Ronaldo è entrato sinora nella metà delle marcature della squadra. Forse è sbagliato dire che il portoghese valga già mezza Juve, eppure a sciorinare i numeri la risposta è esattamente questa; mettiamoci poi il conto dei gol nel derby giocati da CR7 in carriera e i primati crescono: fra Manchester, Madrid e Torino, infatti, Ronaldo ha giocato 44 stracittadine mettendo a segno 27 reti (4 col Manchester United, 22 col Real Madrid e il rigore di sabato sera contro il Torino). Insomma, il bello (soprattutto in Europa) dovrà ancora arrivare, ma alla Juventus iniziano già a fregarsi le mani.